FANDOM



Paperino vigile
Paperinovigile
Informazioni generali
Nome originale:Watching the Watchman
Codice Inducks:W WDC 89-02
Sceneggiatura:Carl Barks
Disegni:Carl Barks
Prima uscita:marzo 1948, Walt Disney's Stories and Comics n° 89
Prima uscita italiana:23 gennaio 1949, Albi tascabili di Topolino n° 29
La storia
Personaggi principali:


Numero pagine:10
Lingua originale:inglese
Casa editrice:Dell Comics



Paperino vigile (in originale, Watching the Watchman) è una storia scritta e disegnata da Carl Barks, pubblicata per la prima volta negli Stati Uniti nel marzo del 1948, e a partire dall'anno successivo anche in Italia.

Trama

Paperino, disoccupato e in difficoltà economiche, si propone di trovare un lavoro, ma tutti gli sembrano troppo duri finché non scopre un'offerta di un posto di guardiano notturno. Il suo incarico sarebbe sorvegliare un magazzino di merci del porto dalla mezzanotte alla mattina seguente, caricando ogni ora un congegno elettronico per provare che è rimasto sveglio.

Paperino accetta entusiasta e, tornato a casa, riferisce tutto a Qui, Quo, Qua, che da parte loro hanno dei dubbi sulle capacità dello zio di restare sveglio per un'intera notte. Paperino afferma che il compito è assolutamente nelle sue corde, e per provarlo decide di mettersi a letto benché sia ancora pomeriggio, imponendo di fare altrettanto ai nipotini: così punterà la sveglia alle 23.30 e sarà perfettamente in forma per la prima notte di lavoro.

In realtà, Paperino non riesce a prendere sonno e si alza dal letto quasi subito; per vincere la noia, si dedica prima a rumorosissimi esperimenti chimici, poi accende la radio a tutto volume, mantenendo così svegli anche Qui, Quo e Qua. Com'era prevedibile, il papero viene colto dal sonno proprio quando manca un'ora a mezzanotte e dovrebbe prepararsi per il nuovo impiego.

I nipotini, anch'essi esausti, sono costretti ad accompagnare lo zio sul posto di lavoro per assicurarsi che vada tutto bene. Il collega lascia il turno a Paperino, raccomandandogli di vegliare su un preziosissimo carico di seta, e inizia la prima notte di lavoro. Il papero non chiederebbe altro che sdraiarsi in un angolo e addormentarsi, ma per la prima parte della notte i nipotini riescono a tenerlo sveglio prima suonando strumenti musicali, poi bersagliandolo con delle puntine, e infine facendogli infilare la chiave elettronica, anziché nel congegno previsto per marcare l'ora, in una presa di corrente ad alta tensione.

Νυχτοφύλακας1

Paperino e i nipotini durante la prima notte di lavoro.

Qui, Quo e Qua, peraltro, cedono anche loro alla stanchezza e dopo le quattro, sfiniti, decidono di tornare a casa, rinunciando all'impresa di tenere sveglio lo zio (che finisce per addormentarsi su un letto da fachiro). Proprio allora penetrano nel magazzino dei ladri intenzionati a impadronirsi della mercanzia e apparentemente possono agire indisturbati. Tuttavia, nello stesso istante Paperino è nel bel mezzo di un sogno in cui si trova nel Far West e spara ripetutamente a un bandito che ha rapito Paperina. Il sogno spinge il papero a sparare veramente con la pistola d'ordinanza e a far fuggire i ladri: l'indomani i giornali parlano di lui come dell'eroe del giorno.

Analisi

Paperino vigile è una delle numerose storie barksiane che vede Paperino alle prese con un determinato lavoro: però, al contrario che in altre vicende in cui il papero appare perfettamente dotato per l'attività in questione, nel ruolo di guardiano notturno - comicamente in contrasto con la pigrizia con cui il personaggio fu caratterizzato fin dagli esordi - è un vero disastro, delineandosi efficacemente una personalità di antieroe solo parzialmente corretta dai tentativi dei nipotini di limitare i danni. Pienamente antieroico, e ottimamente descritto, anche il motivo della convinzione di Paperino - neanche a dirlo, convinzione destinata a fallire miseramente e a cedere il passo a un'umanissima debolezza - di poter disporre delle sue energie a piacimento, dormendo e restando sveglio solo quando è lui stesso a volerlo.

Probabilmente l'efficacia dei motivi comici (fra cui i disperati tentativi dei nipotini di tenere sveglio lo zio, cedendo loro stessi al sonno uno dopo l'altro) oltre che la convincente caratterizzazione di Paperino valgono alla storia un buon apprezzamento da parte dei lettori: si trova infatti (maggio 2019) al 334° posto su 35801 nella classifica di gradimento del sito I.N.D.U.C.K.S..

Curiosità

  • Nella parte iniziale della storia, Paperino afferma di dover lavorare per pagare l'affitto; eppure solo poco tempo prima Barks aveva dato alle stampe Paperino lingualunga, in cui la casa risulta di sua proprietà.

Pubblicazioni in Italia

Paperino vigile è stata pubblicata dodici volte in Italia:

  • Albi tascabili di Topolino 29 - Paperino vigile (1949)
  • Raccolta Albi tascabili di Topolino 1 (1949)
  • Albi tascabili di Topolino (ristampa Carl Barks) 29 - Paperino vigile (1977)
  • Paperino d'oro 11 (1980)
  • Complete Carl Barks 5 (1980)
  • Paperino di Barks collezione ANAF 7-0 (1982)
  • Il Tascabilone 1 (1987)
  • Zio Paperone 31 (1992)
  • Carl Barks Comic Art 7 (1998)
  • La grande dinastia dei paperi 40 - 1947-48 - Paperino sceriffo di Val Mitraglia (2008)
  • Raccolta Il Tascabilone 1
  • Raccolta Zio Paperone 8
Storia precedente Paperino vigile Storia successiva
Paperino lingualunga

Paperino lingualunga

Marzo 1948 Paperino e i telegrammi

Telegrammi

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.