FANDOM


  • Paperino imprenditore terriero
  • Commenti


Paperino imprenditore terriero
Imprenditoreterriero
Informazioni generali
Nome originale:A Stone's Throw From Ghost Town
Codice Inducks:W WDC 271-01
Sceneggiatura:Carl Barks
Disegni:Carl Barks
Prima uscita:aprile 1963, Walt Disney's Comics and Stories n° 271
Prima uscita italiana:11 agosto 1963, Topolino n° 402
La storia
Personaggi principali:


Numero pagine:10
Lingua originale:Inglese
Casa editrice:Dell



Paperino imprenditore terriero (titolo originale, A Stone's Throw From Ghost Town) è una storia scritta e disegnata da Carl Barks, pubblicata per la prima volta sul numero 271 di Walt Disney's Comics and Stories dell'aprile 1963.

Trama

Paperino ha accumulato cinquanta dollari destinati alle vacanze, ma da qualche giorno rimane incantato da una pubblicità radiofonica che propone in vendita un ranch in località Valle delle Primule, con terra fertile, una sorgente e a un tiro di sasso da una città. Qui, Quo, Qua capiscono che lo zio vorrebbe acquistare la proprietà e sia pure a malincuore rinunciano alle vacanze per trasferirsi un periodo da Nonna Papera.

Paperino, rimasto solo, non ha più remore e si precipita all'agenzia immobiliare, dove un tale Cinghialetto lo esorta a concludere l'acquisto. Immediatamente il papero si dirige alla Valle delle Primule per prendere possesso del suo nuovo terreno, ma si deve ricredere: si tratta di un lembo di deserto coperto di sassi. Furioso, il nostro eroe torna da Cinghialetto mobilitando poliziotti, un avvocato e perfino il Giudice Gufo.

Il suino non si scompone e afferma che la proprietà è conforme alla descrizione: per dimostrarlo, si fa accompagnare da Paperino sul posto. Qui, l'agente spiega che la "terra fertile" è presente (contenuta in un sacchetto di terriccio), la "sorgente" è una vecchia molla di divano ("sorgente di elasticità"), e la città a un tiro di sasso esiste, pur essendo un villaggio fantasma.

La legge dà ragione all'agente immobiliare, e Paperino cerca di rifarsi vendendo a sua volta il terreno per una cifra di pochissimo inferiore a quella pagata, e usando gli stessi stratagemmi con cui lui stesso era stato truffato. Un tizio cade nella trappola e a sua volta paga; in seguito, alle sue rimostranze, Paperino replica esattamente come Cinghialetto aveva fatto con lui. Il nuovo proprietario non sa come uscire dalla situazione se non mettendo di nuovo in vendita la proprietà.

Poco dopo i nipotini tornano a casa, e Paperino, pentito di non averli portati in vacanza, regala loro i dollari ottenuti dalla vendita del terreno. I ragazzini notano la pubblicità della vendita del ranch, e, credendo di fare cosa gradita allo zio, lo comprano a loro volta con i soldi ottenuti: Paperino si ritrova ancora una volta con l'inutile proprietà e, non volendo punire gli incolpevoli nipotini, aggredisce sia Cinghialetto che il tale a cui lui stesso aveva venduto il terreno: i tre finiscono tutti all'ospedale.

Analisi

Questa storia breve di Barks ironizza sulle vere e proprie truffe non di rado perpetrate dalle agenzie immobiliari, peraltro attentissime a restare nei limiti della legalità e a fornire descrizioni ingannevoli, ma formalmente ineccepibili, di ciò che intendono vendere. Di buona efficacia comica e di particolare originalità è il passaggio dello squallido ranch da un proprietario all'altro fino al ritorno a Paperino, e in generale la ricorsività senza fine di simili compravendite, con la comparsa ricorrente degli stessi rappresentanti della legge (che Cinghialetto tratta come vecchi amici).

Curiosità

  • La descrizione ingannevole del luogo da parte dell'agenzia immobiliare, nella versione originale, gioca anche sull'ambiguità della parola inglese spring (che significa sia sorgente che molla); nelle traduzioni italiane si è ovviato descrivendo la molla di divano come "sorgente di elasticità".

Pubblicazioni in Italia

La storia è stata pubblicata dieci volte in Italia:

Storia precedente Paperino imprenditore terriero Storia successiva
Paperino e la gara del vischio

Garadelvischio

Aprile 1963 Zio Paperone e il duello

Ziopaperoneeilduello

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.