FANDOM




Paperino eroe di Duckburg
Eroediduckburg
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 683-A
Sceneggiatura:Osvaldo Pavese
Disegni:Romano Scarpa
Inchiostri:Giorgio Cavazzano
Prima uscita:29 dicembre 1968

Topolino 683

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:31
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Arnoldo Mondadori Editore



"A Paolino Paperino, eroe di Duckburg, conferiamo la STELLA AL VALORE perché, con astuzia e coraggio, riusciva a distruggere Fort Duck, perno della difesa nemica!"
Il generale unionista premiando il bisnonno di Paperino

Paperino eroe di Duckburg è una storia scritta da Osvaldo Pavese e disegnata da Romano Scarpa. È costituita da un lungo racconto di Paperino ai nipotini sulle vicende del bisnonno di Paperino, che durante la Guerra di Secessione portò l'esercito nordista alla vittoria nella battaglia di Paperopoli.


TramaModifica

Qui, Quo, Qua trovano in casa una vecchia fotografia che ritrae l'“eroe di Duckburg”, in tutto simile a Paperino. I gemelli vanno a chiedere spiegazioni al loro zio, credendo che l'immagine ritragga effettivamente lui: ma il papero spiega che si tratta del suo bisnonno, anch'egli di nome Paolino Paperino, e racconta ai nipoti tutta la storia.

Al tempo della Guerra di Secessione, il bisnonno Paperino viveva in un borgo chiamato Papertown, allora in territorio nordista, dove si occupava di una fattoria di proprietà del suo ricco zio Paperone. Nella stessa fattoria abitavano l'anziana Nonna Papera e il pigro Ciccio, incaricato anch'egli di lavorare nei campi (in realtà Paperino passava la maggior parte del suo tempo a pescare mentre Ciccio dormiva tutto il giorno).

Un giorno lo zio Paperone riuscì a combinare un grosso affare, vendendo una grossa partita di merce all'esercito nordista. Dato che scarseggiavano i soldati a cui affidare il trasporto della merce, Paperone, per essere sicuro di concludere l'affare, riuscì con metodi molto persuasivi (ossia sparando addosso ai due malcapitati) a far arruolare Paperino e Ciccio nell'esercito unionista.

Ciccio, proprio per la sua inettitudine a svolgere lavori manuali, fu subito promosso caporale, e a Paperino e ad altri soldati fu affidato il trasporto della merce a Duckburg, oltre il fronte: il papero si vide assegnato il carro contenente gli esplosivi. Addormentatosi durante il trasporto, il futuro eroe si fece catturare dal sudista tenente Gastone, che lo prese prigioniero e requisì il carico: dovendo sostare per la notte, Gastone decise di farsi alloggiare da un'arcigna proprietaria terriera dei paraggi, ma durante la notte Paperino riuscì a liberarsi e a scappare e a fuggire verso il fronte con il carro.

Gastone riuscì a raggiungere il fuggitivo e a salire a sua volta sul carro: i due passarono il fronte in quanto i sudisti non vollero sparare sul loro tenente, ma i due paperi, durante una colluttazione, caddero giù dal mezzo: appena in tempo perché il carro di esplosivi, lanciato a tutta velocità verso Fort Duck, insepugnabile baluardo dell’esercito confederato, fece saltare in aria l’intero forte. I nordisti riuscirono così a rompere le linee nemiche e a conquistare Duckburg, situata oltre Fort Duck. Il bisnonno di Paperino, divenuto eroe quasi per caso, fu insignito della stella al valore.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.