FANDOM


  • Paperino e le carte perdute di Colombo
  • Commenti


Abbozzo Questo articolo è un abbozzo!
Aiutalo scrivendo qualche informazione in più!
Paperino e le carte perdute di Colombo
Cholumbus
Informazioni generali
Nome originale:The Lost Charts Of Columbus
Codice Inducks:D 94144
Sceneggiatura:Don Rosa
Disegni:Don Rosa
Prima uscita:19 ottobre 1995,

Anders And & Co. 1995B42 - Columbuskortene

Prima uscita italiana:Febbraio 1999,

Zio Paperone 113

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:24
Lingua originale:Inglese
Casa editrice:Egmont



Paperino e le carte perdute di Colombo (The Lost Charts Of Columbus) è una storia di Don Rosa del 1995.

TramaModifica

Seguito di Paperino e il cimiero vichingo, Qui, Quo, Qua scoprono nell'antico manuale le carte di Colombo che attestano di diversi viaggi in America prima di lui. Nel frattempo Azure Blue ha ritrovato con l'aiuto di Gastone il cimiero vichingo che lo renderebbe imperatore del Nord-America. Ma i tre nipotini e Paperino decidono di impedirlo trovando altri manufatti che possano attestare che i viaggiatori delle carte perdute da loro scovate erano stati in America per annullare il diritto di Blue. Sharky, l'ex avvocato di Blue, trova una reliquia di un monaco irlandese arrivato in America prima di Olaf il Blu. Ora anche lui vuole diventare imperatore dell'America, ma i nipotini scoprono successivamente una ruota traccia del viaggio del cinese Hui Shen nel V secolo e poi una mappa in pelle fenicia. Essa viene presa però da Blue e Sharky, ma i nipotini dimostrano poi come i fenici non abbiano toccato la terra americana ma fossero stati gli indiani d'America a tracciarla, quindi non valeva niente come manufatto. I due finiscono in galera per debiti e nel frattempo i paperi scoprono che la mappa in pelle guardata in un altro senso rappresenta l'Europa: gli indiani erano già stati lì e l'Europa sarebbe loro, se solo i nipoti non fossero sicuri che le autorità europee abolissero la legge della scoperta per sicurezza.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.