FANDOM


  • Paperino e la macchina soffiapensieri
  • Commenti



Paperino e la macchina soffiapensieri
Soffiapensieri
Informazioni generali
Nome originale:The Think Box Bollix
Codice Inducks:W WDC 141-02
Sceneggiatura:Carl Barks
Disegni:Carl Barks
Prima uscita:giugno 1952 (Stati Uniti)
Prima uscita italiana:25 luglio 1952

Topolino 47

La storia
Personaggi principali:


Numero pagine:10
Lingua originale:inglese
Casa editrice:Dell Comics



Paperino e la macchina soffiapensieri (titolo originale, The Think Box Bollix; altro titolo italiano, Paperino e le scatole pensanti) è una storia disegnata e scritta dall'autore statunitense Carl Barks. Fu pubblicata per la prima volta nel 1952 sia negli Stati Uniti che in Italia. Vede la seconda apparizione in assoluto di Archimede Pitagorico.

TramaModifica

Di ritorno a casa Paperino sente degli strani rumori simili a fuochi d'artificio e inizia a preoccuparsi ma scopre poco dopo che si tratta solo di Archimede e della sua nuova strana invenzione, un carretto a reazione che funziona con fuochi artificiali, e che Qui, Quo, Qua sono con lui in qualità di suoi assistenti. Paperino intenzionato a farsi due risate poiché non crede nelle folli invenzioni di Archimede decide cosi di seguirli. Come il papero avevo preventivato il carretto finisce per schiantarsi contro un'albero vicino al bosco ma i piani di Archimede e dei nipotini sono ben altri: collaudare la macchina soffiapensieri, in grado di emettere potentissime onde cerebrali, piazzando intorno al bosco l'invenzione cosi che ogni animali che passa nelle vicinanze grazie a tali onde cerebrali impareranno a pensare.

Quella sera, a casa, Paperino proibisce ai ragazzi di fare gli assistenti di Archimede poiché pensa che la gente vedendoli con quello che ha detta sua è solo uno svitato potrebbe iniziare a pensare la stessa cosa di loro. I ragazzi non accettano quello che Paperino pensa su Archimede poiché per loro invece è un grande genio. Cosi Paperino intenzionato a far cambiare idea ai ragazzi decide di attuare una strategia e si reca di corsa ad acquistare un costume da lupo. Il mattino dopo Archimede e i ragazzi iniziano a controllare subito le macchine soffiapensieri quando un lupo, in realtà Paperino travestito, si presenta davanti a loro comunicandogli che la sua voglia di cibo crudo si è trasformata in voglia di cibo cotto. Qui, Quo, Qua spaventatissimi dal lupo che vuole mangiarli corrono via. Paperino travestito da lupo viene fermato però da uno strano individuo che sembra voler salvare i ragazzi. Paperino allora decide di togliersi il costume per chiarire ogni equivoco e cosi fa anche l'uomo che non è altri che un lupo vero, anch'essi travestito come aveva fatto Paperino.

Il lupo, affamato di cibo crudo, cattura Paperino. Ancora in fuga Qui,Quo, Qua scoprono da un coniglietto che il lupo ha catturato loro zio il quale gli indica anche la posizione in cui trovare il carnivoro. Prima di salvare lo zio i ragazzi decidono di prendere in prestito da Archimede la macchina soffiapensieri per utilizzarla contro il lupo invertendone gli effetti e facendo tornare l'animale al suo stato originario. Il piano funziona, Paperino viene salvato e il lupo ormai incapace di pensare scappa via. Nel tragitto verso casa i nipotini danno un'importante lezione allo zio su come la scienza non sia una stupidata come pensa lui.

Pubblicazioni in ItaliaModifica

  • Topolino 47 (1952)
  • Albi della rosa / Albi di Topolino 90 (1956)
  • Topolino 748 (1970)
  • Complete Carl Barks 11 (1980)
  • Paperino di Barks collezione ANAF 14-0 (1982)
  • Zio Paperone 43 (1993)
  • Topolino (ristampa Nerbini) 2 47 (1995)
  • Speciale Disney 23 - Io Paperino (2001)
  • Carl Barks Comic Art 15 (2002)
  • Tutto Disney 29 - 70° Paperino (2004)
  • La grande dinastia dei paperi 5 - 1952-53 - Paperino e le forze occulte (2008)
  • Raccolta Zio Paperone 9
Storia precedente Paperino e la macchina soffiapensieri Storia successiva
Paperino e l'amuleto del cugino Gastone

Amuletogastone

Giugno 1952 Paperino lucida le finestre

Paperino lucida finestre

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.