FANDOM




Paperino e la casa spaperata
Casaspaperata
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2056-2
Sceneggiatura:vari
Disegni:Francesco Artibani
Prima uscita italiana:25 aprile 2995,

Topolino 2056

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:21
Lingua originale:italiano
Casa editrice:The Walt Disney Company Italia


""Ero solo! Niente più feste! Niente più allegria! Niente più papere! Fu così che la casa diventò...". "La casa spaperata! Gasp! Adesso capisco!""
Anatrolio e Paperino

Paperino è la casa spaperata è una storia scritta da alcuni partecipanti a Cartoomics nel 1994 e disegnata da Francesco Artibani.

È stata pubblicata l'anno seguente, sotto forma di storyboard, su Topolino 2056.

Trama

Paperina deve organizzare a Paperopoli il congresso del Circolo internazionale della nubiltà e ottiene in prestito da Zio Paperone la cosiddetta Casa spaperata, pescata nel registro delle "stamberghe e catapecchie" di proprietà del gruppo P.d.p..

Paperino è incaricato del restauro, ma nel corso della tinteggiatura cominciano a capitargli diverse disavventure. Alla fine si palesa il sabotatore, il fantasma del conte Anatrolio McKenzie, antico proprietario della dimora.

L'ectoplasma diventa di colpo alleato di Paperino quando scopre la ragione di quel trambusto, riordinare per organizzare una festa piena di papere. Era così, infatti, racconta, che andavano prima le cose in quella magione. Ma quando esagerò con gli scherzi, tutte le damigelle lo abbandonarono e la casa diventò, appunto, "spaperata".

Con l'aiuto di altri fantasmi i lavori vengono presto fatti e l'incredula Paperina si trova davanti una villa tirata a lucido. La festa è un successo, grazie anche alla presenza di ospiti maschili "travestiti" da fantasmi, in realtà ciò che sono.

Quando de' Paperoni viene messo al corrente degli ingenti lavori alla villa fiuta l'affare, ma una volta entrato si ritrova davanti alla costruzione di aspetto fatiscente com'era in precedenza, l'ennesimo scherzo del conte.

Curiosità

  • Si tratta di una delle due sole storie disegnate per Topolino da Artibani, di norma prolifico sceneggiatore, assieme a Paperinik e l'ultima impresa, realizzata nello stesso evento e pubblicata sul numero successivo.
  • Il cognome del conte, McKenzie, strizza l'occhio agli sconosciuti titolari della fattoria dove sono ambientate le avventure di Lupo Alberto di Silver, altro tradizionale fumetto scritto dall'autore.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.