FANDOM


  • Paperino e l'incarico indiscutibile
  • Commenti


Paperino e l'incarico indiscutibile
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 1710-C
Sceneggiatura:Giorgio Figus
Disegni:Franco Valussi
Inchiostri:Franco Valussi
Prima uscita:4 settembre 1988

Topolino 1710

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:30
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia


Paperino e l'incarico indiscutibile è una storia a fumetti Disney scritta da Giorgio Figus e disegnata da Franco Valussi nel 1988.

Rappresenta la quarta avventura con protagonista la P.I.A. il servizio di spionaggio di Paperone, si tratta della storia con cui venne ripresa la saga, che dopo tre avventure negli anni sessanta firmate da Chendi era stata abbandonata.
Figus in questa storia introduce un nuovo agente che affiancherà Paperino in tutte le successive missioni, si tratta di Me-Se 12 alias Paperoga.

TramaModifica

Paperino e Paperoga vengono contattati dalla P.I.A. il servizio segreto di loro Zio Paperone che gli affida l'incarico di recuperare un vecchia locomotiva, che lui tempo addietro ha donato al Museo della scienza e della tecnica di Paperopoli. Soltanto dopo la donazione il ricco magnate aveva scoperto che la motrice era realizzata in una particolare lega metallica.

I due agenti si introducono di notte nel museo per smontare la locomotiva, ma le loro azioni vengono controllate dai Bassotti che hanno intenzione di intervenire e rubare la preziosa lega metallica. Fortunatamente per i paperi i criminali non riescono nel loro intento e i due agenti nascondono i pezzi nella rimessa della casa di Paperina.
L'indomani mostrano con orgoglio il loro lavoro allo Zione che va su tutte le furie perché il modellino che dovevano prelevare era grande solo pochi centimetri.

All'improvviso fa irruzione la Polizia, chiamata da Paperina per il trambusto provocato dai suoi parenti. Paperone viene costretto a fare un grossa elargizione al museo, mentre Paperino e Paperoga devono ricostruire pezzo per pezzo la locomotiva che hanno sottratto.

Pubblicazioni italianeModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.