FANDOM


  • Paperino e il tunnel da brivido
  • Commenti



Paperino e il tunnel da brivido
Paperino e il tunnel da brivido
Informazioni generali
Nome originale:Kærligheds-tunnelen
Codice Inducks:D 2008-298
Sceneggiatura:
Disegni:Giorgio Cavazzano
Prima uscita:28 marzo 2012
Prima uscita italiana:30 ottobre 2012
Topolino (libretto) # 2970
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:32
Lingua originale:Danese
Casa editrice:Egmont



Paperino e il tunnel da brivido (Kærligheds-tunnelen in originale) è una storia danese scritta da Laura e Mark Shaw e disegnata da Giorgio Cavazzano, pubblicata per la prima volta il 28 marzo 2012 in Danimarca.

In Italia è stata pubblicata il 30 ottobre 2012 su Topolino 2970.

Trama

Paperino stà accompagnando Zio Paperone in un viaggo in treno e con un compito specifico: costringere lo zio a prendere delle medicine per curare il mal d'orecchi ogni 12 ore e per farlo è autorizzato dal suo contratto ad usare le maniere forti, cosa che non sembra dispiacergli. Lo zio non è affatto felice della situazione, ma è costretto a sopportare per poter concludere un affare col principe De Bisbiglis che parla a bassa voce e vive nel paese di Silenzia. Il milardario manda il nipote a cercare dei progetti che ha dimenticato in cabinae nel tragitto Paperino vede una strana donna che lo ignora.

Poco dopo il treno entra nel lungo Tunnel degli Innamorati ed, essendo il treno piuttosto vecchio, l'illuminazione viene ridotta al minimo. Il controllore accompagna Paperino alla cabina dello zio (dove c'è corrente) per poi andare in soccorso del miliardario. Dopo aver preso i progetti, Paperino si smarrisce nell'oscurità finendo all'ultimo vagone dove fuori rivede la misteriosa donna che scompare nel nulla. Ritrovato il controllore, questi gli assicura che i due paperi sono gli unici passeggeri e la donna potrebbe essere Sally, il fantasma del tunnel. Racconta così che il fidanzato di Sally lavorava alla costruzione del tunnel quando scomparve in seguito al crollo del secondo lotto e lei lo aspetta ancora adesso (dopo la morte) non trovando pace. Paperino si ricorda di aver dimenticato i progetti proprio dove aveva visto il fantasma ritrovandoselo di nuovo davanti mentre invoca il nome di Jack, il suo fidanzato.

Paperino viene accidentalmente sbalzato fuori dal treno da suo zio e si ritrova solo nell'oscurità della galleria. Comincia così a seguire i binari in uno dei bivi e per farsi luce è costretto a bruciare prima i progetti e poi anche il suo contratto. Trova un vecchio condotto di areazione con una lunga scala che porta all'uscita in alto. Ma, dopo essere salito per un pò, la scala comincia a cedere e Paperino è costretto ad aggrapparsi alla roccia invocando aiuto. La sua voce viene udita in alto da alcuni bambini fuori dal pozzo che corrono a chiamare i soccorsi. Dopo qualche minuto, Paperino sente una voce dal basso di un giovane operaio che gli consiglia di lasciarsi andare poichè c'è una sporgenza rocciosa che bloccherà la caduta. Pur con qualche dolore Paperino riesce a caderci e l'uomo dice che ora dovranno scendere con calma verso il fondo utilizzando gli appigli.

Dopo essere scesi per un pò la terra comincia a tremare e l'uomo dice che stanno per essere salvati. Paperino non è molto convinto, ma a causa di un fumo improvviso è costretto a lasciarsi andare scoprendo che era ormai vicino al fondo e, sopratutto, che è caduto su Zio Paperone. Il rumore infatti era il treno che si era fermato per cercarlo. Paperino risale a bordo, ma è preoccupato perchè non vede più il giovane che l'ha aiutato ed il controllore dice che non è venuto nessuno a parte loro e probabilmente l'ha immaginato. In realtà Paperino scopre che il giovane altri non è che Jack, il quale riabbraccia la sua amata Sally fuori dall'ultima vagone del treno.

Pur scioccato dalla vista dei due spettri, Paperino ha un problema più importante ovvero spiegare allo zio la perdita dei progetti per il suo affare e, per evitare temporanemente la sua rabbia, gli ricorda che sono scadute le 12 ore e quindi è di nuovo l'ora della sua medicina (naturalmente Paperino omette di aver distrutto anche il contratto).

Riconoscimenti

  • La storia ha vinto il TopoOscar come Migliore storia straniera del 2012.[1]

Note

  1. [1] TopoOscar 2012
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.