FANDOM


  • Paperino e il telefono a esaurimento
  • Commenti



Paperino e il telefono a esaurimento
Paperino e il telefono a esaurimento
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2695-4
Sceneggiatura:Annamaria Durante
Disegni:Tiberio Colantuoni
Prima uscita:24 luglio 2007
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:12
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Paperino e il telefono a esaurimento è una storia di Annamaria Durante e Tiberio Colantuoni, pubblicata per la prima volta sul numero 2695 di Topolino.

Trama

Paperino si sta riposando sull'amaca approfittando della mancanza di zio e nipotini. Ma la tranquillità finisce con l'arrivo di Paperoga che ha trovato lavoro come tecnico per la Telepaper, una nuova azienda telefonica paperopolese. Il suo compito è verificare il buon funzionamento degli impianti telefonici della zona e vuole iniziare con la casa del cugino. Paperino non ne vuole sapere, ma alla fine viene convinto a lasciargli fare almeno una telefonata di controllo.

Paperoga lascia un messaggio alla segretaria dell'azienda per poi riascoltarlo e sente che la linea è disturbata. Mentre controlla lo spinotto nota che l'impianto è vecchio e lo cambia causando però un danno alla parete quando riattacca lo spinotto. Paperino vuole buttarlo fuori, ma Paperoga prima deve memorizzargli il numero dell'assistenza ed accidentalmente gli cancella i numeri in memoria. Quando poi Paperoga chiama il suo ufficio alla Telepaper lo trova occupato, cosa che lo lascia sconcertato visto che non dovrebbe esserci nessuno. Esce così fuori nel quartiere a controllare la centralina e le dà una "sistemata". Tornato in casa di Paperino, si ricorda che l'aveva staccato lui il telefono dell'ufficio per non essere disturbato. Il telefono ora funziona senza problemi e Paperino ammette che stavolta Paperoga sembra non aver fatto eccessivi danni. Ma intanto alla Telepaper giungono centinaia di segnalazioni di guasti causati dall'intervento alla centralina di Paperoga e sono furiosi con lui.

Pubblicazioni italiane

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.