FANDOM


  • Paperino e il ricevimento di Ferragosto
  • Commenti


Paperino e il ricevimento di Ferragosto
Ricevimentodiferragosto
Informazioni generali
Nome originale:Going Ape
Codice Inducks:W WDC 91-02
Sceneggiatura:Carl Barks
Disegni:Carl Barks
Prima uscita:aprile 1948, Walt Disney's Stories and Comics n° 91
Prima uscita italiana:agosto 1949, Topolino n° 5
La storia
Personaggi principali:


Numero pagine:10
Lingua originale:inglese
Casa editrice:Dell Comics



Paperino e il ricevimento di Ferragosto (in originale, Going Ape) è una storia scritta e disegnata da Carl Barks, pubblicata per la prima volta negli Stati Uniti nell'aprile del 1948, e a partire dall'anno successivo anche in Italia.

Trama

Si avvicina il Ferragosto e Paperino decide di mettersi in mostra con l'alta società paperopolese organizzando una festa elegante nel suo giardino, per cui sceglie un tema africano. In questo senso, per stupire ancor di più gli invitati, il papero chiede a Qui, Quo, Qua di mascherarsi da scimmie, ma i nipotini rifiutano sdegnati, e si ritirano nel loro rifugio segreto in giardino.

Paperino ricorda di aver visto in commercio degli occhiali ipnotici e li acquista per manipolare la volontà dei nipotini. Dopo aver inforcato gli occhiali, chiede quindi ai ragazzi di uscire dal rifugio, ma i tre mangiano la foglia e fingono effettivamente di farsi ipnotizzare, ma solo per correre in cucina a rifornirsi di cibo e poi rientrare nel loro nascondiglio, nn senza essersi impadroniti dei pericolosi occhiali.

In seguito, per vendicarsi e per il pericolo di essere ipnotizzati, Qui, Quo e Qua usano loro stessi gli occhiali per convincere Paperino di essere una scimmia. Stavolta l'ipnosi fa effetto e il papero comincia a comportarsi come un primate, con stupore anche di Paperina capitata lì per dare una mano a organizzare la festa. I nipotini spiegano alla zia cos'è successo e le mostrano gli occhiali ipnotici, mettendoli però incautamente sul becco di Paperino: benché costui continui a credere di essere una scimmia, ipnotizza ugualmente i nipoti e la fidanzata, che in breve cominciano anche loro ad arrampicarsi sugli alberi e a lanciare versi scimmieschi.

E' Paperino stesso che torna in sé per primo, grazie a una caduta in cui sbatte la testa. Rendendosi conto di aver causato una situazione ingovernabile a poco tempo dall'arrivo degli invitati, riesce a chiudere Paperina nel nascondiglio dei nipotini, ma non a catturare questi ultimi, che durante la festa provocano un putiferio saltando qua e là e tirando cibo in faccia ai prestigiosi ospiti.

Naturalmente gli invitati manifestano un profondo disappunto, e fra loro c'è il direttore di un influente giornale paperopolese, che minaccia di parlare molto duramente dell'accaduto sul suo organo di stampa. Il giorno dopo, per sfuggire alla vergogna, Paperino non trova altra soluzione che caricare i nipotini e una serie di masserizie sulla 313 e andarsi a rifugiare in qualche posto lontano da Paperopoli.

Analisi

La storia sfrutta il tema, blandamente satirico, del protagonista che intende goffamente far colpo sull'alta società senza riuscirci, mescolandolo a quello più facilmente comico dei personaggi che si comportano da scimmie (fra l'altro è una delle poche storie di Barks in cui a Paperina un viene affidato un ruolo farsesco), con l'espediente un po' forzato e poco credibile degli "occhiali ipnotici", e la trovata del rifugio segreto in cui Qui, Quo e Qua si nascondono dallo zio (antesignano dei grotteschi "rifugi anti-zio" concepiti nelle storie di Guido Martina degli anni '60-'70). Nell'insieme la storia è piuttosto apprezzata dai lettori, con il 576° posto su 35081 storie nella graduatoria di gradimento I.N.D.U.C.K.S. (giugno 2019).

Curiosità

  • La versione italiana prevede che la festa si svolga a Ferragosto (ricorrenza fra l'altro tipicamente italiana) probabilmente perché fu edita per la prima volta sul numero di agosto di Topolino (libretto). Da allora, il riferimento alla festa estiva è stato mantenuto in tutte le successive edizioni italiane, anche nel titolo.

Pubblicazioni in Italia

Paperino e il ricevimento di Ferragosto è stata pubblicata quindici volte in Italia:

  • Topolino 5 (1949)
  • Albi della rosa / Albi di Topolino 197 - Topolino re dell'arena (1958)
  • Complete Carl Barks 6 (1980)
  • Paperino di Barks collezione ANAF 7-0 (1982)
  • Topolino (ristampa Nerbini) 1 5 (1989)
  • Topolino (ristampa Nerbini) 2 5 (1990)
  • Zio Paperone 32 (1992)
  • Supplemento al quotidiano "La Voce" 23 (1994)
  • Carl Barks Comic Art 7 (1998)
  • Topolino (ristampa Disney) 5 (2002)
  • La grande dinastia dei paperi 40 - 1947-48 - Paperino sceriffo di Val Mitraglia (2008)
  • Topolino (ristampa Lo Scarabeo) 5 (2010)
  • Topolino (ristampa Corriere della Sera) 5 (2010)
  • I Grandi Classici Disney 309 (2012)
  • Raccolta Zio Paperone 8
Storia precedente Paperino e il ricevimento di Ferragosto Storia successiva
Paperino e i telegrammi

Telegrammi

Aprile 1948 Paperino e la pedagogia

Paperinoelapedagogia

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.