FANDOM


  • Paperino e il pallone da 1 milione
  • Commenti



Paperino e il pallone da 1 milione
Paperino e il pallone da 1 milione
Informazioni generali
Nome originale:Having A Ball In Kiev
Codice Inducks:I/D 2011-015
Sceneggiatura:Carol McGreal, Pat McGreal
Disegni:Flemming Andersen
Prima uscita:7 giugno 2012
Prima uscita italiana:3 luglio 2012

Topolino 2953

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:24
Casa editrice:



Paperino e il pallone da 1 milione è una storia scritta da Carol e Pat McGreal e coi disegni di Flemming Andersen. La storia è stata creata in occasione degli Europei di calcio del 2012.

Frutto di una collaborazione italo-danese, è stata pubblicata per la prima volta il 7 giugno 2012 in Danimarca mentre in Italia è stata pubblicata nel 3 luglio 2012 su Topolino 2953.

Trama

Qui, Quo, Qua, come capitani delle giovanili del Paperopoli (calcio), vengono scelti per consegnare un pallone commemorativo ai vincitori degli Europei di Calcio 2012 la cui finale si terrà a Kiev in Ucraina e zio Paperino li accompegnerà nel viaggio. A loro insaputa però uno dei dirigenti è un criminale coinvolto in un furto di gioielli al Museo di Paperopoli dal valore complessivo di 1 milione di dollari. Questi telefona al suo complice Igor in Ucraina spiegandogli che ha nascosto i gioielli nel pallone che lui dovrà rubare. La conversazione viene udita anche da un "collega" di Igor e da un misterioso individuo che sta intercettando la telefonata da un altro luogo.

Giorni dopo, Paperino ed i nipoti sono sul treno diretto in Ucraina. Sul treno però vi è anche il misterioso intercettatore che, approfittando dall'assenza di Paperino, ruba il pallone a Qui, Quo e Qua. Un fortuito scontro con Paperino fà ritornare il pallone nelle loro mani ed i tre scappano sul tetto del treno. Sono raggiunti dal ladro che fortunatamente è costretto a saltare a causa dell'arrivo di una galleria che è troppo stretta per lui. Qui, Quo e Qua, non capendo perchè ci teneva tanto al pallone, raccontano l'episodio allo zio che decide di sorvegliarlo personalmente.

Arrivano così a Kiev dove ad attenderli c'è Igor che alla prima occasione strappa il pallone di mano da Paperino. A sua volta il pallone gli viene rubato dal collega Baranko che però se lo vede scippare da Paperino. Paperino scappa arrampicandosi in cima alla colonna di Piazza dell'Indipendenza costringendo i due ladri a coalizzarsi. Paperino passa così il pallone ai nipotini che scappano dai due ladri ritrovandosi di nuovo davanti però l'uomo del treno. Questi in realtà è l'agente speciale Jenkins a cui è stato assegnato l'ordine di recuperare i gioielli rubati e che spiega loro la situazione non essendo riuscito a farlo sul treno. Prima che possano dargli il pallone, Paperino ritorna di corsa avendo deciso di portarlo lui direttamente allo stadio.

Qui la partita è quasi finita. Igor e Baranko sono anche loro presenti ad aspettare Paperino, ma il loro assalto fà finire il pallone in campo. I tre entrano così in campo e, con la loro presenza e quella di un secondo palone, si crea il caos generale che termina quando il pallone viene calciato in testa a Paperino rompendosi e rivelando il suo contenuto. Jenkins arresta i due ladri mentre Qui, Quo e Qua soccorrono il loro malconcio zio. Così, dopo la partita, viene consegnato il pallone della vittoria a Qui, Quo e Qua per aver aiutato a risolvere un caso internazionale. Questi vogliono darlo al loro zio, ma Paperino rifiuta commentando che il calcio è diventato uno sport troppo pericoloso.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.