FANDOM


  • Paperino e il mistero eurocalcistico
  • Commenti



Paperino e il mistero eurocalcistico
Topolino 2950
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2950-1
Sceneggiatura:Carlo Panaro
Disegni:Alessandro Perina
Prima uscita:12 giugno 2012
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:34
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Paperino e il mistero eurocalcistico è una storia di Carlo Panaro e Alessandro Perina, pubblicata sul numero 2950 di Topolino. La storia è stata creata in occasione degli Europei di calcio del 2012.

Trama

La nazionale italiana di calcio, allenata dal mister Pratelli, si sta allenando per gli Europei 2012. Paperone intanto si è aggiudicato l'esclusiva per gestire pranzi e spuntini destinati agli atleti in modo da sfruttare la loro immagine per i suoi prodotti e si prepara a partire per l'Europa. Accetta di portare anche Paperino, ma solo per fare da aiutante allo chef della squadra italiana mentre Qui, Quo, Qua verranno gratis.

Giorni dopo, Paperino è al lavoro nello staff dello chef Pignattoni quabdo arriva il pullman con la squadra italiana accolti dai tifosi. Paperone ed i nipotini assistono agli allenamenti e poi vanno a pranzare. I giocatori chiedono però qualcosa di nuovo per il menù e Paperino ne approfitta per far assaggiare loro le sue frittelle che vgnono molto apprezzate tanto che Pratelli gli dà il permesso di assistere alla partita del pomeriggio contro una squadra del posto. Più tardi la squadra ne approfitta per fare una passeggiata e Paperino nota un comportamento strano dello chef che si allontana in fretta. Comincia così la partita di allenamento, ma, nonostante le indicazioni continue di Pratelli, la squadra gioca male e finisce per perdere incredibilmente 4 a 0. I paperi sono molto perplessi dal calo improvviso di rendimento e temono che qualcuno trami contro di loro. Paperino si ricorda del comportamento di Pignattoni e decide di tenerlo d'occhio. Ad un certo punto lo chef si allontana dalla cucina per entrare nella sua stanza, ma Paperino scopre solo che anche lo chef è un tifoso e prima aveva seguito i calciatori solo per chiedere i loro autografi. Confrontando però gli autografi dello chef con quelli presi dai Qui, Quo e Qua, Paperino nota qualcosa.

Più tardi nella hall dell'albergo, i paperi seguono Pratelli che si allontana di soppiatto e sembra scomparire. In quello che dovrebbe essere il ripostiglio trovano invece una suite spaziosa e il falso Pratelli si rivela essere Amelia che tiene in ostaggio il vero allenatore. Amelia si è sostituita all'allenatore approfittando di quando era tornata a prendere la macchina fotografica prima della passeggiata. Paperino aveva infatti appurato che gli autografi di Pratelli non combaciavano e quindi c'era un impostore. Amelia spiega di aver usato un sortilegio chiamato calcioblio per appannare le capacità dei calciatori e minaccia di usarne una versione più potente rovinando l'immagine pubblicitaria di Paperone (ed i suoi futuri affari in Europa) se lui non le darà la Numero Uno. Intervengono però i calciatori della nazionale che attaccano la strega; questi avevano notato lo strano comportamento del mister dopo la partita ed avevano deciso di tenerlo d'occhio. Amelia viene così rinchiusa in una cassa piena d'aglio e rispedita a Napoli mentre il vero Pratelli viene risvegliato e la suite magica distrutta. Così gli Europei possono cominciare ed i paperi assistono alla prima partita dell'Italia.

Curiosità

  • Pratelli è una caricatura di Cesare Prandelli, all'epoca allenatore della nazionale durante gli Europei del 2012.
  • La caratterizzazione di Amelia differisce molto dalla storia Amelia e le magie azzurre dove la strega è una gran tifosa della sua nazionale e mai si sognerebbe di poterla danneggiare.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.