FANDOM


Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Paperino (disambigua).



Paperino Paperzukoff
Paperino Paperzukoff
Informazioni generali
Residenza:Mosca, salvo un periodo trascorso a Pietroburgo
Data di nascita:Imprecisata (da supporre intorno al 1790)
Prima apparizione:Guerra e pace (24 agosto 1986)
Creato da:Giovan Battista Carpi
Famiglia
Coniuge:Nessuna (ma alla fine della vicenda si presume che sposerà Natascia Rostof)
Parenti:




"Lavoro o matrimonio? GULP! Non può essere! Certamente sto sognando!"
Paperino Paperzukoff allo zio nella prima parte di Guerra e pace'

Paperino Paperzukoff è un personaggio della banda Disney creato da Giovan Battista Carpi, comparso in un'unica storia, la parodia Disney Guerra e pace. È chiaramente ispirato a Paperino e non si può escludere che si tratti di un suo antenato.

Storia Modifica

Il conte Paperino Paperzukoff nasce in una nobile famiglia russa probabilmente intorno al 1790 (le vicende di Guerra e pace si svolgono nel 1812, e, se Paperino era ancora studente all'inizio della storia, all'epoca potrebbe essere poco più che ventenne). Per vari anni, benché ufficialmente studi all'università di Pietroburgo, vive spensieratamente nel lusso e nel divertimento, contando sul supporto economico del ricchissimo zio principe, Paperon Paperzukoff: finché quest'ultimo non decide di richiamarlo a Mosca per costringerlo alla scelta fra un vantaggioso matrimonio d'interesse e un duro lavoro.

La sposa scelta dallo zio, Helene Kuraghin, è ricca e di bell'aspetto, ma dal carattere terribile, e Paperino - dichiarandosi in ogni caso ostile al matrimonio - rifiuta categoricamente di sposarla. Deve quindi adattarsi all'unica alternativa offertagli dallo zio: lavorare duramente nelle fonderie di famiglia. Sarà proprio di Paperino la geniale idea di fondere l'oro dell'anziano parente (minacciato sia dai criminali, sia dall'esercito francese che in quel 1812 aveva invaso la Russia) ricavandone delle sfere coperte di piombo, in tutto simili a ordinarie palle di cannone. Ma quando, a causa della goffaggine dello stesso Paperino, le presunte munizioni vengono spedite al fronte, lui in persona sarà incaricato di recarsi nel bel mezzo della battaglia di Borodino e recuperarle non appena vengono sparate, dotato di un improbabile retino a maglie d'acciaio.

Restituite dopo molte peripezie le preziose palle di cannone al vecchio zio, Paperino trova la stabilità affettiva grazie all'amore della bella Natascia Rostof, che aveva conosciuto nei pressi di Borodino e che era stata determinante per il buon esito della vicenda.

Aspetto fisicoModifica

Paperino Paperzukoff è in tutto simile a Paperino tranne che per l'abbigliamento. A differenza della maggior parte dei personaggi dei fumetti Disney, peraltro, non ha un vestiario definito una volta per tutte, ma indossa vari indumenti nel corso della storia. In occasioni importanti è vestito elegantemente con giacca verde, camicia e cravattino, in altri casi porta una semplice tunica rossa e un colbacco.

CarattereModifica

Paperino Paperzukoff è chiaramente ispirato al tolstoiano Pierre Bezuchov, protagonista del romanzo Guerra e pace, uno dei personaggi più complessi della letteratura degli ultimi secoli. Naturalmente, la rivisitazione in chiave Disney di questa figura letteraria non può non risultare estremamente semplificata e alleggerita da numerosi risvolti comici.

D'altra parte, uno dei motivi di interesse della parodia è che Paperino Paperzukoff non è una semplice caricatura, ma con Pierre ha in comune un percorso di maturazione: per entrambi a una giovinezza scapestrata segue un processo di sempre maggior consapevolezza dei propri doveri. Attraverso il duro lavoro in fonderia e poi l'esperienza della guerra (benché, com'è ovvio, si tratti di una guerra allegramente rivista in chiave disneyana) e della prigione, Paperino diventa caratterialmente più adulto e grazie a Natascia conosce anche la maturità dei sentimenti.

Poi, non possono mancare i risvolti caratteriali più propriamente comici, ispirati ai difetti del moderno Paperino: il conte è pigro, pauroso, amante della vita comoda e talvolta goffamente vanaglorioso; peraltro quando le circostanze lo richiedono non manca di intelligenza e di coraggio.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.