FANDOM


  • Paperino Paperotto e il tesoro dal passato
  • Commenti



Paperino Paperotto e il tesoro dal passato
Paperino Paperotto e il tesoro dal passato
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2920-4
Sceneggiatura:Valentina Camerini
Disegni:Emilio Urbano
Prima uscita:15 novembre 2011
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:25
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Paperino Paperotto e il tesoro dal passato è una storia di Valentina Camerini e Emilio Urbano, pubblicata per la prima volta sul numero 2920 di Topolino.

TramaModifica

Paperino Paperotto è arrabbiato e spiega a Nonna Papera che Miss Witchcraft ha assegnato come compito una ricerca sulla storia di Quack Town e quindi non potrà leggere il nuovo romanzo di Sherlock Paper che è arrivato a Louis. Nonna Papera gli consiglia per il compito di andare al museo cittadino per docuemntarsi.

Il giorno dopo Paperino (insieme agli amici Luois, Tom, Betty Lou e Millicent) si reca al museo che però è in uno stato molto trascurato. Inoltre pare ci sia appena stato un furto. I piccoli paperi incontrano il guardiano Bob Bonstrof che dice che è stata rubata la statuetta di un orso e forse il motivo è una leggenda secondo cui nei mosaici che la ricoprono ci sia la mappa di un tesoro. Mentre Bob va dallo sceriffo, Paperino decide di indagare immaginandosi già un investigatore e litigando con Tom. Louis e Millicent trovano un diario appartenente ad un cercatore d'oro che un tempo frequentava il posto (quando era un saloon) coi suoi due amici. I tre non riuscirono a trovare nulla nonostante avessero scavato fino al fondo della miniera ed inoltre sentirono degli strani rumori che li spaventarono. Paperino conosce una grotta nei paraggi che potrebbe corrispondere.

Arrivati, hanno la conferma che è il posto giusto ed arrivano fino alla fine della miniera con di fronte un ammasso di pietre. Paperino trova un passaggio in mezzo alle rocce scoprendo una cavità segreta. Betty Lou trova un impronte di orso e Louis riprendendo il diario scopre che i cercatori scoprirono che i rumori erano gli orsi in letrago che stavano disturbando e lasciarono delle ciotole con dentro del cibo per loro prima di andarsene. I paperotti trovano proprie quelle ciotole che hanno gli stessi mosaici della statuetta rubata, anche quella presente nella grotta. Guardando delle strane impronte, Paperino capisce chi è il responsabile.

Paperino fa radunare tutti al museo inclusi i suoi sospetti: Miss Witchcraft, Nonna Papera, lo Sceriffo Marble ed il custode. E' quest'ultimo il colpevole poichè ha un piede più grande dell'altro e le sue impronte sono inconfondibili. I paperotti scoprono che in realtà è stato tutto un piano ideato dagli adulti per suscitare loro interese nella storia della città rendendola avventurosa e capire come il passato sia un tesoro prezioso. Cercando di rimettere la statuetta a posto, Paperino e Tom la rompono rivelando al suo interno delle reali pepite d'oro. Bob racconta quindi un altra parte della storia: una volta che gli orsi uscirono dal letargo, i tre cercatori trovarono davvero dell'oro ma, dato che avevano capito che la vera ricchezza era stata l'aventura vissuta, lo nascosero nella statuetta creando la leggenda del tesoro per far modo che qualun'altro vivesse un avventura simile. Paperino propone di usare l'oro per ristruttarare il museo e, mentre i paperotti fantasticano sulle modifiche da fare, si scopre da una foto che Bob era uno dei cercatori.

Pubblicazioni italianeModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.