FANDOM




Paperino - Vita da lattaio
Vitadalattaio
Informazioni generali
Nome originale:Donald the Milkman
Codice Inducks:CS WDC 215
Sceneggiatura:Carl Barks
Disegni:Carl Barks
Prima uscita:1974, Donald Duck 1947-74 (Olanda)
Prima uscita italiana:1980, Complete Carl Barks n° 32
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:10
Lingua originale:inglese



Paperino - Vita da lattaio (titolo originale, Donald the Milkman; altri titoli italiani, Vita da lattaio e Paperino "vita da lattaio") è una storia scritta e disegnata da Carl Barks, pubblicata per la prima volta nel 1974.

Trama

Paperino ha un nuovo lavoro: effettua le consegne per conto di un'azienda di latte e latticini. Il lavoro è molto duro e il papero è costretto ad alzarsi alle tre del mattino, ma grazie all'impegno e allo spirito di sacrificio ottiene risultati molto soddisfacenti. L'unico problema è dato da un cliente dall'aspetto suino, che vorrebbe far licenziare Paperino per prendere il suo posto, convinto che lavorando come lattaio potrebbe facilmente truffare l'azienda e arricchirsi.

Così, mentre Paperino consegna il latte prima dell'alba, il maiale gli tende una serie di trappole per farlo cadere, fargli rompere le bottiglie e provocare al tempo stesso un forte rumore, in modo che i paperopolesi si lamentino; e lui stesso è il primo a telefonare all'azienda lattiera per protestare contro il papero.

In un primo momento Paperino si impone, sia per etica professionale che per non incorrere in sanzioni da parte dei suoi datori di lavoro, di sopportare la persecuzione dell'odioso cliente, ma dopo un po', d'accordo con Qui, Quo, Qua, accorsi ad aiutare lo zio, perde definitivamente la pazienza e sottopone il suo avversario a una raffinata vendetta, legandogli la camicia da notte alle caviglie e riempiendola di latte ghiacciato.

Il suino è convinto che con quest'azione punitiva Paperino si sia giocato il posto, e chiama l'azienda per chiedere se un posto di lattaio è libero. Gli viene risposto di sì, ma non perché Paperino sia stato licenziato: anzi, il direttore ha voluto premiare la serietà nel lavoro del papero, testimoniata unanimemente da tutti gli altri clienti, attribuendogli la promozione a un ruolo dirigenziale.

Analisi

Nel 1957 Barks produsse una delle sue consuete storie che vedono Paperino alle prese con diversi lavori, opponendo al protagonista uno sleale avversario dall'aspetto suino che ricorre variamente nella sua produzione, benché spesso con nomi diversi (ad esempio in Paperino e la valle proibita). Nella vicenda Paperino svolge il suo compito in maniera esemplare, e la sua onestà, la sua laboriosità ma anche il suo sdegno contro la sopraffazione vengono alla fine premiati, tanto quasi da rappresentare - insolitamente anche per la caratterizzazione barksiana, che per lo più raffigura un Paperino volenteroso ma non esente da difetti - un modello positivo per il cosiddetto American way of life particolarmente in voga in quegli anni. D'altronde, malgrado questa rappresentazione positiva del protagonista, la scena della vendetta fu considerata eccessiva, tanto da costare alla storia una censura terminata ben oltre il pensionamento dell'autore.

Tabù2

Una delle vignette giudicate inopportune dalla censura.

Censure

Come detto, Paperino - Vita da lattaio, scritta da Barks nel 1957, fu rifiutata all'epoca dal suo editore per la scena della vendetta nei confronti del subdolo avversario. La storia, una delle poche del Maestro dell'Oregon a essere stata apertamente respinta dalla casa editrice, rimase inedita per diciassette anni, fino alla prima pubblicazione in Olanda nel 1974 (quando paradossalmente si poteva considerare ormai anacronistica, dato che la diffusione dei frigoriferi e del latte a lunga conservazione aveva reso superata la figura del lattaio incaricato di consegnare la merce porta a porta in tempo per la colazione dei clienti).

Pubblicazioni in Italia

In Italia la storia è stata pubblicata quattro volte:

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.