FANDOM




Paperinika contro Paperinik
Paperinik contro Paperinika
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 923-AP
Sceneggiatura:Guido Martina
Disegni:Giorgio Cavazzano
Prima uscita:5-12 agosto 1973

Topolino 923-924

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:63
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Arnoldo Mondadori Editore



Paperinika contro Paperinik è una storia scritta da Guido Martina e disegnata da Giorgio Cavazzano, pubblicata per la prima volta in due puntate il 5-12 agosto 1973 su Topolino 923-924.

Quest'avventura è la seconda apparizione del personaggio di Paperinika è ed il seguito della sua storia d'esordio: Paperinika e il filo di Arianna.

TramaModifica

I episodioModifica

Paperina si trova a casa sua quando riceve l'inaspettata visita di Genialina Edy Son, la sua brillante amica inventrice. Questa le regala un manichino assolutamente identico a lei, con incorporati microfoni e telecamere, che potrà servire al suo alterego Paperinika. L'amica inoltre avverte che Sirena Seducy e i suoi complici sono stati scarcerati per mancanza di prove a loro carico.

Le due amiche si dirigono al Teatro comunale dove Paperina è una relatrice di una conferenza sul sessismo e il femminismo. In platea c'è anche Paperon de' Paperoni, accompagnato dai "migliori giornalisti del Papersera": Paperino e Paperoga. Per dimostrare l'assoluta supremazia del sesso femminile su quello maschile, Paperina racconta al pubblico la brillante impresa compiuta da Paperinika e la figuraccia di un certo membro del sesso maschile. Paperino, sebbene il suo nome non sia stato menzionato durante la conferenza, si sente profondamente offeso, anche perché Paperina ha osato addirittura offendere Paperinik.
Paperino riesce a convincere Paperoga a travestirsi da Paperinik e tentare il rapimento della sua fidanzata. In questo modo Paperina ritroverà il doveroso timore nei confronti del Diabolico Vendicatore e Paperino, intervenendo coraggiosamente per salvarla, si riscatterà ai suoi occhi.

I due cugini si intrufolano nella casa di Paperina, ma per errore rapiscono la copia costruita da Genialina e, ignari dell'errore, si dirigono proprio al covo della banda di Sirena Seducy, non sapendo che i tre fuorilegge sono stati da poco scarcerati. Paperoga riesce a fuggire, mentre Paperino viene catturato dalla banda di criminali, che lo riconoscono come il nipote di Paperon de' Paperoni e che non hanno ancora abbandonato i loro piani di assalto al Deposito.
Intanto Paperina torna a casa e non trova più il suo manichino e crede che i banditi per vendicarsi la volessero rapire, ma sono stati tratti in inganno dal pupazzo. È tempo che Paperinika faccia giustizia.

II episodioModifica

Sulla nuova motocicletta costruita da Genialina, Paperinika arriva velocemente al covo, ma viene facilmente catturata da Brutus e dai suoi compagni, che la rinchiudono con Paperino. Il papero in blusa da marinaio ascolta la storia della papera mascherata e per non farla infuriare s'inventa di aver visto i banditi con il manichino, ma credendolo la vera Paperina si era subito lanciato all'inseguimento per salvarla, ma i tre avevano avuto la meglio contro di lui.

Grazie all'armamentario della papera mascherata, i due prigionieri sono presto liberi e separatamente si dirigono subito al Deposito, dove sono diretti anche i tre furfanti che vogliono le ricchezze del ricco papero in cambio della vita dei suoi due nipoti. Paperino lungo la strada recupera lo spaventato Paperoga e si serve del cugino per dimostrare che lui e Paperinik non sono la stessa persona, poi nei panni del suo alterego si lancia all'inseguimento dei banditi, che cattura senza troppi problemi, poco dopo lo raggiunge anche Paperinika, ma i due sono costretti a lasciarsi perché è in arrivo una pattuglia della polizia.

La storia si conclude con Paperina che scopre, grazie alle telecamere del manichino, chi sono i veri colpevoli del suo tentato rapimento e lei assieme a Paperone inseguono i due cugini pasticcioni, che avevano creduto di essere oramai al sicuro.

AnalisiModifica

Contrariamente a ciò che potrebbe far pensare il titolo della storia, in questa avventura non vi è un vero e proprio scontro tra i due paladini di Paperopoli. La protagonista indiscussa della vicenda è sicuramente Paperinika, mentre il Diabolico Vendicatore ha un ruolo esclusivamente marginale e assolutamente secondario per lo svolgimento della trama.

Quest'episodio è strettamente interconnesso con la precedente storia Paperinika e il filo di Arianna e assieme alla storia Paperinika e la selvaggia banda dei Mekanos costituisce la trilogia di Paperinika che Guido Martina ideò per questo personaggio. Poi l'autore torinese abbandonò definitivamente il proprio personaggio.

CuriositàModifica

Pubblicazioni italianeModifica

Storia precedente Paperinik allo sbaraglio Storia successiva
Paperinik allo sbaraglio

Paperinik allo sbaraglio

5-12 agosto 1973 Paperinik e le intercettazioni telefoniche

Paperinik e le intercettazioni telefoniche

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.