FANDOM




Paperinik allo sbaraglio
Paperinik allo sbaraglio
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 908-AP
Sceneggiatura:Guido Martina
Disegni:Massimo De Vita
Prima uscita:22-29 aprile 1973

Topolino 908-909

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:60
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Arnoldo Mondadori Editore


"Polluce è il gemello di un gemello che si chiama Castore! E noi siamo due gemelli incaricati di appaiare due gemelli"
I sequestratori di Paperino

Paperinik allo sbaraglio è la nona avventura del ciclo di Paperinik, che Guido Martina, aveva provvisoriamente interrotto per scrivere la storia Paperinika e il filo di Arianna. Questa storia è come sempre disegnata da Massimo De Vita ed è stata pubblicata in due episodi il 22-29 aprile 1973 su Topolino 908-909.

Trama

I episodio

Paperino approfitta dell'assenza dei nipotini per provare il nuovo armamentario di Paperinik. Mentre si esercita coi tappi radio-amplificatori capta una conversazione dinanzi al cancelletto di casa sua. Due misteriosi individui vogliono somministrargli il siero dell'obbedienza per sfruttarlo senza che lui possa opporre resistenza. Paperino, servendosi dell'uscita del suo rifugio si reca subito dal suo amico Archimede per farsi somministrare una dose di antidoto contro questo fantomatico siero. Paperino, dopo essere ritornato a casa, si lascia facilmente sopraffare dai due individui che erano appostati al suo cancelletto e, dopo che gli hanno iniettato il siero, finge di essere completamente ai loro ordini.

I due individui che sono due gemelli omozigoti, si vogliono servire di lui per concludere lOperazione Polluce. Egli dovrebbe recarsi al Deposito e rubare la statua dell'eroe mitologico Polluce che Paperon de' Paperoni custodisce gelosamente. Paperino fingendo di obbedire alle direttive, si ritira in camera sua per poter riposare un poco prima del furto di quella sera, ma scende nel rifugio per travestirsi da Paperinik. Il papero mascherato pone sotto la sua obbedienza, grazie a una siringa piena di siero che gli aveva fornito Archimede, il più ingenuo dei due banditi, e mette fuori uso l'altro, poi si reca al Deposito, poiché vuole scoprire chi sia Mister Mistero, la cui mente ha ordito questo piano diabolico.

Paperinik prova a farsi consegnare spontaneamente la statuetta da Paperone, ma ovviamente il vecchio papero non cede mai volontariamente le proprie proprietà, e il Diabolico Vendicatore è costretto a servirsi della forza.

II episodio

Dopo essersi impossessato della statua di Polluce, si fa accompagnare dal gemello al luogo dell'appuntamento con Mister Mistero. Dopo che è avvenuto lo scambio, Paperinik pedina la limousine sino a una maestosa villa scoprendo in questo modo l'identità del mandante: Rockerduck.

Senza farsi tanti scrupoli, il papero mascherato irrompe con le armi in pugno nella tenuta e costringe Rockerduck a dire tutta la verità. Il magnate del petrolio voleva riunire le due statue dei Dioscuri perché secondo la leggenda, colui che li avrebbe appaiati avrebbe trovato un enorme ricchezza. Con sagacia Paperinik svela il mistero dei due gemelli mitologici trovando una mappa del tesoro.

Il giorno dopo Paperino consegna a nome del suo amico Paperinik la mappa del tesoro a Paperone, come risarcimento del furto della statua di Polluce e il vecchio papero trascina con sé il povero nipote alla ricerca del nuovo inestimabile tesoro.

Analisi

Come era già accaduto nella storia Il doppio trionfo di Paperinik, Paperino si serve della sua identità segreta non tanto per vendicare i torti subiti nella sua vita quotidiana, quanto per eleggersi a ruolo di giudice e regolare le continue diatribe che oppongono Paperone a Rockerduck. Tuttavia non è il papero mascherato che sceglie questo incarico, ma vi viene tirato dentro suo malgrado e inevitabilmente prende le difese del suo vecchio zio.

Il punto di forza di questa storia non è tanto la trama, quanto i brillanti dialoghi che Martina scrive per i suoi personaggi e che contraddistinguono da sempre la produzione di questo autore. I rapporti tra i paperi disneyani sono molto tesi, quasi sempre pronti a sfociare in una rissa e mantengono costantemente alta la tensione che si respira durante la lettura.[1]

Curiosità

Dopo aver richiamato il mito di Teseo e Arianna nella storia Paperinika e il filo di Arianna, Il Professore pone in questa storia un altro riferimento alla mitologia greca. Si tratta dei Dioscuri, i gemelli Castore e Polluce figli di Zeus e fratelli di Elena di Troia, che presero parte alla ricerca del Vello d'Oro.[2]

Ristampe

Note

  1. [1] Editoriale introduttivo alla storia pubblicato su Paperinik Appgrade 10
  2. [2] Pagina dei Dioscuri su Wikipedia
Storia precedente Paperinik allo sbaraglio Storia successiva
Paperinika e il filo di Arianna

Paperinika e il filo di Arianna

22-29 aprile 1973 Paperinik contro Paperinika

Paperinika contro Paperinik

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.