FANDOM




Paperinik a mani nude
Paperinik a mani nude
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 1656-A
Sceneggiatura:Bruno Concina
Disegni:Massimo De Vita
Prima uscita:23 agosto 1987
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:33
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Arnoldo Mondadori Editore



Paperinik a mani nude è una storia di Bruno Concina e Massimo De Vita, pubblicata sul numero 1656 di Topolino.

Trama

Paperinik decide di fermarsi al lago fuori città per riposarsi un pò con una nuotata a causa dell'afa estiva. Poco distante da lui i Bassotti, cappeggiati da Nonno Bassotto, stanno facendo un picnic lamentandosi come l'eore renda difficile il loro lavoro. I ladri notano Paperinik ed approfittano della situazione per rubare la 313-X con dentro l'armamentario dell'eroe. Paperinik li vede troppo tardi ed è costretto a tornare a casa grazie ad un passaggio in automobile, preoccupato per come li useranno.

I Bassotti infatti, dopo aver imparato ad usare i comandi per volare, assaltano un portavalori. Paperinik, giunto sul posto con una bici, si trova in difficoltà e viene inseguito dai ladri. Riesce però a farli entrare in un vicolo troppo stretto che rompe le ali della macchina facendoli cadere. I ladri sono costretti ad abbandonare la refurtiva e scappare all'arrivo della polizia. Più tardi, nel loro covo segreto sottoterra, Nonno Bassotto proprone di agire di nuovo, ma di notte. I Bassotti così assaltano una gioellieria usando il braccio meccanico della 313-X. Paperinik però li ha osservati e, approfittando del fatto che il braccio meccanico si blocchi spesso, prepara una trappola che lo trancia del tutto e finge che stia arrivando la polizia mettendoli in fuga. Nonno Bassotto però non vuole darsi per vinto e decide di scassinare un negozio alla vecchia maniera. Mentre i ladri sono impegnati a forzare la saracinesca, Paperinik ne approfitta per sbaotare la sua macchina facendo schiantare contro un campione i ladri che sono costretti ad abbandonarla.

I Bassotti però hanno ancora la pistola paralizzante e gli stivali a molla. Decidono così di sfruttarli per rapire Mister Opim, il re dei Supermercati. Paperinik però ha intuito le loro intenzioni ed usa un cartellone (con la pubblicità di Topolino) per far cascare un bassotto dentro un tombino mentre usa gli stivaletti. Con la pistola paralizzante scarica, i ladri decidono a questo punto quindi di attaccare fisicamente e ne parte una rissa da cui l'eroe riesce a sgusciare via lasciando che si picchino tra di loro. I Bassotti vengono così arrestati e Paperinik porta la 313-X da Archimede per farla riparare. Dalla rissa però ne ha ricavato un occhio nero.

Curiosità

  • Mister Opim è una citazione al marchio Upim, nota (all'epoca) catena di supermercati.

Pubblicazioni italiane

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.