FANDOM


  • Paperina e i papiri del Pah-Peh-Rheo
  • Commenti


Paperina e i papiri del Pah-Peh-Rheo
Paperina e i papiri del Pah-Peh-Rheo
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 750-A
Prima uscita:12 aprile 1970
La storia
Personaggi principali:
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:The Walt Disney Company


Paperina e i papiri del Pah-Peh-Rheo è una storia scritta da Guido Martina e disegnata da Giovan Battista Carpi, secondo capitolo della saga Storia e gloria della dinastia dei paperi. Questo episodio narra della prima moneta che conduce i paperi nell'antico Egitto, sulle tracce di una loro antica antenata che è stata faraone di quell'antico regno, tal Cleopat-Perina.

TramaModifica

Modifica

Al contrario di quanto avviene nei capitoli dal terzo al settimo, il secondo episodio della saga è preceduto da un prologo ambientato nel presente e direttamente riallacciato alla fine del precedente (Zio Paperone e il rimbombo lunare): subito prima dell'inizio della storia Paperino ha gettato in mare un cofano pieno di preziosissime monete antiche che Paperon de' Paperoni aveva riportato sulla Terra dopo averlo tenuto per un certo tempo nascosto sulla Luna, e si rende conto che dovrà affrontare l'ira del ricco zio dopo che questi avrà superato una quarantena di alcune settimane. Tuttavia, Qui, Quo, Qua notano nel mezzo spaziale usato da Paperone per effettuare il suo viaggio extraterrestre alcune monete, che evidentemente erano cadute dal cofano durante il tragitto, e le portano a casa. Si tratta di sette monete tutte diverse e appartenenti a epoche differenti, che, malgrado la perdita irreparabile della maggior parte del contenuto del cofano, possono ancora servire a illustrare la storia della stirpe dei paperi: per di più le monete hanno una proprietà magica, in quanto se sfregate possono far assistere alla loro storia. Dopo una visita al direttore del museo, che conferma che la moneta più antica aveva corso durante il regno della faraona egizia Cleopat-Perina, i nipotini, una volta a casa, decidono di sfregarla per venire a conoscenza della storia dei loro antenati.

Eventi storiciModifica

Si inizia, quindi, con una complessa vicenda egiziana, che oltre a Cleopat-Perina vede protagonisti il ricchissimo tesoriere (e zio della faraona) Pah-Peh-Rheo, un nipote e tre pronipoti di quest'ultimo, l'inventore Arkimedes Pitagorikon e in qualità di oppositori i temibili Beduini del Basso Nilo. La vicenda mostra inizialmente il Pah-Peh-Rheo mentre, aiutato dai nipoti, guida una carovana di cammelli apparentemente privi di carico: un tentativo di assalto dei Beduini viene sventato proprio perché gli animali non sembrano portare nessuna merce preziosa (ma in realtà si trattava di dromedari, a cui il tesoriere aveva aggiunto una seconda gobba finta, costituita da un sacco di monete d'oro). Il Pah-Peh-Rheo arriva così al suo deposito a forma di piramide, ideato dal geniale Arkimedes, e fa scaricare dai parenti il prezioso carico.

Nel frattempo i Beduini decidono di rapire la faraona per poter chiedere un riscatto al ricco zio: grazie all'inettitudine del nipote del Pah-Peh-Rheo, due di loro riescono a entrare nel palazzo imperiale nascosti in un'enorme cesta di frutta e portano con sé Cleopat-Perina. Il Pah-Peh-Rheo finge di accettare le condizioni dei rapitori, li conduce alla piramide e li esorta a prendere l'oro contenuto, dopodiché si allontana insieme alla faraona e agli altri parenti.

In realtà la piramide conteneva solo sacchi di sabbia: il furbo tesoriere aveva fatto costruire un deposito così appariscente proprio per attrarre l'attenzione, ma il suo tesoro era altrove. I paperi riescono in ogni caso a fuggire, ma decidono di lasciare l'Egitto: Cleopat-Perina sposerà un ricco armatore greco, mentre il Pah-Peh-Rheo e i nipoti si rifugieranno a Roma, dove si svolgerà il successivo episodio della saga.

Curiosità Modifica

  • La voce narrante indica che la storia del Pah-Peh-Rheo si svolge 2500 anni or sono nell'Antico Egitto ovvero nel 530 a.C. ca, tuttavia nell'episodio successivo vediamo Pippus Augustus (chiaramente ispirato a Ottaviano Augusto) citato appunto come primo imperatore romano e successore di Giulio Cesare, perciò l'episodio precedente che si svolge verosimilmente poco prima, potrebbe essere ambientato tra il I secolo a.C. e il I secolo d.C. Probabilmente l'indicazione data da Guido Martina non dev'essere letta in senso letterale.
Storia precedente Paperina e i papiri del Pah-Peh-Rheo Storia successiva
Zio Paperone e il rimbombo lunare

Zio pap rimbombo

12 aprile 1970 Petronius Paperonius e i sesterzi di Pippus Augustus

Petronius Paperonius e i sesterzi di Pippus Augustus01


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.