FANDOM




Paperiade
Paperiade

Prima pagina

Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 202-AP
Sceneggiatura:Guido Martina
Disegni:Luciano Bottaro
Prima uscita:10 gennaio - febbraio 1959,

Topolino 202 - 204

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:83
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Arnoldo Mondadori Editore



"Cantami, o diva, con sonante rima / l'ira di quell'eroe di chiara fama / che per aver perduto onore e stima / tentando di salvar l'amata dama, / in collera montò fiera e tremenda, / quindi si ritirò sotto la tenda."
la prima delle tre sestine che introducono la storia

La Paperiade è una storia del 1959, parodia del poema omerico Iliade. Gli autori sono Guido Martina (sceneggiatura) e Luciano Bottaro (disegni). Come altre parodie degli anni '50 e '60, è ambientata (almeno parzialmente) a Paperopoli e vede protagonisti i personaggi del presente.

TramaModifica

Paperon de' Paperoni convoca i parenti per mostrare loro una sua preziosa proprietà. Gastone, giunto prima degli altri, si impossessa dell'oggetto - una dama magica in grado di moltiplicare il riso - e fugge con esso in un'isola semideserta detta Terra d'Olio.

Paperone sfrutta l'equivoco in cui cade Paperino - convinto che Gastone abbia rapito Paperina per farne la sua dama - per spingere i parenti (ai quali si aggrega Pippo) all'inseguimento di Gastone. Quest'ultimo, in combutta con i Bassotti, è asserragliato nel suo rifugio nella Terra d'Olio e non ha nessuna intenzione di cedere la dama.

Dopo varie vicende, i paperi riescono a espugnare il rifugio di Gastone, ma durante una colluttazione fra Paperino e il cugino la dama va in frantumi, dividendosi esattamente nelle 64 caselle che la componevano. Però, il potere magico di moltiplicare il riso è legato a una sola combinazione delle caselle fra milioni di possibilità: e Paperino e Gastone sono obbligati dal ricco zio a provarle tutte, presumibilmente passando mesi e anni prima di riuscirci.

AnalisiModifica

La Paperiade ha un legame abbastanza vago con l´Iliade omerica, di cui si limita a riprendere parodisticamente alcuni motivi. La storia si può considerare come la prima di un'ideale trilogia (comprendente anche la Paperodissea e la Paperopoli liberata, sceneggiate sempre da Guido Martina nel decennio successivo): le tre parodie hanno infatti in comune l'ambientazione nell'universo dei paperi del presente con i personaggi consueti (più alcune presenze dell'universo dei topi: in tutte e tre le storie compare Pippo), una certa indipendenza dalle opere di riferimento - in tutti e tre i casi poemi epici - , tanto che le somiglianze si riducono per lo più a singoli spunti che possono essere colti dal lettore che già conosce le opere letterarie, ma anche rimanere inosservati soprattutto al pubblico più giovane (in ogni caso queste tre parodie possono essere interpretate come storie avventurose a sé stanti).

Pubblicazioni in ItaliaModifica

  • Topolino 202 (1959)
  • I Classici di Walt Disney (prima serie) 8 - Paperepopea (1962)
  • I Classici di Walt Disney (seconda serie) 19 (1978)
  • Le grandi parodie (Mondadori) 4 - Le grandi parodie del clan dei paperi (1988)
  • Capolavori Disney 3 - Le grandi storie di Luciano Bottaro 1959 (1992)
  • Le grandi parodie (Disney) 13 - Paperiade (1993)
  • Le grandi parodie (rilegate) 6 - Paperiade - Paperodissea (1994)
  • Super Miti Mondadori 47 - Il Papero di Troia (2004)
  • I Classici della Letteratura 2 - Paperodissea (2006)
  • I Classici della Letteratura (2a edizione) 2 - Paperodissea (2013)
  • Raccolta Le Grandi Parodie (Disney) (2013)