FANDOM




Paperenzo Strafalcino
Paperenzo Strafalcino
Informazioni generali
Residenza:risiedeva in un paesino sul Lago di Como
Data di nascita:Imprecisata (da supporre intorno al 1600)
Prima apparizione:I promessi paperi (19 settembre 1976)
Creato da:


Famiglia
Coniuge:Nessuna (ma si suppone che dopo la fine della storia sposerà Lucilla Paperella)
Parenti:




"Ad alcuni la fortuna arride spesso. Ad altri qualche volta. A Paperenzo mai"
Il narratore onnisciente su Paperenzo Strafalcino

Paperenzo Strafalcino è un personaggio della banda Disney creato da Edoardo Segantini e Giulio Chierchini. È ispirato a Paperino ed è comparso in un'unica storia di cui è protagonista, la parodia Disney I promessi paperi.

Storia Modifica

Paperenzo Strafalcino è un personaggio ispirato a Paperino, vissuto in Lombardia nel Seicento (ammesso che la parodia si svolga intorno al 1630 come i Promessi Sposi, Paperenzo potrebbe essere nato nel 1600 circa, dimostrando, come Paperino, circa trent'anni). È possibile che si tratti di un antenato di Paperino o di altri paperi, ma la circostanza non è chiarita.

Paperenzo è "poeta ditirambico a tassametro", ossia compone ed esegue a pagamento poesie e musiche, accompagnandosi con la mandola (e per questo è soprannominato "il cacofonico" da Don Paperigo). Benché il suo lavoro non gli permetta altro che una vita di stenti, la compaesana Lucilla Paperella è fortemente intenzionata a sposarlo e a costringerlo a lavorare duramente per mantenere un alto tenore di vita: Paperenzo è di carattere troppo debole per opporsi all'esigente promessa sposa.

Le cose si complicano quando, per scongiurare il rischio di un proprio matrimonio con la "rompiscatole lombarda" Gertruda da Monza, il signorotto dei luoghi Don Paperigo cerca di incastrare lo sprovveduto Paperenzo, in modo che sia lui a sposare la monzese. Dopo una serie di avventure che vede il menestrello prima a Milano, poi ospite del cugino Gastolo, poi prigioniero dell'altro signorotto Mainomato, le cose si risolvono grazie all'intervento di Gertruda stessa. Si suppone che Paperenzo finirà, non è dato sapere quanto di buon grado, per sposare la terribile Lucilla.

Aspetto fisicoModifica

Paperenzo Strafalcino è in tutto simile a Paperino tranne che per l'abbigliamento: indossa una giacca verde, un cappello nero con una piuma e una grossa fibbia, e non si separa mai dalla sua mandola.

CarattereModifica

Paperenzo, al contrario del Renzo Tramaglino di cui dovrebbe essere la controparte disneyana, ha un carattere debolissimo, malinconico e pauroso. Più similmente a Paperino è perseguitato dalla sfortuna, ma laddove il papero riusciva in qualche modo ad affrontare la natura avversa qui il povero Paperenzo è totalmente assoggettato dalla malasorte, ancor più del papero moderno: il destino pare accanirsi contro il meschino, mettendolo in situazioni critiche che lui non è in grado di affrontare, e costringendolo a confrontarsi con personaggi duri e spietati. La sua reazione preferita, in questi casi, è la fuga. Come per molti altri personaggi della vicenda non ha molto a che spartire con il personaggio moderno di riferimento, infatti, perde l'irascibilità che presenta Paperino e che lo caratterizza, ed è anzi quasi l'opposto del carattere mite e debole di Paperenzo, differenziando notevolmente i due personaggi.

Lo stesso rapporto di Paperenzo con Lucilla Paperella non sembra basato sull'amore (nessuno dei due manifesta mai il minimo sentimento di affetto per il futuro coniuge), ma sul desiderio di lei di non rimanere zitella e sulla paura che incute al fragile promesso, e lo stesso Paperenzo sembra considerarlo un obbligo più che una scelta.

In un solo caso Paperenzo appare dotato di una qualche astuzia e intraprendenza: quando, imprigionato da Mainomato e da lui costretto a firmare un impegno di matrimonio con Gertruda, dedica al signorotto una canzone in cui insiste sul rapporto di soggezione di Mainomato stesso nei confronti di Don Paperigo. Il nobile, punto sul vivo, decide di lasciar libero il menestrello pur di fare un dispetto al rivale Don Paperigo.

CuriositàModifica

  • Gertruda da Monza sembra l'unica ad apprezzare le interpretazioni musicali di Paperenzo, considerate orribili da tutti gli altri personaggi della parodia.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.