FANDOM



 

PK Tube
PK Tube
Copertina
Informazioni generali storia lunga
Sceneggiatura:Alessandro Sisti
Disegni:Alberto Lavoradori
Prima uscita:Marzo - Aprile 2016
Casa editrice:Walt Disney Company Italia
Lingua:Italiano
Pagine:10
Personaggi storia lunga
Personaggi principali:


PK Tube è una miniserie di 6 episodi brevi (dieci pagine ciascuno), scritta da Alessandro Sisti, disegnata da Alberto Lavoradori e colorata da Max Monteduro per omaggiare i 20 anni di Pikappa; non a caso, gli autori sono gli stessi del primo episodio della saga. La serie è cominciata a marzo 2016 e terminata ad aprile 2016.

La SerieModifica

Uno degli scopi della miniserie è preparare il ritorno di Uno ed Everett Ducklair. Ai due personaggi viene dato uno spazio talmente ampio da mettere in secondo piano lo stesso PK, che appare in solo tre episodi su sei. I PK-tube del titolo sono i filmati con le imprese del supereroe, che Uno riguarda nostalgicamente durante il suo soggiorno su Corona assieme a Everett.

Trama Modifica

Pk-Tube Modifica

La storia si svolge poco dopo la conclusione di Evroniani.

Obbedendo alla direttiva di sicurezza n. 1, inserita nel suo programma da Everett Ducklair, che gli vieta di rivelare i segreti della Ducklair Tower, Uno spinge, con un pretesto, PK a una missione suicida contro una pattuglia evroniana, perché sia coolflamizzato e dimentichi ciò che ha scoperto. Quando però il computer vede il suo nuovo amico in balia degli alieni, non può fare a meno di intervenire attraverso lo scudo extransformer, di salvarlo e, in seguito, di cancellare la direttiva n. 1. Lo stesso Ducklair, anni dopo, implicitamente approva il suo operato.

Il giorno del fondatore Modifica

La storia si svolge nel 22. secolo, prima che Uno riceva da Everett il suo corpo sintetico (Le parti e il tutto).

Il giorno del fondatore

Nella Ducklair Tower, deserta e dichiarata monumento storico, Uno, oltre a dirigere la Robolab, passa il tempo rivedendo i filmati con le imprese di PK o facendo rivivere i giornalisti di 00 Channel come ologrammi. Quando alcuni ladri di tecnologia penetrano casualmente nel grattacielo abbandonato, Uno prima li spaventa con i “fantasmi” dei giornalisti, poi li fa catturare dai suoi nuovi droidi e li consegna alla polizia. Presentandosi agli agenti, sempre sotto forma di ologramma, il computer assume per la prima volta l’identità di Odin Eidolon.

Il peso della conoscenza Modifica

La storia si svolge durante il soggiorno di Pk a Dhasam-Bul (Missing).

Il peso della coscienza

Recatosi nel monastero per imparare le arti marziali, Pk mal sopporta la vita ascetica, tanto che il suo maestro Everett Ducklair, per farlo ripartire, lo sottopone a una prova difficile e pericolosa (meditare sotto un enorme sasso appeso a una catena malferma). Invece, PK supera la prova, dimostrando di essere spinto da motivazioni pure e altruistiche. Per questo, anche se il papero mascherato lascia il monastero quel giorno stesso, rinunciando a progredire ulteriormente, il priore mette ugualmente il suo ritratto nella galleria dei monaci che hanno raggiunto l’illuminazione.

Cambio di programma Modifica

La storia si svolge fra Gli argini del tempo e Il raggio nero.

Cambio di programma

In seguito all’interesse del pubblico per gli evroniani, Angus si reca nel magazzino che serve da archivio ai vecchi filmati di 00 Channel per ripescare le riprese dell’attacco alieno al party di Patemi. Lo accompagna Lyla, preoccupata perché il filmato potrebbe rivelare la sua natura di droide. Con l’aiuto di un archivista, apparentemente goffo e pasticcione, la giornalista riesce a tenere nascosto ad Angus il materiale compromettente, fino a quando non è cancellato. L’“archivista” è in realtà Camera 9 (qui per la prima volta a faccia scoperta) che, come sempre, ha aiutato l’amica senza farle troppe domande.

Da notare il cameo di Mike M. Morrighan, uno dei personaggi storici della serie di cui si erano perse da lungo tempo le tracce,

Missione di (sub)routine Modifica

La storia si svolge prima di Due.

Missione di subruotin

Tornando alla Ducklair Tower da una battaglia nei panni di PK, Paperino è accolto da tre diverse versioni di Uno (di colore giallo, viola e arancione), sempre più ostili nei suoi confronti, finché l’ultima non fa fuoco contro di lui con delle armi a raggi. Recuperato il costume e arrivato fortunosamente al piano segreto, PK è accolto amichevolmente, come al solito, dall’Uno originale. Il computer gli spiega di aver delegato parte delle sue funzioni a delle subroutine, che hanno assunto vita propria. Uno rimedia al danno ma solo anni dopo, riesaminando il filmato assieme a Everett, capirà che dietro il malfunzionamento delle routine si nascondeva Due.

Soccorso obbligato Modifica

La storia si svolge prima de Il marchio di Moldrock.

Soccorso obbligato

23. secolo: Odin Eidolon chiede al ministro dello spaziotempo di inviare una missione di soccorso nel passato, per convincerlo gli mostra un filmato pivù. Futuro prossimo: l’astronave di Everett Ducklair e Uno, di ritorno dal pianeta Corona, si schianta sulle montagne dell’Himalaya. Appaiono dal nulla alcuni agenti della tempopolizia, che forniscono loro l’energia necessaria per raggiungere Dhasam-Bul e consegnano a Uno la registrazione filmata del salvataggio, prima di sparire. A Everett, ansioso di capire chi abbia inviato i misteriosi soccorritori, Uno risponde: “Magari sono, o sarò stato proprio io.”


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.