FANDOM




Odin Eidolon
Odin Eidolon 1
Informazioni generali
Codice Inducks:Eidolon
Albo di debutto:PKNA #5 Ritratto dell'eroe da giovane

(maggio 1997)

Localizzazione:Paperopoli XXIII secolo
Progettista e programmatore:Everett Ducklair e Uno
Aspetto fisico
Corporatura:Alta e snella
Timbro vocale:Calmo e rassicurante
Attività cerebrali
Facoltà intellettive:Molto elevata. Pari a quella di Uno più tre secoli di espansione
Carattere:Disponibile, ma è anche molto esigente.
Emotività:Sempre sotto controllo
Attività lavorative
Attività:Proprietario della più grande fabbrica di droidi
Aspirazioni:La libertà per i droidi suoi simili, ma senza ricorrere ai metodi radicali adottati da Geena
Parenti più stretti:
"Artificiale non significa ottuso!"
Odin Eidolon
"Sono felice di conoscervi, amici. E dico sul serio!"
Odin Eidolon in PKNA #48

Odin Eidolon è uno dei personaggi principali della Saga di Pikappa, che compare nella prima e quarta serie della saga.

Odin Eidolon è un androide altamente sofisticato del XXIII secolo guidato dalla più efficiente intelligenza artificiale mai esistita, ovvero Uno. La vera identità di Odin è ignota a tutti ad eccezione di Everett Ducklair. Persino Paperinik crede che il suo amico sia un essere biologico. Al contrario Uno è consapevole di diventare Odin in futuro e questo ha permesso agli autori di creare alcuni paradossi temporali.

Aspetto e CarattereModifica

Odin è alto e slanciato. Sempre vestito in maniera elegante e dotato di una certa raffinatezza, senza comunque essere altezzoso o snob. Riesce infatti a mettere a suo agio il suo interlocutore, avendo modi affabili e un tono molto calmo e rassicurante.
Ha una lunga capigliatura mora con riflessi verdi e un pizzetto appariscente che gli incornicia il volto. Solitamente indossa, secondo il gusto esotico del XXIII secolo, una lunga tunica di colore verde smeraldo, che gli scende sino alle caviglie.

StoriaModifica

Lente Per approfondire, vedi la voce Uno.

Uno possedeva la capacità di potersi connettere con tutti gli apparati informatici del pianeta, ma nonostante questo, invidiava gli altri esseri sintetici, che possedevano un corpo reale e quindi esistevano in una maniera molto più concreta della sua. Nel XXII secolo, per l'esattezza nel 2188, Everett Ducklair ha posto fine alla lunga prigionia di Uno, facendolo diventare un essere vivente a tutti gli effetti, costruendo un corpo robotico che potesse ospitare la sua complessa personalità. Nacque così Odin Eidolon. Per riuscire a prendere possesso del suo nuovo corpo Uno dovette assorbire la porzione residua del suo gemello malvagio Due perché, come gli spiegò Everett, un essere umano non è completo se non ha al proprio interno il proprio opposto.

Odin è uno dei paperi più ricchi e potenti della Paperopoli del XXIII secolo. È, infatti, il proprietario della più grande fabbrica di droidi del pianeta, dove sono stati assemblati quasi tutti gli esseri bionici che compaiono nella serie, come Geena, Lyla e Tyrrel Duckard.
Le industrie di Eidolon hanno infatti progettato, grazie al brillante lavoro del capo ingegnere Leonard Vertighel, il modello 5Y, che si è rivelato essere il più efficiente essere automatizzato sinora mai prodotto, la cui personalità è praticamente assimilabile a quella di un essere biologico. Tali droidi, molto costosi, vengono consegnati soltanto alle personalità più in spicco tra i paperopolesi, come il regista Ducklas Styvesant e alla Tempolizia, con cui Odin Eidolon ha un contratto di fornitura in esclusiva.

Odin possiede una lussuosissima villa all'ultimo piano di un enorme palazzo. Non abita più nella Ducklair Tower. Il grattacielo ormai pericolante e trascurato è stato fatto abbattere da Odin stesso, che al suo posto ha fatto costruire l'elegante Eidolon Garden, che ha donato alla cittadinanza e dove, grazie a sofisticate tecniche di ingegneria genetica è riuscito a creare animali fantastici o estinti da tempo, come per esempio gli unicorni o i cavalli alati.

Sostegno a PikappaModifica

Odin2

Odin mentre spiega a Pikappa il significato del proprio nome.

Come già detto, Odin Eidolon risulta essere un valido aiuto per Paperinik, il quale, a causa delle possibilità di viaggiare nel tempo, si trova molto spesso a vivere alcune avventure nel XXIII secolo.
Il primo incontro tra il magnate dei droidi e il supereroe è nell'anno 2255 quando il supereroe, in PKNA #5 Ritratto dell'eroe da giovane, viene trasportato nel XXIII secolo per fargli recitare, a sua insaputa, in una serie televisiva che lo vede protagonista. Odin svela al suo antico socio la verità e inoltre lo aiuta a sventare il complotto di Grrodon, l'ultimo guerriero evroniano rimasto sulla Terra.
In altre avventure Odin si dimostra essere un valido aiuto per il papero mascherato, ricoprendo un ruolo molto simile a quello di Uno. Particolarmente decisivo è il suo aiuto nelle due avventure tra loro collegate, PKNA #12 Seconda stesura e PKNA #22 Frammenti d'autunno, durante le quali riesce a sventare la rivolta dei droidi capeggiata da Geena e il tradimento di Leonard Vertighel.

Odin ricompare in PKNE #1 Potere e potenza. Grrodon è riuscito ad ottenere il potere assoluto e il magnate dei droidi ha costituito un piccolo manipolo di ribelli, che sfidano il Nuovo Impero Evroniano. Odin, che in questo futuro alternativo è il capo della resistenza terrestre, aiutato dal Razziatore, contatta Paperino, che da anni non vestiva più i panni di Pikappa, e lo esorta a sconfiggere i vampiri spaziali per evitare che si concretizzi il futuro apocalittico in cui Grrodon sarà il sovrano incontrastato della Terra.

Prima dell'anno 2298 avviene il decesso ufficiale di Odin Eidolon, un'ovvia messinscena per nascondere la sua vera natura. Uno si creerà quindi una nuova identità in Eldos Eidolon, nipote ed erede di Odin.

CuriositàModifica

  • Il nome Odin deriva dalla mitologia nordica. È il nome dato al padre degli dèi vichinghi e del Dio del Tuono Thor nella Marvel, in italiano Odino. Inoltre in lingua russa significa Uno. Eidolon deriva dal greco antico e si può tradurre con "simulacro", "immagine" o "fantasma". Questo termine viene impiegato da Omero nel XXIII canto dell'Iliade per indicare l'Ombra di Patroclo.
  • In PKNA #5 Odin dimostra di avere poteri telepatici, come il suo creatore Everett Ducklair. In PKNA #46 questo tema viene ripreso: Uno risponde a un pensiero di Paperinik, lasciandolo piuttosto sorpreso. Nonostante non venga approfondito, la cosa è fattibile in quanto Uno è costruito sugli schemi cerebrali di Everett, il quale è capace di lettura del pensiero.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.