FANDOM


Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Macchia Nera (disambigua).
Disambiguazione – Se stai cercando la serie a fumetti, vedi Pippo Reporter.



Mr. Blackspot
Mr Blackspot
Informazioni generali
Specie:Cane antropomorfo
Genere:Maschio
Residenza:New York
Creato da:
Fumetti
Debutto in:Nella storia Cronista per caso, del 15 settembre 2009


Basil Blackspot, un Macchia Nera negli anni 20, è il capo della redazione di una testata giornalistica della New York degli anni 20 nella saga Pippo Reporter scritta da Stefano Turconi e disegnata da Teresa Radice.

Aspetto fisico

Rispetto alla sua controparte originale qui Macchia Nera non indossa mai il suo mantello nero bensì presenta un normale aspetto da cittadino comune ma molto benestante indossando tipici abiti eleganti dell'epoca.

Carattere

Mr. Blackspot è a capo di una testata giornalistica, il Morning Blot, di New York che usa anche come base per dirigere loschi affari.

Per i suoi loschi piani si serve sempre di una sua banda composta da Pietro Gamba, Plotti Plottigatt, Rick Chic, Biagio Presagio, Donnie Fiasco e Vito Camaleonte in modo da non agire mai in prima persona.

Cerca di arricchirsi con ogni metodo possibile anche se Pippo tende a ostacolarlo inconsapevolmente facendo fallire sempre i suoi piani. In alcuni episodi viene però mostrato anche il suo lato romantico. Uno dei suoi principali obiettivi è prendere il posto di Sindaco di Horace Horse.

Biografia

Mr. Blackspot assunse Pippo, entrato per un errore nella sua redazione, come redattore proprio per la sua incapacità sperando che non avrebbe mai intralciato i suoi loschi piani ma da quel giorno si rese conto che forse quella scelta non fosse stata poi un ottima mossa poiché Pippo puntualmente senza accorgersene sventava sempre i suoi affari e non potendolo più licenziare visto che gli articoli strampalati che scrive fanno vendere al giornale tantissime copie.

Nell'episodio Dieci piccoli caimani Mr. Blackspot è uno degli invitati del Signor I.G.Noto, che tenderà uno scherzetto agli ospiti da lui invitati sulla sua villa l'isola caimano promettendo di farli sparire uno a uno, rimanendo uno degli ultimi a sparire e dove presenterà il suo lato romantico corteggiando la cuoca Agatha.

Il fiuto di pluto 003

In Estate a Green Pond veniamo a conoscenza del passato di Mr. Blackspot. Con la scusa dello straordinario successo degli articoli strampalati che Pippo scrive per il giornale Mr. Blackspot gli concede un intera estate libera per riposarsi e scrivere magari un libro su ciò che vuole in modo che lui può continuare i suoi loschi affari senza che nessuno lo intralci come avviene sempre. Mr. Blackspot sta di fatti cercando di far sloggiare i campagnoli a nord della città per poter cosi costruire un bellissimo campo da golf che gli frutterà tanti bei soldoni. Nel appartamento dove passa le vacanze Pippo trova un diario, che apparteneva a Mr. Blackspot, che inizia a leggere con molta attenzione appassionato dei racconti di quel bambino.

Il bambino era davvero felice di passare le sue vacanze estive a Green Pond tanto di desiderare di andare a vivere li per sempre e di ritrovare ogni anno i suoi amici e Candy, una bambina del luogo che viveva li insieme al fratello, che lui trovava molto carina anche se non gliel'ha mai detto. Amava molto quella casetta piena di vita e in mezzo alla natura, ma avvolte anche in silenzio, e dai mille colori a seconda dell'ora del giorno e con un bel giardino dove poter correre e dove anche i suoi genitori sembrano più spensierati e rilassati. Inoltre ricorda volentieri le poesie che gli leggeva Candy e che l'hanno fatto appassionare a questa forma d'arte. Il bambino afferma che questi posti cosi sono davvero speciali ma forse sono anche per le persone che ci vivono che sono cosi speciali.

Dopo aver riottenuto quel prezioso tesoro, da lui conservato da piccolo, riconsegnatogli da Pippo di ritorno dalle sue vacanze dopo aver cercato a lungo il proprietario del diario, Mr. Blackspot torna a trovare Candy al quale riconsegna un libro di poesie con all'interno un bel assegno per le spese da sostenere per mantenere quel posto da lui adorato intatto.

Basil Blackspot viene poi arrestato, cosi come i suoi scagnozzi, a fine serie durante la prima del Il rustico cavallerizzo incastrato grazie a un taccuino trovato dalla polizia nei tunnel di scavo dove la sua banda criminale stava per tentare il suo prossimo colpo, ma poi poi ingannati da altri criminali, in cui sono illustrati tutti i suoi piani criminosi. Non resterà però a lungo in prigione poiché l'unico membro della banda ancora in libertà, Pietro, assieme a una nuova amica di furti conosciuta sul set dell'opera a cui anche Pietro a preso parte come attore, lo farà evadere assieme a tutta la squadra.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.