FANDOM



Monodon
Monodon
Informazioni generali
Classificazione:Ammiraglio Evroniano
Albo di debutto:PKNA #35 Clandestino a bordo

(novembre 1999)

Localizzazione:Astronave Zermatt
Aspetto fisico
Corporatura:alto e robusto
Attività cerebrali
Facoltà intellettive:elevata
Carattere:spietato, minaccioso, temuto, ambizioso, arrogante, crudele e aggressivo
Attività lavorative
Incarico:fare prigioniera Xadhoom
Attività:Ammiraglio della astronave evroniana Zermatt


"Efficienza e organizzazione."
Monodon
"...io detesto di essere contraddetto."
Monodon

Monodon è un'ammiraglio evroniano, nemico di PK, che appare nell'episodio Clandestino a bordo,di Francesco Artibani e Manuela Razzi .

Storia Modifica

Monodon ha l'incarico di portare in esecuzione il piano del misterioso capoprogetto non-evroniano per sconfiggere Xadhoom: attirarla in una trappola, toglierle l'energia con un impianto di contenimento e portarla prigioniera sulla Zermatt, l'ammiraglia di Monodon. L'operazione sembra riuscire, pur se con numerose perdite evroniane Sulla Zermatt, però, grazie a un sabotaggio di PK, salito a bordo come clandestino, l'eroina recupera tutta la sua potenza e distrugge l'astronave. Dopo la distruzione dell'ammiraglia, Monodon si vede anche sottrarre la navetta di salvataggio da PK; nella sua ultima vignetta, lo si vede andare alla deriva nello spazio sopra un rottame, assieme al suo attendente Keeran e a Zundaff, il suo blorgon (animale evroniano simile a un cane di grossa taglia).

Carattere e aspetto fisico Modifica

Monodon ha le caratteristiche tipiche dei militari evroniani: l'arroganza, la crudeltà, la mania dell'organizzazione, la durezza coi subordinati e la rivalità verso gli scienziati. A differenza di altri suoi colleghi, tuttavia, appare più ridicolo che minaccioso. Sottopone continuamente il suo attendente Keeran a ingiuste sfuriate e incarichi umilianti, mentre, invece, si mostra estremamente premuroso verso Zundaff.

Fisicamente, Monodon non si distingue dagli altri militari evroniani.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.