FANDOM



Papero de' Paperi
Messer Papero
Informazioni generali
Data di nascita:1300 ca.
Specie:Papero antropomorfo
Genere:Maschio
Residenza:Firenze
Creato da:
Fumetti
Debutto in:Messer Papero e il ghibellin fuggiasco (1983)
Parenti più stretti:


Messer Papero de' Paperi è un personaggio del Mondo dei paperi, creato da Guido Martina per la saga che da lui prende il nome, disegnata da Giovan Battista Carpi.

Storia

Messer Papero è in realtà una creazione dello stesso Paperon de' Paperoni, che lo inventa per scrivere un poema incentrato sulla Firenze del 1300.
Secondo il racconto dello Zione, egli è il più ricco e dovizioso mercante di Firenze, e il commercio della lana è per lui una vera miniera d'oro. Da un racconto presente nella storia Messer Papero e il ghibellin fuggiasco si apprende che è stato Dante Alighieri a porre le basi per il suo fiorente commercio, pagandogli due fiorini per averlo accompagnato fuori da una selva, nella primavera dell'anno 1300.

Purtroppo per lui, Messer Papero viene coinvolto in una questione politica tra le fazioni avverse di Firenze; i guelfi, che parteggiavano per il papa, e i ghibellini, che tengono per l'imperatore. Accusato da alcuni armigeri ghibellini di essere Guelfo, verrà condannato insieme al nipote, dal tribunale del Bargello, a 150 anni d'esilio.

Da allora l'esule Messer Papero vagherà per tutta la Toscana, passando per Pisa, Arezzo, Livorno e Lucca, in cerca di una nuova patria. Sarà solo il discendente Ser Paperone che riuscirà a tornare nell'amata Firenze, centocinquanta anni dopo.

Aspetto fisico e carattere

Messer Papero è un papero di circa settanta-ottanta anni, con un aspetto simile in tutto e per tutto a Paperon de' Paperoni: porta infatti come quest'ultimo un paio di occhiali a pince-nez, improbabili per quell'epoca. Veste sempre con una mantella rossa, un paio di calzature gialle e un cappello celeste-azzurro.

Il carattere di Messer Papero è del tutto simile a quello del sosia Paperon de' Paperoni; molto furbo e astuto, prudente in certi casi e spesso collerico con il nipote, ma con un forte sentimento di riconoscenza verso chi lo ha aiutato, in particolare con l'amico Dante Alighieri e tranne che con il nipote Paperino.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.