FANDOM


Disambiguazione – Se stai cercando la nipote di Paperina e primo amore di Quo nel tempo presente, vedi Paperella.



Lucilla Paperella
Lucilla
Informazioni generali
Residenza:Un paesino sul Lago di Como
Data di nascita:Imprecisata (da supporre intorno al 1600)
Prima apparizione:I promessi paperi (19 settembre 1976)
Creato da:


Famiglia
Coniuge:nessuno (ma si suppone che dopo la fine della storia sposerà Paperenzo Strafalcino)


"PAPERENZO STRAFALCINO! Debbo forse intendere che in VOI cova il proposito di rimandare queste nozze NON RIMANDABILI?"
Lucilla Paperella a Paperenzo Strafalcino

Lucilla Paperella è un personaggio della banda Disney creato da Edoardo Segantini e Giulio Chierchini. È comparsa in un'unica storia, la parodia Disney I promessi paperi.

Storia

Lucilla Paperella è vissuta in Lombardia nel Seicento (ammesso che la parodia si svolga intorno al 1630 come i Promessi Sposi, Lucilla potrebbe essere nata nel 1600 circa, dimostrando, come Paperina, circa trent'anni). Non si sa nulla dei suoi genitori o di altri parenti. È possibile che si tratti di un'antenata di Paperina o di altri paperi, ma la circostanza non è chiarita.

Lucilla Paperella è raffigurata in relativamente poche vignette della storia in cui compare, ma indirettamente, con la prepotenza del suo carattere, riesce in un certo senso a dominare tutta la vicenda. Sua fermissima intenzione è sposare il poeta e menestrello Paperenzo Strafalcino, a quanto pare non per amore, né propriamente per interesse (benché sia intenzionata a mantenere un alto tenore di vita a spese di lui), quanto per puntiglio.

Quando a Paperenzo viene imposto dal signorotto locale don Paperigo di sposare Gertruda da Monza, vanificando così l'assiduo corteggiamento della stessa Gertruda nei confronti del nobile, il menestrello non ha neppure il coraggio di confessare la vicenda alla sua promessa, e si limita a cercare di rimandare, mandandola così su tutte le furie. Dopo la fuga di Paperenzo e una serie di vicende, Lucilla e Gertruda, alleate, riescono ad avere la meglio sugli intrighi di don Paperigo, ed è da credere che alla fine ognuna delle due otterrà il matrimonio voluto con tanta ostinazione.

Aspetto fisico

Lucilla Paperella è in tutto simile a Paperina tranne che per l'abbigliamento, adeguato ai tempi in cui vive: indossa un abito lungo con corsetto nero, colletto e maniche rossi, gonna blu, e in casa un grembiule. In testa ha un fiocco rosso identico a quello che contraddistingue la papera moderna; inoltre un ornamento costituito da spilloni come nella tradizionale iconografia di Lucia Mondella, però gli spilloni non sono infilati direttamente nella chioma (del resto la papera, come Paperina, non ha capelli) ma sono montati in un fermaglio fissato fra le piume della nuca.

Carattere

Uno dei motivi più comici della parodia è probabilmente il contrasto radicale fra il personaggio manzoniano di Lucia Mondella, com'è noto mite e remissiva fino alla debolezza, e il temperamento autoritario e irascibile di Lucilla Paperella. Quest'ultima, pur ricordando in un certo modo Paperina, sembra avere di lei solo i difetti: manca completamente della grazia e della femminilità di Paperina e viene presentata quasi come un'antagonista nella storia, che impone la sua volontà a chiunque (particolarmente, com'è ovvio, al malcapitato Paperenzo), e non ammette di essere contraddetta in nessun modo.

Lucilla Paperella non appare stupida, ma la sua intelligenza finisce per passare in secondo piano rispetto alla sua impulsività: venuta a conoscenza degli intrighi di don Paperigo, sembra intenzionata a vendicarsi malmenandolo, mentre Gertruda elabora un piano efficace e ingegnoso per fargliela pagare. Inoltre, Lucilla non è affatto assennata e laboriosa come il personaggio manzoniano: anzi, ama il lusso e ha gusti molto dispendiosi, e intende mantenere un elevato tenore di vita sfruttando i pur miseri guadagni del suo futuro marito (non si sa nulla di un suo eventuale lavoro).

Anche il rapporto di Lucilla e Paperenzo non sembra basato sull'amore (nessuno dei due manifesta mai il minimo sentimento di affetto per il futuro coniuge), sembra infatti rendersi conto che Paperenzo la considera temibile e sfrutta questa sua debolezza per maltrattarlo, infatti il suo desiderio di sposarlo è dettato più che altro dalla brama di non non rimanere nubile, com'era comune per le donne dell'epoca.

Curiosità

  • Come detto, non si sa nulla della famiglia di Lucilla Paperella. Nella parodia non c'è traccia di un personaggio ispirato ad Agnese, la premurosa madre di Lucia, verosimilmente perché nei fumetti Disney si tende a evitare di rappresentare il rapporto genitori-figli (altrettanto vale per la più tarda, e molto più fedele al romanzo manzoniano, parodia I promessi topi).
  • Al contrario di Lucia, Lucilla dà del tu al suo promesso, salvo passare repentinamente a un glaciale "voi" quando è in collera con lui (quindi spesso).
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.