FANDOM



Lost and found
MMMM 04
Informazioni generali
Codice Inducks:I MM 3-1
Sceneggiatura:
Disegni:
Prima uscita:1 Novembre 1999

Mickey Mouse Mystery Magazine 3

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:64
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



"Ora lo sento, il canto della città!"
Topolino

Lost & Found è un episodio della serie Mickey Mouse Mystery Magazine, scritto da Tito Faraci, disegnato da Claudio Sciarrone e apparso nel novembre 1999 sul numero 3 della rivista omonima.

TramaModifica

Topolino ha due nuovi clienti. La bella e ricca Jennifer Power gli chiede di rintracciare il suo amico Dirk Morris, giocatore compulsivo e contabile nella società finanziaria del padre di lei, la Smithson e Power. Dirk è sparito con un milione di dollari e, anche se il padre di lei ha preferito tenere nascosta la cosa, Jennifer vuol dare al suo amico la possibilità di restituire il maltolto. Il vecchio Malcolm Power cerca di convincere Topolino a rinunciare all'incarico, prima con le cattive (mandandogli le sue due guardie del corpo) e poi con le buone, ma l'investigatore decide di andare avanti ugualmente con l'indagine; il socio di Malcolm, Steven Smithson, sembra invece voler appoggiare l'iniziativa di Jennifer.

Il secondo cliente è l'ingenuo campagnolo Peter Gamo, a cui, in un alberghetto malfamato, è stata rubata la borsa con i soldi che dovevano essere versati alla banca per estinguere l'ipoteca sulla fattoria di famiglia.

Topolino comincia a frequentare gli ambienti del gioco clandestino, nella vana speranza di avere notizie su Dirk Morris, e intanto stabilisce un contatto con il giornalista Muck Rakers, informatissimo su tutti i segreti di Anderville.[1]

(Parallelamente, gli autori ci mostrano una riunione al carcere di Older tra Lasswell, Millighan e la direttrice Gloria Gump; più tardi, vediamo alcuni finti operai del telefono mettere una cimice nell'ufficio di Topolino. Il significato di queste scene sarà chiarito solo nel numero successivo.)

Grazie alle informazioni ottenute da Muck, l'investigatore scopre che la borsa di Gamo è stata rubata dai Krash-Boyz, una gang che ha l'usanza di tenere un torneo fra gladiatori armati di mazze da baseball nel vecchio mercato del pesce. Topolino vi si reca, seguito, contro la sua volontà, da Gamo, e i due trovano la borsa fra la varia refurtiva messa in palio come premio per il vincitore del torneo. Vengono scoperti e costretti a salire sul ring ma hanno la meglio sui loro avversari, grazie soprattutto alla forza erculea di Gamo, e possono recuperare la borsa.

Fra gli scommettitori sul torneo, inoltre, Topolino riconosce Dirk Morris, che però nega di aver rubato il milione di dollari. Il vero autore del furto era in realtà Smithson, che (come Muck aveva rivelato a Topolino) era in affari con la mafia, all'insaputa del suo socio. Quando il contabile si era impadronito di una piccola somma, Smithson ne aveva approfittato per saldare il suo enorme debito verso i padrini coi soldi della ditta, scaricando la responsabilità su Morris. Topolino, Gamo e Morris vengono rapiti dalle due guardie del corpo di Power (in realtà al servizio di Smithson) ma il fortissimo Gamo riesce a salvare di nuovo la situazione. Dopo un ultimo colpo di scena (si scopre che la borsa di Gamo era stata, in realtà, scambiata alla stazione e consegnata alla polizia) tutto si conclude felicemente: il campagnolo recupera il suo denaro, Morris viene perdonato e Smithson viene cacciato dalla ditta e arrestato.

AnalisiModifica

Di tutti gli episodi della serie, Lost & found è quello che segue più da vicino il modello dei romanzi hard-boiled di Hammet e Chandler. Tipici di quella narrativa sono i personaggi minori (la figlia del miliardario, il giocatore sfortunato, il gigante buono ed ingenuo) e il presentare la criminalità e l'alta borghesia come due mondi apparentemente opposti ma in realtà intimamente legati. Notevole l'abilità di Faraci nel portare avanti ben tre storie parallele (le due indagini di Topolino e l'intrigo contro di lui).

Nell'ultima vignetta, Topolino ascolta "il canto di Anderville", che solo una settimana prima non era riuscito a sentire. A questo punto della saga, ormai, l'eroe si è lasciato alle spalle la solitudine e il senso di spaesamento dei primi numeri: comincia ad essere conosciuto in città, guadagna abbastanza col suo lavoro da ricomprarsi i mobili dell'ufficio e si è ulteriormente impratichito nelle arti marziali grazie ai suoi allenamenti in palestra.

Da notare che, a partire da questo numero, la serie viene accompagnata da due appendici: la rubrica The Anderville archive (documenti e articoli di giornale che commentano le vicende raccontate nella storia principale) e le demenziali avventure di Chester Soup.

Pubblicazioni italianeModifica

NoteModifica

  1. Topolino e Muck si incontrano in un locale dall'atmosfera kitsch, chiamato John Rabbit Slim; allusione al Jack Rabbit Slim, dove si svolge una famosa scena del film Pulp Fiction.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.