FANDOM



Le parti e il tutto
PKNA 48
Copertina
Informazioni generali storia lunga
Codice Inducks:I PKNA 48-1
Sceneggiatura:Alessandro Sisti
Disegni:Andrea Freccero
Prima uscita:1 Dicembre 2000
Casa editrice:Walt Disney Italia
Lingua:Italiano
Pagine:62
Personaggi storia lunga
Personaggi principali:
Storia breve
Titolo:Visite inattese
Codice Inducks:I PKNA 48-2
Miniserie:Angus Tales
Sceneggiatura:Tito Faraci
Disegni:Silvia Ziche
Protagonista:
"Bei tempi... Peccato che siano finiti! Dovrò duplicare queste registrazioni olografiche. A forza di proiettarle, le sto logorando! Paperinik mi manca! Nessuno ha mai preso il suo posto nelle mie banche dati! Né il suo ruolo di paladino! Ma d'altronde, chi ha più bisogno di un eroe mascherato... nella Paperopoli del 2188?"
Uno

Le parti e il tutto è un episodio della serie PKNA, scritto da Alessandro Sisti, disegnato da Andrea Freccero e pubblicato per la prima volta nel dicembre 2000 sul numero 48 della rivista omonima. Vede la conclusione dell’ultima trama rimasta in sospeso (quella del computer Due) e rivela come Uno assumerà, nel futuro, l’identità di Odin Eidolon.

Trama

Nell'anno 2188. Uno, dall'interno della Ducklair Tower, dirige in incognito, come progettista e manager, la società Robolab; nonostante sia una delle personalità più importanti della città, soffre però la noia e la solitudine e rimpiange le sue avventure con PK. Intanto, l'anziano Everett Ducklair lascia il monastero di Dhasam-Bul (di cui con gli anni è diventato priore) e torna a Paperopoli per dare un ultimo saluto alla sua creatura. L'inventore offre a Uno ciò che il computer desidera di più, un corpo sintetico con cui condurre  un’esistenza umana, ma, per la mancanza di un non definito elemento, il trasferimento dei dati non riesce.

Ventesimo secolo. L’astronave su cui si era rifugiato Due [1] precipita sulla terra. Il malvagio computer riesce prima a riversarsi sulla rete telefonica, e poi a prendere possesso di Dy-8, un androide inviato dalla tempolizia a controllare PK e Lyla. Due aggiunge così ai suoi poteri la capacità del droide di viaggiare nel tempo; si sposta nel 2188, assiste agli esperimenti di Everett per dare un corpo a Uno e scopre così il nascondiglio del suo gemello. Due, sconfitti una prima volta PK e Lyla, si reca nel piano segreto della Ducklair Tower, e ha di nuovo la meglio sull'accanita difesa di PK, Uno e Lyla. Poi, però, decide che, piuttosto che semplicemente cancellare Uno, è preferibile portargli via il corpo artificiale che gli sarà preparato da Ducklair, e torna nel ventiduesimo secolo, senza che i suoi avversari capiscano le ragioni del suo comportamento.

Nel 2188, un minaccioso Due si prepara a eliminare il vecchio Everett e Uno, e a impadronirsi del corpo sintetico, ma proprio in quel momento il raggio resettatore con cui Lyla era riuscita a colpirlo comincia a fare effetto e a fargli perdere rapidamente le sue capacità intellettive. I pochi resti dei suoi dati sono assorbiti da Uno, che adesso è in grado di trasferirsi nel corpo sintetico, avendo ora in sé la parte mancante che gli impediva di essere un tutto: quel lato oscuro, senza il quale nessuna personalità è completa. Everett, compiuta la sua missione, svanisce nell'aria mentre Uno inizia la sua nuova vita pubblica come un importante androide e uomo d'affari, col nome di Odin Eidolon.

Storia Breve: Visite inattese

Ritorna, per un unico episodio, la serie Angus Tales.

Angus Fangus riceve, lo stesso giorno, due visite ugualmente sgradite: quella di due sicari, inviati da un gangster, trafficante di figurine di Baldo l’allegro castoro, e quella della madre Rangi. Riuscirà a liberarsi dei primi, con l’aiuto di Billy Paganino, ma non della seconda.

Analisi

La storia presenta dei grossi problemi di continuità. Nella storia Tempo al tempo, apparsa pochi mesi prima, i viaggi nel tempo erano divenuti impossibili e Lyla era rimasta bloccata nel futuro; qui, senza nessuna spiegazione, la droide è ancora nel nostro secolo, e i viaggi e le comunicazioni fra presente e futuro non presentano particolari difficoltà.[2] Un’altra forzatura è mostrare un Everett Ducklair ancora vivo nel 2188 e non eccessivamente invecchiato.[3]

Nonostante queste pecche, Le parti e il tutto ha anche dei pregi non trascurabili. Ultima storia in cui Uno svolge il ruolo da coprotagonista, ne approfondisce definitivamente la personalità. Scopriamo che il geniale computer, in apparenza così altezzoso e condiscendente verso le “intelligenze biologiche”, in realtà le ha sempre invidiate e ha sempre sofferto per i limiti della sua condizione di intelligenza artificiale (ciò che lo rende più simile a Due di quanto non sembri a prima vista).

Curiosità

  • Prima della storia, è pubblicato un tabellone di due pagine (Where are they now?) con la sorte finale di vari personaggi della saga. Si tratta di informazioni volutamente assurde e paradossali (Camera 9 fotografo di moda, Zoster ospite fisso di un talk-show) che, volendo stabilire la continuità  della serie, si possono tranquillamente ignorare.
  • La scena in cui Due, ridotto a uno stadio infantile, recita una filastrocca, è una citazione da 2001 odissea nello spazio, dove la stessa cosa accadeva al computer malvagio HAL 9001 prima di essere disattivato.

Pubblicazioni italiane

Storia principale

Storia secondaria

Note

  1. Nell'episodio Fase Due.
  2. Una soluzione potrebbe essere questa: Le parti e il tutto si svolge in realtà prima di Tempo al tempo, ma, essendo la storia di congedo di Uno, si è deciso di darle più rilievo pubblicandola nel penultimo numero della serie.
  3. Almeno, appare una sforzatura a questo punto della narrazione; più tardi si scoprirà che Everett è in realtà un alieno, quindi con un ciclo biologico diverso da quello dei terrestri.
.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.