Paperino originale.png Questo è un articolo dal contenuto originale
Creato integralmente dalla comunità di PaperPedia.
La storia dell'arte di Topolino
La storia del arte di Topolino.jpg

Logo della saga

Informazioni
Codice Inducks: La storia dell'arte di Topolino
Sceneggiatori: Roberto Gagnor
Disegnatori:
Episodi: 16+ (in corso)
Prima storia: Il primo fumetto della storia

Topolino 2922 (2011)

Ultima storia: Topolino e le artinuvole

Topolino 3200 (2017)


La storia dell'arte di Topolino è una saga Disney che ha lo scopo di promuovere l'arte attraverso il fumetto. La saga è scritta dall'autore Roberto Gagnor con la collaborazione dei disegnatori Paolo De Lorenzi e Vitale Mangiatordi per il primo ciclo di storie e da Stefano Zanchi che subentra in pianta stabile nel rilancio della serie attuato nel 2015.

La serie

La serie nasce da un'idea di Roberto Gagnor del 2010 quando esordi la mostra sul cortometraggio Destino, un corto ritrovato e inserito tra gli extra del lungometraggio Fantasia 2000, che Walt Disney realizzò in collaborazione con il noto artista francese Salvador Dalì. Grazie a questo corto, Roberto, realizza il suo sogno di fare incontrare i due artisti scrivendo la storia Topolino e il surreale viaggio nel destino coi disegni a cura di Giorgio Cavazzano.

Il primo ciclo di storie inizia nel 2011 con la storia Il primo fumetto della storia e si conclude a Ottobre 2012 con Peggy Duckenheim e le tovaglie astratte. Le storie vengono disegnate in alternanza da Vitale Mangiatordi e Paolo De Lorenzi. Nel 2015 la serie viene rilanciata e ai disegni subentra in pianta stabile Stefano Zanchi.

Il ciclo di storie dell'arte, come spiegano gli autori, fa parte del continuo rinnovamento in atto in casa Disney che non passa più tramite testate apposite ma da Topolino (libretto).

Ambientazione

Le storie sono ambientate nelle più svariate epoche storiche e vedono protagonisti sia l'universo dei Paperi che l'universo dei topi con, avvolte, contaminazioni tra di loro. E di fatti possibile trovare storie dove compaiono sia i paperi che i topi come nella storia Topolin Murat e i misteri di Pompei dove tra i protagonisti ritroviamo Topolino e Pippo ma anche Amelia e Gennarino, se pur in un breve cameo. Nelle storie, inoltre, è possibile anche trovare ad accompagnare i protagonisti alcune figure famose dell'epoca.

Episodi

N. Capitolo 1° pubblicazione ITA
(Topolino)
Disegnatore
1 Il primo fumetto della storia Topolino 2922 Paolo De Lorenzi
2 Il romantico papiro di Paperinubi Topolino 2923 Paolo De Lorenzi
3 Le tre o quattro fatiche di Paperogate di Creta Topolino 2924 Vitale Mangiatordi
4 Mastro Topolinius e il portale rivelatore Topolino 2925 Vitale Mangiatordi
5 Pippo della Francesca e il ritratto del complotto Topolino 2926 Paolo De Lorenzi
6 Paperin Monet e il salon De'Paperon Topolino 2927 Vitale Mangiatordi
7 Topolino e i capolavori paradossali Topolino 2928 Paolo De Lorenzi
8 Zio Paperone e l'avventura dell'arte futura Topolino 2929 Vitale Mangiatordi
9 Peggy Duckenheim e le tovaglie astratte Topolino 2969 Paolo De Lorenzi
10 Topolin Murat e i misteri di Pompei Topolino 3101 Stefano Zanchi
11 Zio Paperone e l'enigma della sposa etrusca Topolino 3103 Stefano Zanchi
12 Topner Pippington e l’ultima battaglia della Temeraire Topolino 3105 Stefano Zanchi
13 Paperaggio e l’arte dei Ricchiscalchi Topolino 3176 Stefano Zanchi
14 Dinamite Van Gogh e le melanzane pittoriche Topolino 3197 Stefano Zanchi
15 Zio Paperone e la factory di Andy Duckhol Topolino 3198 Stefano Zanchi
16 Gambadilegno falsario surrealista Topolino 3199 Stefano Zanchi
17 Topolino e le artinuvole Topolino 3200 Stefano Zanchi

Galleria

Di seguito una serie di copertine di Topolino dedicate alla serie: <gallery> Topolino_2922.jpg|copertina dedicata alla storia Il primo fumetto della storia Topolino_2928.jpg|copertina dedicata alla storia Topolino e i capolavori paradossali Topo2969.jpg|copertina dedicata alla storia Peggy Duckenheim e le tovaglie astratte Topo3101.jpg|copertina dedicata alla storia Topolin Murat e i misteri di Pompei

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.