FANDOM




L'oro dello Sparviero
L'oro dello sparviero

Prima pagina

Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2381-6
Sceneggiatura:Alberto Savini
Disegni:Stefano Turcono
Prima uscita:17 luglio 2001,

Topolino 2381

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:35
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



L'oro dello Sparviero è la seconda storia della serie Disney Le storie della Baia. La storia è scritta da Alberto Savini e disegnata da Stefano Turconi.

Trama

Siamo nella villa di Azimuth e come tutte le mattine Sagola sta portando fuori l'immondizia e puntualmente viene infastidito da Trippa in cerca di qualcosa di buono da mangiare. Dopo aver ottenuto il suo spuntino ed essere volato via Trippa lascia alla villa una targhetta che riporta il nome Sparviero Capitan O'Connors che viene trovato da Sagola che lo porta dal suo padrone. Dopo averlo visto Azimuth sbalordito si reca col suo servitore alla capitaneria di porto dove apprende dai registri navali che quella targhetta apparteneva al leggendario brigantino denominato lo Sparviero appartenuto a un ricco ereditiere di nome Reginald O'Connors che scomparve misteriosamente più di venti anni fa e che quel brigantino conteneva enormi ricchezze.

Azimuth, intenzionato a ottenere tutto l'oro di quella nave, trova anche una foto del capitano di cui sembra ricordarsi bene la faccia. Nella strada di ritorno per la villa, dove Azimuth ha intenzione di mettere in atto il suo piano, Sagola riconosce il gabbiano che ha lasciato la targhetta scoprendo che è amico di Moby Duck e Paper Hoog e su ordini del suo padrone si mette a seguirli sperando che li conducano al luogo dove Trippa ha trovato la targhetta. Alla villa Azimuth spiega alla sua banda il suo piano rivelando di essere sicuro che il Capitano O'Connors non e altri che il guardiano del faro.

Nella notte mentre Moby Duck e Paper Hoog dorme scorge con il telescopio una chiave che Trippa tiene stretta tra il becco e decide di andarla a prendere finendo però per svegliare il gabbiano che coi suoi rumori fa svegliare i due amici che andando di sopra notano Sagola a bordo della loro nave ma che nonostante tutto riesce a fuggire. Moby Duck e Paper Hoog notano sul pavimento della nave la chiave, sputata dal gabbiano in fuga verso il faro, e decidono di conservarla pensando che sia proprio del loro amico pennuto conoscendo la passione che ha verso gli oggetti metallici.

Al mattino Moby e Paer Hoog sbarcano al faro per riprendersi Trippa ma vengono fermati dal guardiano del faro che inizialmente sembra essere di poche parole e non comprende il motivo per cui si interessino tanto a a un gabbiano ma dopo le dovute spiegazioni dei due marinai il guardiano del faro capisce che Trippa e loro amico. Il guardiano racconta che Trippa lo viene a trovare due volte al giorno quando sta per pranzare per scroccare anche lui qualche leccornie e viene a sapere da Moby della passione del gabbiano per le cose luccicanti e capisce quindi dove erano finiti la chiave e la targhetta che erano sparite.

Nel frattempo Azimuth è arrivato al faro pronto a prendersi tutto l'oro ma il Capitano O'Connors decide di risolvere da solo la questione non coinvolgendo i due amici marinai e chiudendoli nella stanza delle cibarie. Al cospetto di Azimuth e la sua banda O'Connors confessa tutto dando ad Azimuth tutto quello che gli è rimasto dopo il suo naufragio. Dopo che Azimuth e la sua banda sono andati via il capitano libera Moby e Paper Hoog e gli racconta di quando era l'uomo più ricco della regione ma anche il più avido. Durante una delle traversate a bordo del suo bellissimo brigantino il capitano si dimostrò molto più dispotico del solito a cause delle numerose casse d'oro che trasportava con se e al primo porto l'intero l'equipaggio, stanco del suo atteggiamento dispotico, abbandonò la nave. Il capitano decise però di salpare da solo e rimanendo in balia delle onde per giorni fino a quando il brigantino si incagliò in una secca portandolo fino al faro dove decise di prendere residenza rimettendolo in funzione.

O'Connors svela però che l'oro dato ad Azimuth erano solo briciole poichè ha conservato numerose altre casse e che ha deciso di donare alla città di Duckport per la ristrutturazione degli edifici, la costruzione di una scuola navale e per donarli a chi ne ha bisogno il tutto mentre un Azimuth piuttosto arrabbiato per essere stato fregato osserva il discorso del sindaco. Al faro invece una folla di barche e corsa per ringraziare il donatore il quale si tuffa a mare molto felice.

Ristampe

Storia precedente L'oro dello Sparviero Storia successiva
Intrigo a Duckport

Intrigo a duckport

17 luglio 2001 Destinazione Baytown

Destinazione Baytown

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.