FANDOM




I bis-bis di Pippo - La filosofia di Pippostene
L'esercito di Pi- Po

Prima pagina

Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2645-1P
Sceneggiatura:Alessandro Sisti
Disegni:Andrea Ferraris
Prima uscita:5 Settembre 2006,

Topolino 2649

La storia
Personaggi principali:Pi-Po
Numero pagine:18
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



L'esercito di Pi-Po è il quinto episodio della saga dei I bis-bis di Pippo e ci porta in Cina ai tempi della costruzione della grande muraglia cinese. La storia è scritta da Alessandro Sisti e disegnata da Andrea Ferraris.

Trama

Cina, dinastia Quin, sul fiume giallo sorge il celeste impero composto da grandi metropoli e piccoli villagi. Pi-Po è un commerciante di giocattoli ideati da lui, tra cui i soldatoni non graditi da nessuno, ma il commercio in queste zone sembra ristagnare un po e gli unici affari che si possono fare e con gli operai che stanno costruendo la Grande Muraglia per tenere lontano i popoli invasori come i Mongoli.

Un mongolo in ricognizione giunge nel villaggio ma viene scambiato da Pi-Po e gli altri commercianti per turista e viene invitato al mercato per guardare la numerosa merce che hanno da offrire. Prima di andare via il mongolo in avanscoperta riceve un sacco di doni e promette di tornare, su loro richiesta, con molta più gente.

All'accampamento mongolo il piccolo mongolo di ritorno dal villaggio racconta al Generale Khan che l'hanno ricoperto di doni perchè secondo lui hanno avuto molta paura e cosi il loro capo pensa che derubarli sarà molto semplice. Nel frattempo al villaggio Pi-Po e i commercianti pensano di preparare una grande mostra mercato in modo che i turisti in arrivo possano vedere meglio tutta la merce di cui dispongono e decidono di usare la Grande Muraglia tappezzandolo di manifesti, vasi e i soldatoni di Pi-Po ma verranno interrotti dal Generale Ba-Tze-Tong che li rimprovera e vedendo che i clienti attesi sono in realtà i mongoli pronti a invadere le loro terre corre a chiamare gli aiuti dell'impero.

Vedendo i numerosi cartelli esposti i mongoli non sanno come interpretarli non sapendo leggere e pensano siano messaggi di sfida decidendo di dare inizio all'assalto ma notando i soldatoni di Pi-Po, che sono anche armati, e che continuano ad aumentare di numero, visto che Pi-Po ha deciso di esporre la collezione completa, si spaventano pensando siano veri e decidono di rinunciare.

Ritornato con le guardie dell'impero Bat-tze-Tong si accorge che i nemici sono gia stati respinti e il messaggero dell'imperatore decide di congratularsi con Pi-Po nominandolo giocattolaio imperiale e di sgravare i commercianti del villaggio da tasse e contributi. Ordina inoltre ben diecimila soldatoni per il palazzo imperiale e nota tra i tanti un diverso tipo di soldatone fatto da Pi-Po seguendo dei disegni mandati da un lontano cugino che vive in un altro impero situato a occidente, L'impero Romano.

Ristampe

  • Topolino (libretto) 2649 (2006)
  • La storia universale Disney 10 - Pippus Bis Bis e altre storie (2011)
  • Tutto Disney 62 - I bis bis di Pippo (2014)
Storia precedente L'esercito di Pi-Po Storia successiva
La filosofia di Pippostene

La filosofia di pippostene

5 Settembre 2006 Tvtte le strade portano a Pippvs

Tutte le strade portano a Pippvus

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.