FANDOM



Invasione!
PKNA 7
Copertina
Disegno:Paolo Mottura
Colore:Max Monteduro
Informazioni generali storia lunga
Codice Inducks:I PKNA 7-1
Soggetto:Francesco Artibani
Sceneggiatura:Francesco Artibani
Disegni:Paolo Mottura
Inchiostri:Paolo Mottura
Prima uscita:1 luglio 1997
Casa editrice:Walt Disney Italia
Lingua:Italiano
Pagine:70
Personaggi storia lunga
Personaggi principali:
Nuovi personaggi introdotti:
"Perché voglio vedervi in ginocchio. Strapperò le terre al vostro Clan. E quando vi vedrò strisciare tutti, saprò che la mia vendetta è compiuta."
Fenimore Cook rivolto ad Angus Fangus

Invasione! o anche PKNA #7 è il settimo albo regolare della serie Paperinik New Adventures, pubblicato per la prima volta nel 20 giugno 1997. È stato scritto da Francesco Artibani e disegnato da Paolo Mottura.

La storia è ambientata in Nuova Zelanda, per l'esattezza a Cape Dominion nella terra del clan maori da cui proviene Angus Fangus e va a costituire il secondo capitolo della cosiddetta Tetralogia delle spore.

TramaModifica

L'emittente televisiva Canale 00 invia Angus Fangus in Nuova Zelanda per seguire una serie di partite amichevoli tra la squadra di rugby paperopolesi e delle franchigie locali. Tuttavia il rientro in patria di Fangus non è passato inosservato a Fenimore Cook, un potente e spietato magnate dell'industria di Wellington, e arcinemico del kiwi giornalista.

Intanto a Paperopoli, Paperino e Uno stanno cercando altre siti dove gli evroniani potrebbero aver piantato le loro spore e scoprono che un sito si trova a Cape Dominion sull'isola del Sud della Nuova Zelanda. Così Pikappa a bordo del suo PK Jet raggiunge l'emisfero australe.

Nel frattempo Fangus si introduce di nascosto nell'ufficio di Fenimore Cook, ma scopre di essere atteso. L'industriale gli consegna la maschera maori che il giornalista aveva cercato di introdurre a Paperopoli, ma che era stata bloccata alla dogana[1]. Fenimore è anche riuscito a trovare il dischetto che Fangus aveva nascosto nella maschera e a distruggere tutte le informazioni contenute e non può più essere ricattato. Ora sarà lui a ricattare e distruggere il Clan del giornalista paperopolese.

Quando era ancora agli inizi della sua carriera Fangus aveva scoperto un traffico illegale di rifiuti tossici gestiti da Cook proprio a Cape Dominion. Aveva rinunciato al servizio giornalistico a patto che Fenimore si impegnasse a salvaguardare e proteggere le terre del suo clan. Questo accordo aveva fatto infuriare Cook e alcuni amici avevano consigliato ad Angus di cambiare aria e per questo si era trasferito a Paperopoli.

Quando Pikappa raggiunge Cape Dominion trova la regione in stato di allerta e controlli militari ovunque da parte delle milizie Maori. Tutto questo è stato voluto da Nebula Faraday, una folle visionaria che è entrata in contatto con gli evroniani e crede siano dei Signori cosmici da adorare. Così il supereroe si reca in cima alla montagna per fare delle ricerche, ma viene scoperto da una pattuglia evroniana e riesce a salvarsi solo grazie all'aiuto di Rangi Fangus. Dopo averlo accudito ella rivela di essere stata la capo-clan della tribù Maori, prima che arrivasse Nebula Faraday e la allontanasse dal villaggio. Rangi infatti aveva cercato di mettere in guardia il suo popolo dai cosiddetti Signori Cosmici, ma non era stata ascoltata.

Intanto giù nella vallata Nebula ha ricevuto le sovvenzioni economiche e militari che stava aspettando. È stato proprio Fenimore Cook a fornirgliele, per servirsi degli invasati di cui è a capo Nebula e compiere un attentato che scuota l'opinione pubblica. In questo modo i Maori verrebbero accusati di terrorismo e lui potrebbe riprendere nuovamente i suoi traffici a Cape Dominion. Dopo la partenza di Nebula gli evroniani attaccano il villaggio, ma grazie all'intervento di Pikappa e Rangi i Maori trovano la forza per difendersi e respingere gli invasori. Il segretario di Fenimore Cook, Pickett, rivela a Pikappa i folli piani del suo principale e il supereroe riesce ad arrivare in tempo per evitare l'esplosione delle bombe.

La missione si è conclusa con successo e Uno è raggiante, tuttavia Paperino gli fa notare che esistono ancora numerosi siti dove possono essere state deposte le spore, che Fenimore Cook è riuscito a dimostrarsi innocente da tutte le accuse e che Nebula Faraday è riuscita a scappare. Il futuro si preannuncia più nero che mai.

AnalisiModifica

PK giant 10

Copertina della ristampa PK Giant #10

Dopo il precedente albo (PKNA #6 Spore) in cui era stato mostrato la primitiva forma di vita dei parassiti alieni, la serie prosegue mostrando il processo di colonizzazione da parte degli evroniani. La linea narrativa tuttavia rimane un po' in secondo piano, rispetto al preponderante passato di Fangus, che in questo numero viene affrontato per la prima volta[2].

I disegni di Paolo Mottura non riflettono ancora la piena maturità artistica che il fumettista piemontese avrebbe raggiunto da lì a qualche anno[3]. I personaggi sono deformi e con una caratterizzazione visiva spesso incerta, che cambia da una pagina all’altra e a volte anche poco coerente con i modelli dei personaggi visti nei numeri precedenti.
Mottura riesce però a catturare l’essenza degli evroniani, dando ai terribili alieni viola una delle interpretazioni grafiche più inquietanti viste fin'ora sulle pagine di PKNA[3].

Curiosità Modifica

  • Alcuni resti del favo d'invasione abbattuto verranno ritrovati da agenti di Belgravia e saranno la causa scatenante degli eventi dell'albo #42 La sindrome di Ulisse.

Pubblicazioni italianeModifica

NoteModifica

  1. Vedi PKNA #1 Ombre su Venere
  2. [1] Invasione - Papersera.net
  3. 3,0 3,1 [2] PKNA #7 - Invasione - Badcomics.it


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.