FANDOM



Il vessillo ancestrale
Il vessillo ancestrale
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 3017-1P
Sceneggiatura:Matteo Venerus
Disegni:Lorenzo Pastrovicchio
Prima uscita:8 ottobre 2013

Topolino 3019

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:30
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Il vessillo ancestrale è una storia scritta da Matteo Venerus e disegnata da Lorenzo Pastrovicchio, pubblicata per la prima volta l'8 ottobre 2013 su Topolino 3019. Si tratta del terzo episodio della sesta saga chiamata Wizards of Mickey VI - Legacy, della serie fantasy Disney Wizards of Mickey.

Trama

Paperoga si trova nella palude di Deltalacustre, un Malaluogo, alla ricerca di terrificanti bestioni zannuti e mordaci adatti al suo circo dei mostri quando si imbatte in Ydros che accetta subito la proposta di seguire Paperoga, ed esibirsi nel suo spettacolo, dopo aver sentito che si esibirà alla prova glaciale dei Draghi. Intanto I Wizards of Mickey sono arrivati, assieme a Zefren, Zaius e Zoron, a Drakenyon, su invito dei tre nobili Draghi per assistere alla prova glaciale. Prima che la prova ha inizio Zefren racconta di quando un tempo in questo luogo tutti i Draghi erano guidati da un'unico grande Re. Al suo ritiro però le cinque diverse stirpi non riuscirono a trovare un accordo per eleggerne uno nuovo e a causa di questa situazione il vessillo che riuniva tutte e cinque le stirpi divampò. Prima di morire il vecchio Re profetizzò le numerose guerre che avrebbero afflitto la loro popolazione e che solo la fiamma ardebrina di un nuovo sovrano saggio e giusto sarebbe stata in grado di estinguere la fiamma sul vessillo. Nessuno però fino a oggi è mai riuscito nell'impresa.

Zefren continua poi a spiegare che nella giornata odierna i campioni delle stirpi di Scagliescudo, Fendgrinfie, Alamanta e Vampabizza tenteranno nell'antica impresa della prova glaciale per decretare una nuova regina o un nuovo re. Dagli spalti Zaius avvista un Viperno, l'ultima delle cinque grandi stirpi, e nel vederlo sembra piuttosto sorpreso poiché pensava che fossero spariti del tutto. I Viperni furono banditi secoli or sono dal loro popolo per aver imbrogliato durante la prova glaciale dopo essere scoperti a usare magia oscura, banditi dai cieli persero le ali e le fiamme e nonostante chiesero più volte una riconciliazione non furono mai più riaccolti. Tutti i draghi, alla vista del Viperno, si scagliano contro di lui che sviene dopo aver spento il vessillo con la sua fiamma glaciale. Mentre è a terra svenuto sul collo di Ydros appare il simbolo di Macchia Nera cosa che fa confermare i dubbi dei Draghi contro i Viperni che alla vista del simbolo sono convinti che Ydros continui a usare magia oscura. Lady Emerald prova a fare ragionare tutti, concedendo a Ydros il beneficio del dubbio, e decide di ascoltare le richieste di Topolino che non fidandosi degli intrighi di Macchia Nera decide di dirigersi sulle terre di Deltalucustre, dove Paperoga ha trovato Ydros, per raccogliere prove e informazioni.

Con il Drago di ferro Topolino, Paperoga e Pippo si addentrano negli abissi del mare di Samarra dopo aver intercettato strani suoni provenire dai fondali. Attraverso un'apparecchiatura installata nel drago di ferro sottomarino riescono a tradurre gli strani suoni e intercettare i viperni e un messaggio da parte del luogotenente Tritor. Tritor decide di svelare alla sua razza, che si domanda il motivo dell'assenza di Re Ydros, il perché il loro re non si trovi li con loro. Re Ydros, che nutriva grandi speranza per la sua stirpe decise di condurre tutti i viperni nelle terre di deltalacustre convincendosi che avrebbero potuto trovare un nuova dimora in quelle acque e dominarle come un tempo fecero coi cieli. Un giorno però incontrò un'ombra, Macchia Nera, che gli propose un'alleanza offrendogli il Diamagic della pioggia. Afferrando il Diamagic Ydros vide subito la possibilità di vendicarsi dei Draghi con un'inondazione ma, seppur tentato, rifiutò cacciando via il Signore degli Inganni poiché era il tempo di chiudere col passato e prosperare in un regno tutto nuovo. Tritor rivela anche che qualche giorno fa Ydros ha acquistato la fiamma ardebrina e seppur dubbioso ha deciso di affrontare la prova glaciale approfittando dello strano incontro con Paperoga.

Tritor piuttosto propenso alla vendetta invoca il popolo alla rivolta contro i Draghi qualora Ydros non dovesse tornare. Topolino dopo aver ascoltato il racconto è sicuro che il Diamagic donato a Ydros dal Signore degli Inganni non sia quello della pioggia ma un'altro mentre intanto riceve una chiamata da Paperino che gli comunica che i Draghi sono certi che il potere della fiamma ardebrina usata da Ydros sia finta e che si stanno iniziando a infuriare. La conversazione viene però udita anche dai viperni che catturano Topolino, Pippo e Paperoga che si riescono a liberare facendo perdere fiato alla guardia viperna che è costretta a risalire in superficie per prendere aria.

A Drakenyon Tritor e il suo esercito si sta già scontrando coi Draghi, i viperni sembrano però piuttosto svantaggiati nello scontro anche se i Draghi arrancano a causa del temporale. Lady Emerald vuole invece seguire i consigli dategli da Paperino di cercare sempre un'altra alternativa e decide di provare a spegnere il vessillo ancestrale con la sua fiamma ardebrina riuscendoci. Diviene cosi la regina dei Draghi scegliendo la fratellanza per tutto il suo popolo. I Viperni sono piuttosto arrabbiati per essere stati soggiogati da Macchia Nera ma grazie alla nuova regina possono ora tornare a vivere coi loro simili. Paperoga e i Wizards of Mickey sono pronti a ripartire sapendo che gli intrighi del loro perfido rivale non sono finite e che dietro l'angolo potrebbero aspettargli prove ben più peggiori di quelle appena affrontate.

Ristampe

Storia precedente Il vessillo ancestrale Storia successiva
I custodi della memoria

Custodi della memoria

8 Ottobre 2013 Il padrone della magia

Il padrone della magia


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.