FANDOM



Il padrone della magia
Il padrone della magia
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 3017-1P
Sceneggiatura:Matteo Venerus
Disegni:Alessandro Perina
Prima uscita:15 ottobre 2013

Topolino 3020

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:30
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Il padrone della magia è una storia scritta da Matteo Venerus e disegnata da Alessandro Perina, pubblicata per la prima volta il 15 ottobre 2013 su Topolino 3020. Si tratta del quarto e ultimo episodio della sesta saga chiamata Wizards of Mickey VI - Legacy, della serie fantasy Disney Wizards of Mickey, che chiude il primo ciclo dell'intera saga e molte trame lasciate in sospeso.

Trama

Un vento di pace soffiava nei regni magici grazie alle gesta dei Wizards of Mickey eppure seppur sconfitto da tempo il Signore degli Inganni aveva lasciato alle sue spalle una fosca eredità. I suoi progetti, i suoi averi e la sua pessima reputazione portarono nuove ostilità e ora al suonar dell'allarme al Castello dello Stregone Supremo anche i suoi debitori iniziano a insorgere pur di riavere il loro denaro. In tutti i regni il simbolo del Signore degli inganni inizia a comparire e i Wizards of Mickey assieme al Maestro Nereus decidono di riunirsi con il savio consiglio degli Stregoni Decani, coloro che fermarono l'avanzata del mare al tempo in cui il cataclisma magico plasmò il nuovo mondo e che imprigionarono Macchia Nera con il sonno a bordo di una nave.

Sulla nave il consiglio cerca una soluzione per fermare gli intrighi lasciati in sospeso da Macchia Nera e Nereus pensa che la migliore soluzione sia un'incantesimo di redenzione che consiste nel far compiere al Signore degli Inganni un gesto buono e altruista che spezzerebbe il legame con le sue azione malefiche. Secondo altri maghi del consiglio però l'unica cosa giusta da fare e esiliare il diabolico mago sulla cometa delle onde, un isola fantasma che appare ogni lustro ai confini dell'oceano per poi sparire di nuovo. Nonostante non approvi la scelta fatta dagli altri Decani Nereus accetta quanto detto dalla maggioranza del consiglio di esiliare Macchia Nera. Dopo aver risvegliato il prigioniero dal sonno quiescente la nave è pronta a salpare verso Tempestonda, il luogo in cui apparirà l'isola misteriosa, con a bordo i soli Wizards of Mickey.

La navigata si fa piuttosto turbolenta all'avvicinarsi della meta e Macchia Nera, dalla sua cella, si ritiene piuttosto soddisfatto poiché a suo dire questa natura ostile non farà altro che rafforzare la magia oscura del suo piano. Svela anche che dopo la sua ennesima sconfitta iniziò a studiare la storia del mondo magico osservando con attenzione i suoi abitanti per carpire ogni goccia di sapere e nuove nozioni sui poteri degli elfi, sulle magie antiche che governavano ogni cosa e su come manipolare i Diamagic per ottenere malefici finché un giorno non si rese conto che il più grande potere è quello che non ne teme altri. Così progettò alcuni esperimenti, lasciandoli in alcuni Malaluoghi, programmandoli per attivarsi in tempo di pace manipolando le menti ambigue in cerca di rivalsa fornendogli i mezzi per generare nuovi conflitti, caos e paura in modo da riunire i più grandi stregoni per risolvere l'emergenza in modo da sottrargli le loro potenti magie di risveglio.

Più potente che mai Macchia Nera rievoca dagli abissi gli Scheletri degli antichi titani, sperando di averli al suo comando, che una volta risorti iniziano a provocare parecchio caos nei vari regni. Neanche la magia dei doomspider riesce a fermare la supremazia degli antichi titani che un tempo popolavano il pianeta ma all'improvviso ecco spuntare la cometa delle onde, la destinazione del luogo d'esilio di Macchia Nera. A separarli dall'isola ce soltanto un grosso titano che sta attaccando la nave ma Topolino è intenzionato a superare l'ostacolo lanciando la nave a tutta velocità verso l'isola anche se questo significherebbe rimanere intrappolato là anche lui. Paperino e Pippo decidono di restare anche loro ad aiutare l'amico e tutto ciò innervosisce un po Macchia Nera che pensa che il coraggio che alberga nei cuori dei Wizards of Mickey e la loro amicizia e la causa dei suoi innumerevoli fallimenti.

Il Signore degli Inganni si accorge, mentre la nave affonda, che gli antichi titani non gli ubbidiscono affatto e che seguono solo antichi istinti primordiali. Spaventato che i mostri possano distruggere tutto ciò che è stato creato dopo la loro scomparsa decide di compiere un gesto eroico raggiungendo l'isola dell'esilio scomparendo con essa. Con il suo esilio ogni sua malefatta cessa di esistere e gli antichi titani si dissolvono nel nulla. I Wizards of Mickey fanno rotta verso casa a bordo di un doomspider appena evocato dove li attende una grande festa in compagnia di molti amici.

Ristampe

Storia precedente Il padrone della magia Storia successiva
Il vessillo ancestrale

Il vessillo ancestrale

15 ottobre 2013 Mondimontagne

Mondimontagne


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.