FANDOM



Il campione
Pk - Pikappa 19
Copertina
Informazioni generali storia lunga
Codice Inducks:I PK3 19-1
Sceneggiatura:Stefano Piano
Disegni:Alessandro Pastrovicchio
Prima uscita:1 Febbraio 2004
Casa editrice:Walt Disney Italia
Lingua:Italiano
Pagine:48
Personaggi storia lunga
Personaggi principali:
Nuovi personaggi introdotti:
Storia breve
Titolo:Tutta la verità
Codice Inducks:I PK3 19-2
Sceneggiatura:Stefano Ambrosio
Disegni:Emilio Urbano
Protagonista:


Il campione è un episodio della serie PK - Pikappa, scritto da Stefano Piano, disegnato da Alessandro Pastrovicchio e apparso per la prima volta nel febbraio 2004, sul numero 19  della rivista omonima. Sia la storia lunga che quella breve proseguono il discorso iniziato in I senzanome, mostrando il lato oscuro dei Guardiani della galassia.

Il campione Modifica

Paperino si è accorto di avere accettato un invito a cena di Paperina lo stesso giorno di un’importante partita di football; inoltre, ha notato che uno sconosciuto sorveglia da giorni la sua casa. Presto, però, scopre di avere problemi più gravi di cui preoccuparsi: Uno lo informa che tre guardiani della galassia, Nanur, Shingor e Agamar,[1] sono misteriosamente scomparsi dalle loro case.

Per sicurezza, PK è trasferito sulla base orbitante Guardian Core 1, mentre due guardiani, Lok e Squad, sono inviati a sorvegliare casa sua. I due catturano il misterioso individuo che si aggirava intorno all’abitazione, ma che si rivela essere Frank Ross, un semplice ladruncolo.  

Su Guardian Core, PK è accolto dal comandante della base, Tarak, dal suo vice El Kort e dallo scienziato Mekyr; fa inoltre conoscenza con  Ramatis, il figlio di Tarak, e col suo amico Rik. I due ragazzi sono convinti che in realtà i tre campioni rapiti siano stati teletrasportati sulla stessa Guardian Core. PK reagisce dapprima con incredulità e sufficienza, ma poi si lascia coinvolgere sempre di più nella dilettantesca indagine di Ramatis. Scopre così un intrigo da parte di una fazione deviata dei Guardiani della Galassia, guidata da Mekyr e El Kort.

PK penetra nel laboratorio, dove Mekyr sta conducendo esperimenti sui tre guardiani rapiti, per trasformarli in super guerrieri.[2]] Lì, El Kort obbliga PK a combattere contro Nanur, Shingor e Agamar. Anche se in condizioni d’inferiorità, l'eroe terrestre vince il duello staccando i fili dell’impianto neurale che teneva uno dei suoi avversari sotto il controllo di El Kort. Con l’intervento di Tarak, avvertito dal figlio, il piano dei due traditori è definitivamente sventato.

Tornato a Paperopoli, Paperino scopre che Lok e Squad gli hanno ridotto la casa a un porcile; in più, dovrà giustificarsi con Paperina per non essere andato alla cena.

Storia breve – Tutta la verità Modifica

(Scritto da Stefano Ambrosio, disegnato da Emilio Urbano)

Di ritorno da una missione sul pianeta Tularis, Everett Ducklair deve affrontare un’emergenza: un’invasione di Sarlak (parassiti che gli evroniani spargono sui mondi da loro conquistati, per impedirne la rinascita) a bordo della sua astronave. Ignorando che si tratta di una simulazione de Consiglio dei Guardiani, per testare la sua fedeltà, Uno agisce secondo le regole, anche a costo di sacrificare la vita di un suo amico, il tenente Lifus. Everett ha superato la prova, ma la sua creatura, il computer Uno, che ha più volte anteposto agli ordini la sua amicizia per PK, dovrà invece essere disattivato. (In realtà questo spunto, che prometteva sviluppi interessanti, sarà poi lasciato del tutto cadere nel seguito della serie).

Note Modifica

  1. A scoprire la scomparsa di Agamar è il suo maggiordomo Jeeves: chiara citazione del compassato maggiordomo, protagonista dei romanzi umoristici di Wodehouse.
  2. Esperimenti analoghi erano già stati tentati dai Guardiani in passato, con risultati disastrosi, come raccontato in I senzanome



I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.