FANDOM




Il Paperopardo
Topo3158
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 3158-1
Sceneggiatura:Marco Bosco
Disegni:Giada Perissinotto
Prima uscita:31 Maggio 2016

Topolino 3158

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:32
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Panini Comics



Il Paperopardo è una parodia Disney scritta da Marco Bosco e disegnata da Giada Perissinotto, comparsa per la prima volta su Topolino n°3158. Si tratta della parodia del romanzo Il gattopardo.

PersonaggiModifica

  • Paperon de' Paperoni è Don Paperon Corbera "il paperopardo" (Fabrizio Corbera "il gattopardo")
  • Paperino è Tancredi Paperoneri (Tancredi Falconeri)
  • Paperina è Angelica Anatrara (Angelica Sedara)
  • Rockerduck è Rockalogero Anatrara (Calogero Sedara)
  • Pico de Paperis è Don Picone
  • Gastone è Gastone Quaquarano
  • la Banda Bassotti è la Banda Vasciutti
  • Lusky è Rinuzzu
  • un papero a caso è Aymone di Paperzuolo (Chevalley di Monterzuolo)

Trama Modifica

1860. In una Sicilia agitata dai cambiamenti che porteranno all'Unità d'Italia vive Don Paperon Corbera, il principe di Salina detto "il paperopardo" per il suo piglio negli affari. Questi si lamenta col suo amico Don Picone (con cui condivide la passione per l'osservazione delle stelle tramite il suo telescopio) di come coi tempi odierni l'economia langue e chi se ne approfitta sono quelli come Rockalogero Anatrara che si è arricchito con imbrogli vari riuscendo anche a farsi eleggere sindaco di Ocafugata.

Intanto Tancredi Paperoneri (il nipote di Paperon) ha un appuntamento serale con Angelica Anatrara. Tancredi viene da una famiglia nobile, ma decaduta e senza un soldo ed è perciò costretto a lavorare per lo zio. Nessuna delle sue imprese ha avuto successo ed il suo onore non gli permette di chiedere ufficialmente la mano di Angelica (che invece è la più ricca ereditiera di Palermo) finchè non si sarà riscattato. I due sono perciò costretti ad incontrarsi di nascosto.

Topo 3158 - page 15

Don Paperon spiega del suo soprannome

Il giorno dopo giungono due lettere a Don Paperon che chiama subito Tancredi dopo aver letto la prima. Un informatore gli ha fatto sapere che il Regio Consiglio Degli Affari (che rappresenta i maggiori imprenditori del regno) cerca una rappresentanate per la Sicilia e lui potrebbe essere il prescelto. Da Torino arriverà un alto funzionario per accertare i requisiti e Tanredi dovrà andare ad accoglierlo. I due paperi non sanno però che Rinuzzu, uno dei servi di Don Paperon, è in realtà una spia e passa l'informazione a Rockalogero che progetta qualcosa che convinca il funzionario a scegliere lui.

Tancredi si reca al porto dove incontra l'inviato da Torino, Gastone Quaquarano. Lungo il tragitto però i due vengono aggrediti dal alcuni banditi che rapiscono Gastone. Don Paperon avverte i gendarmi che temono si tratta della Banda Vasciutti, i peggiori briganti dell'isola che hanno diversi rifugi tra le montagane rendendo difficile la cattura. Tancredi ha però l'idea di esplorare la zona da lontano tramite il telescopio. Intanto i Vasciutti incontrano il committente del rapimento, Rockalogero, che inscena un finto salvataggio per ingraziarsi Gastone che non sospetta nulla. Mentre i Vasciutti "scappano", Rockalogero offre ospitalità a Gastone nella sua villa a Ocafugata. Inoltre Gastone si innamora a prima vista della nipote di Rockalogero che si rivela essere Angelica.

Dopo aver cercato per ore, Don Picone trova i Vasciutti in una delle loro tane. Don Paperon non vuole aspettare i gendarmi e, portandosi dietro lo studioso ed il nipote, attacca personalmente i briganti che vengono catturati. Scoperto il piano di Rockalogero, il gruppetto raggiunge la villa di Ocafugata. Ma Rockalogero è partito per Palermo dove darà un ricevimento in onore di Gastone. Don Paperon decide di approfittare del tempo per andare dalle autorità. Così irrrompe al ricevimento coi gendermi che, grazie alla testimonianza dei Vasciutti, possono arrestare Rockalogero per tentato rapimento. Gastone è confuso dal fatto che tutto sia stato preparato per impressionare lui. Infatti si scopre che lui è l'inviato, ma della Reale Accademia Astronomica con il compito di consegnare una medaglia al principe per le sue scoperte sui corpi celesti. La seconda lettera, che Don Paperon non aveva letto, annunciava la sua venuta.

Topo 3158 - page 44

L'inviato del Consiglio Degli Affari, il marchese Aymone di Paperzuolo, si mostra così a tutti. Questi spiega che ha preferito muoversi in incognito per prendere liberamente informazioni sui candidati ed alla fine ha deciso di scegliere come rappresentante Tancredi che ritiene un giovane intraprendente, pieno di idee e grande forza di volontà. Tancredi accetta con gioia ed ora può chiedere la mano di Angelica mentre Gastone vede sfumare il suo amore. Consolato da Don Picone, Don Paperon si rassegna che il mondo va così e comunque beneficerà della mancanza di Rockalogero. Perchè tutto cambia, ma una cosa rimane uguale ovvero che nessuno gli tiene testa negli affari.


Confronto con l'originaleModifica

Pur presentandosi come una parodia, la storia ha pochi elementi in comune con la fonte d'ispirazione Il Gattopardo. La maggiore differenza si ha nel personaggio di Paperone confrontato col principe di Salina (in originale un nobile che cerca di adattarsi ai tempi, constatando la fine del suo ceto) mentre Paperino conserva l'arrivismo di Tancredi seppur mitigato dalla sfortuna e dalle sua motivazioni sentimentali. Il tutto si dipana come una classica storia Disney in costume con happy ending finale.