FANDOM




Il Papero rosso
Paperorosso
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 1641-A
Sceneggiatura:Giulio Chierchini
Disegni:Giulio Chierchini
Prima uscita:10 maggio 1987
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:65
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Walt Disney Company Italia


"Il rosso è il colore del pericolo! E tu sei un pericolo vivente!"
Paperon von Paperonen rivolto a Paolinus Paperino

Il Papero Rosso è una storia scritta e disegnata da Giulio Chierchini, pubblicata per la prima volta nel 1987 su Topolino 1641, divisa in due parti.

Trama

Tramortito da un modellino di triplano identico a quello del famoso Barone Rosso, Manfred von Richthofen, preso ai nipotini e con cui aveva provato a giocare in modo maldestro, Paperino viene paracadutato nel mondo dei sogni e, in particolare, all'epoca della prima guerra mondiale.

Si immagina, così, comandante della squadriglia Carriola Ronzante, Paolinus Paperino, che pilota i malfermi triplani costruiti dal cinico e violento Paperon von Paperonen (Paperon de' Paperoni) contro i Rocker Camel prodotti da sir Rockerduck e guidati dalla squadriglia The Titan Bassottes (i Bassotti).

In inferiorità numerica e con un velivolo mediocre, Paperino viene messo K.O. e la base mitragliata, per l'ira del colonnello von Kartoffen che minaccia il taglio degli ordinativi, né le cose migliorano con l'intervento del sergente Ciccio Ciccionen (Ciccio), che addirittura dorme alla guida.

Il nuovo triplano di Paperino viene dipinto di rosso, non come segno di coraggio ma per il pericolo che costituisce al suo passaggio, e le cose per lui peggiorano: freulen Paperina preferisce la compagnia dell'asso dei cieli Fortunius Von Gaston (Gastone), giunto alla quarantesima vittoria grazie alla sua buona sorte.

Inoltre, guidando con il cielo coperto, Paperino non vede bene e distrugge un'auto colonna dei suoi stessi commilitoni e il poverino viene degradato a sguattero senza pieta.

I nipotini si recano da Arkimeede Pitagorikel (Archimede), che installa una cazzottatrice a ripetizione sull'aereo al posto delle mitragliatrici e fornisce un elisir dell'eroe che rende impavido Paperino: monta sul triplano e fa a pezzi l'intera squadriglia dei Bassotti, venendo acclamato capitano all'atterraggio.

Ma Paperino, ingolosito dal successo, assume una dose eccessiva di elisir e così, dopo aver fatto il bis con gli aerei nemici, di nuovo distrugge anche i suoi rischiando di essere linciato.

A quel punto Paperino si risveglia adagiato sul divano, dopo essere stato accudito con cento pezze fredde dai suoi nipoti, ma zio Paperone per colmo di sorte viene a offrirgli un volantinaggio pubblicitario a bordo di un vecchio triplano restaurato, il nipote non può far altro che inseguirlo inferocito.

Pubblicazioni

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.