FANDOM



I due vendicatori
I due vendicatori
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 3275-1
Sceneggiatura:Marco Gervasio
Disegni:Marco Gervasio
Prima uscita:29 agosto 2018,

Topolino 3275

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:52
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Panini Comics


"Parola di ladro Gentiluomo!"
Fantomius promettendo a Paperone di restituirgli la Pepita

I due vendicatori è la ventiduesima storia della saga Le straordinarie imprese di Fantomius, scritta e realizzata da Marco Gervasio e pubblicata su Topolino 3275 in due parti. La storia vede un inedito team-up, nonché un crossover, tra Fantomius, il Ladro Gentiluomo e Paperinik, il Diabolico Vendicatore.

TramaModifica

Prima ParteModifica

Paperopoli in una notte fredda e tempestosa in cui nessuno uscirebbe di casa a meno di non essere costretto. Fantomius si trova in Via dei Platani N° 13 davanti alla casa di Paolino Paperino, intrufolandosi al suo interno di soppiatto, in cerca dell'aiuto di Paperino. Al suo risveglio Paperino non è molto sorpreso nel vedere Fantomius davanti a lui scambiandolo per l'ennessimo emulo del ladro gentiluomo ma le cose cambiano ben presto quando scopre che l'identità del Fantomius che ha di fronte è quella del vero Lord John Lamont Quackett. John spiega a Paperino che la sua fidanzata, Dolly Papera, alias Dolly Paprika, riordinando il laboratorio di Copernico Pitagorico ha inavvertitamente attivato il cucù del tempo[1], un apparecchio che consente di viaggiare nel tempo di cui ne lui ne Dolly erano a conoscenza.

I due vendicatori 0012

L'incontro tra Paperino e John Quackett

Spostando le lancette sulle ore 20:18, per regolare l'orologio, Dolly è stata poi catapultata nel 2018 dopdodiché una volta avvisato Copernico e capito l'accaduto con un altro congegno dell'inventore, l'orologio da taschino del tempo, Fantomius è arrivato nel 2018 davanti a Villa Rosa, lo stesso luogo in cui Dolly era sparita nel passato, ma non c'era. Qui ha invece scoperto che Dolly è stata rapita da un losco criminale che ha lasciato un messaggio per lui dove chiede come riscatto di rubare un oggetto per lui: la Pepita Uovo d'anatra[2] di Paperon de' Paperoni.

Intenzionato a salvare la sua amata, John chiede quindi aiuto a Paperino, o per meglio dire del suo alter ego mascherato Paperinik, poiché in quest'epoca non saprebbe come muoversi non conoscendo ne la Paperoli moderna ne la sua tecnologia. John promette che la Pepita sarà usata solo come esca per poi essere ridata al suo legittimo proprietario e rivela a Paperino di aver saputo di lui grazie al diario di Paperinik trovato sotto i ruderi di Villa Rosa. La prima mossa dei due vendicatori è quella di dirigersi da Archimede Pitagorico, il pronipote di Copernico, per aver ben chiaro come eleudere la sicurezza del Deposito di Paperon de' Paperoni, visto che è proprio Archimede ad averne creato i sistemi di difesa. Dopo aver appreso dei numerosi sistemi impenetrabili del Deposito Fantomius decide di procedere infiltrandosi al suo interno scavando un cunicolo nel terreno fino alla base dell'edificio. Per fare ciò è necessaria però la trivella a vapore nascosta nel garage segreto di Villa Rosa. Recuperato il mezzo l'operazione scava tunnel ha inizio e nonostante qualche intoppo iniziale nel percorso Paperinik e Fantomius riescono a infiltrarsi nel Deposito e a superare i vari sistemi difensivi. Fantomius apre facilmente la cassaforte nella quale è custodita la Pepita Uovo D'anatra ma per colpa di un errore commesso da Paperinik, che fa scattare l'ultima trappola posta a difesa della Pepita, i due vendicatori finiscono intrappolati dentro una teca in vetro.

Seconda ParteModifica

I due vendicatori 00011

Fantomius promette a Paperone di restituirgli la Pepita

Paperone allertato accorre nei sotterranei dove con suo stupore trova Fantomius e Paperinik, da cui non si sarebbe mai aspettato che commettesse crimini del genere. Fantomius prova a spiegare al ricco papero che non aveva nessuna intenzione di derubarlo e cosi come avvenuto tempo fa per il Rubino Striato[3] gli avrebbe restituito anche la Pepita D'uovo d'anatra. Paperone ricordando che quella pepita un tempo allontanò lui dalla sua amata Doretta Doremì[4] decide di dare fiducia a Fantomius affidandogli la sua amata pepita. Ottenuto ciò che gli serviva Fantomius si reca quindi sul luogo dell'appuntamento del bigliettino dove ad attenderlo ce un uomo del misterioso rapitore. Salito sulla sua barca viene condotto fino all'isola dei mostri[5], un isola disabitata dove nessuno mette più piede dove Paperone aveva anche aperto un ristorante che poi dovette chiudere vista la desolazione dell'isola. E mentre Fantomius fa la conoscenza con il peggior rivale di Paperone, Cuordipietra Famedoro, il losco furfante che ha rapito la sua fidanzata, Paperinik, entrato di soppiato, è già in cerca di Dolly. Quando Paperinik riesce ad arrivare a lei la papera ha già messo K.O la guardia che le teneva d'occhio.

Intanto il malvagio Cuordipietra svela al suo nemico di aver trovato e rapito Dolly per pura fortuna poiché è apparsa quando lui stava rovistando assieme al suo ingegnere tra i ruderi di Villa Rosa per capire se comprare il terreno e farlo diventare un parco divertimenti a tema Fantomius. Vista la situazione ha intuito che presto anche Fantomius sarebbe arrivato dal passato, dato che i suoi scienziati stavano proprio lavorando a esperimenti sui viaggi nel tempo, e cosi ha approfittato del caos generato per sfruttare la situazione a suo vantaggio per derubare Paperone. Finito di raccontare il suo malefico piano nello studio del miliardario irrompono Paperinik e Dolly Papera ma nella confusione generata dal loro arrivo Cuordipietra riesce a scappare da una porta segreta con la pepita.

Fantomius i due vendicatori

Prima di andar via Famedoro attiva anche un timer di distruzione della villa sperando di coinvolgere nell'esplosione anche i due vendicatori e Dolly. Paperinik recupera la guardia stesa per terra ma Dolly non possedendo gli stivaletti a molla decide di restare nella villa poiché a suo dire non farebbe in tempo scappare. Fantomius che non vuole abbandonare la sua amata decide allora di restare con lei. La villa esplode, Paperinik riesce a fuggire cosi come Cuordipietra che scopre però a bordo del suo elicottero che la pepita non è altri che un falso. Anche Fantomius e Dolly si salvano grazie all'orologio da taschino del tempo che John aveva portato con se per arrivare nella Paperopoli moderna e salvarla che li riporta nello stesso posto ma alla loro epoca. Fantomius e Dolly scelgono, per preservare il futuro, di ingoiare una caramella car can, donata da Paperinik, è dimenticare l'accaduto. Nella Paperopoli di oggi intanto Paperinik decide di annotare l'incontro con Fantomius e la sua amata nel suo diario segreto custodito a Villa Rosa, nominato come il Diario di Paperinik (simile a quello di Fantomius).

RistampeModifica

NoteModifica

  1. Vedi Paperinik e il passato senza futuro
  2. Vedi L'argonauta del Fosso dell'Agonia Bianca
  3. Vedi Il ladro e il miliardario
  4. Vedi Saga di Paperon de' Paperoni
  5. Vedi Paperinik e l'isola dei mostri


Storia precedente I due vendicatori Storia successiva
La notte delle gemme

La notte delle gemme

29 Agosto 2018 La settima arte

La settima arte

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.