FANDOM




Giulio Cesare
Cesaretlegions
Informazioni generali
Nome originale:Gaius Iulius Caesar
Data di nascita:100 a.C.
Specie:Uomo
Genere:Maschile
Residenza:Roma
Creato da:Don Rosa
Fumetti
Debutto in:1993


Gaio Giulio Cesare (Gaius Iulius Caesar, 100-44 a.C.) fu un generale e dittatore romano dell'antichità, considerato uno dei personaggi più influenti della storia.

Storia

Giulio Cesare nacque a Roma nel 100 a.C. ed ebbe fin da giovane il chiodo fisso di riformare la repubblica romana. Con la sua grande abilità portò avanti una grande politica espansionistica, in Gallia, in Spagna, in Germania e in Egitto, allargando ai confini della res publica e guadagnando notorietà e prestigio.

Proprio in Egitto Cesare bruciò buona parte di Alessandria d'Egitto (Bellum Alexandrinum), tra cui la biblioteca della città[1], guadagnandosi, dopo l'amore, l'odio della regina Cleopatra.

Ottenuto, al termine della guerra civile contro Pompeo, il titolo di dictator, Cesare iniziò la sua precisa campagna di riforme per il paese, ma non fece in tempo a portarla a termine, perchè venne assassinato dai dissidenti pompeiani Bruto e Cassio.

Dopo la sua morte, il suo nome Cesare venne utilizzato come titolo onorifico per gli imperatori che a lui succedettero. Ancora oggi in Germania, per esempio, il termine "imperatore" viene tradotto con "Kaiser", derivato dal latino "Caesar" (letto con il dittongo ae duro), mentre in russia, il titolo di "Zar" è semplicemente l'abbreviazione di "Kaizar", con lo stesso significato e la stessa etimologia del corrispondente tedesco.

Apparizioni

Personaggio storico di grande spessore, Giulio Cesare venne utilizzato per la prima volta da Guido Martina e Angelo Bioletto nella Parodie Disney L'Inferno di Topolino: ironicamente l'autore lo pone fra i dannati puniti per aver fatto troppo disperare gli studenti (Cesare avrebbe contribuito soprattutto per la sua cronaca De bello Gallico, che ha da sempre una parte molto importante nei programmi scolastici di latino). In seguito Cesare è stato usato da Don Rosa e Carl Barks. Viene menzionato in Zio Paperone e i guardiani della biblioteca perduta e nella storia Petronius Paperonius e i sesterzi di Pippus Augustus, quarto capitolo della Storia e gloria della dinastia dei paperi, di Guido Martina e Giovan Battista Carpi.

Note

  1. Zio Paperone e i guardiani della biblioteca perduta, Don Rosa, 1993
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.