FANDOM




Fuochi nella notte
Fuochi nella notte
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2406-6
Sceneggiatura:Alberto Savini
Disegni:Stefano Turconi
Prima uscita italiana:8 gennaio 2002,

Topolino 2406

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:36
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Fuochi nella notte è la nona storia della serie Disney Le storie della Baia, pubblicata per la prima volta su Topolino 2406 dell'8 gennaio 2002. La sceneggiatura è di Alberto Savini mentre i disegni sono di Stefano Turconi.

Trama

Capodanno si avvicina, e Duckport si prepara a festeggiare con il tradizionale veglione, ma O'Connors rivela un imprevisto: a causa dell'assenza di Wang, bloccato alla Terra del Fuoco assieme ad Azimuth, ai Bassotti e all'equipaggio del Rutilante, saranno costretti a festeggiare senza fuochi d'artificio. Nina, tuttavia, promette che dal mare arriverà una soluzione. Nel frattempo una nave pirata avanza verso Duckport: il Capitano Brake, capitano di una ciurma pirata, ha ripescato nella terra del fuoco Azimuth e i suoi compagni, e li ha lasciati in vita solo per la promessa dell'oro da parte di Azimuth. Durante la traversata Brake si diverte a tormentare il magnate, spalleggiato da Wang, dai Bassotti e dall'equipaggio del Rutilante, costringendolo a pulire costantemente il ponte del suo veliero e trattandolo come un babbeo, messinscena sostenuta dallo stesso Azimuth col piano di cogliere di sorpresa il suo carceriere all'arrivo a Duckport. All'arrivo a Duckport, Brake si traveste da mercante su consiglio di Wang e promette di vendere fuochi artificiali al popolo di Duckport, chiedendo di essere pagato in oro e di avere accesso al caveau della banca per evitare di essere ingannato.

Moby Duck e Paper Hoog sono riluttanti ad accettare l'offerta del forestiero, e chiedono di vedere la merce. Wang, così, fabbrica dei fuochi d'artificio con la polvere da sparo, e Brake ne porta uno a Duckport, venendo creduto. Intanto Sagola, dall'alto della villa abbandonata di Azimuth, scorge il suo padrone sul ponte della nave di Brake e si affretta a ripulirla, avendola lasciata nel caos durante la sua inattività. Il piano di Brake funziona, Moby Duck, Paper Hoog, Isidor e O'Connors vengono presi in ostaggio nell'ignoranza degli altri cittadini, occupati nei preparativi del veglione e a proteggere le cibarie da Trippa. Moby si rincontra con Azimuth, e Brake rivela di essere sempre stato al corrente della sua messinscena del fingersi ingenuo e stupido. Azimuth, livido di rabbia frustrata, aggredisce Wang, e viene gettato in mare da Brake assieme a lui e a tutti i loro uomini. Alla deriva in acqua, congelati fino alla vita, Wang e gli altri subiscono l'ira del loro capo che ordina loro di autoproclamarsi babbei. Nel frattempo Moby Duck e gli altri riescono a scappare dalla nave di Brake, che li lascia andare essendo interessato solo all'oro, e raggiungono i loro concittadini sul pontile, dove fanno scoppiare l'unico fuoco artificiale ottenuto da Wang. Tutti insieme festeggiano il nuovo anno, mentre l'unico fuoco sparato atterra sul ponte della nave di Brake, dove raggiunge gli altri fuochi fabbricati da Wang, facendoli scoppiare tutti assieme e distruggendo la nave del pirata. I protagonisti festeggiano il nuovo anno, Sagola fa gli auguri a Trippa chiedendo almeno un biscotto, e Azimuth si prepara a ricominciare più cattivo di prima.

Ristampe

Storia precedente Fuochi nella notte Storia successiva
Un rimedio per Trippa

Un rimedio per trippa

8 gennaio 2002 L'isola dei pirati

Isola dei pirati

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.