FANDOM


  • Filo & Brigitta e il giallo della telecucina
  • Commenti



Filo & Brigitta e il giallo della telecucina
Filo & Brigitta e il giallo della telecucina
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2969-2
Sceneggiatura:Roberto Gagnor
Disegni:Valerio Held
Prima uscita:23 ottobre 2012
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:28
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Filo & Brigitta e il giallo della telecucina è una storia di Roberto Gagnor e Valerio Held, pubblicata sul numero 2969 di Topolino.

TramaModifica

Telequack, la tv di Paperone, da tempo ha moltiplicato la sua offerta di canali. Uno dei programmi più visti è "Menù sfiziosi", il programma di cucina condotta da Paperetta Caroti dove Paperone partecipa come ospite. La tv rivale di Rockerduck, la Rock Tv, risponde con altrettanti canali e col suo programma di cucina condotta da Aanatrella Asparagi. I due programmi hanno un gran successo coi paperopolesi tranne un gruppetto che di persona che si riunisce per fermare quest'ossessione per la cucina. Inoltre anche sei i due programmi si spartiscono quasi tutto lo share, rimane uno 0.5. Il detentore di questi piccoli ascolti è "Cucina senza pretese", il programma fatto in casa di Brigitta e Filo Sganga. I due si dimostrano piuttosto imbranati nel cucinare, ma la loro simpatia e spontaneità comincia a conquistare il pubblico tramite il passaparola. Paperone non prende bene la notizia.

Nel frattempo le due conduttrici Paperetta ed Anatrella sono alle prese con misteriosi incidenti durante il programma come se qualcuno cercasse di boicottarli. Paperone e Rockerduck si accusano a vicenda, ma sono spinti dalle conduttrici ad investigare per scoprire chi è il sabotatore. Trovano deglu utensili che provengono dallo show di Brigitta. Mentre un uomo sospetto si allontana dal pubblico in sala, Paperone e Rockerduck affrontano Filo e Brigitta che però hanno un'alibi essendo rimasti a trasmettere tutta la notte. Dopo un avvertimento daparte dei due miliaradari, Filo e Brigitta capiscono che devono scoprire chi li sta incastrando e così si travestono da cuochi facendosi ospitare nei due programmi. Filo nota la presenza dell'uomo sospetto di prima il qualche non smebra interssato alla cucina e la stessa cosa accade a Brigitta che vede due energumeni tra il pubblico e trova anche un barattolo manomesso.

Filo e Brigitta sospettano che sia questo gruppo il responsabile degli incidenti e che hanno usato i loro mestoli per sviare la responsabilità su di loro. Controllando chi ha oordinato il numero di mestoli maggiori, scoprono così il covo della banda ed irrompono assieme a Paperetta ed Anatrella. Si scopre che la banda è composta tutti da mariti amanti dello sport e stanchi dei programmi di cucina che hanno invaso tutta la programmazione ed in più sono costretti a fare da cavie assaggiando le ricette delle loro mogli. Filo però chiede come abbiano fatto ad entrare negli studios come pubblico e si viene a sapere che hanno ricevuto dei biglietti gratis da Paperone e Rockerduck, i veri autori del piano. I 4 conduttori affrontano arrabbiati i due miliardari che stanno presentando i loro nuovi e tanti canali sportivi. I due confessano che volevano che i loro programmi di cucina andassero male perchè ormai toglievano spazio a tutto il resto della programmazione ed i contratti con Paperetta ed Anatrella li obbligavano a trasmettere 24 ore 24. Per far in modo che la vicenda non si sappia in giro, Paperone e Rockerduck sono costretti a fare da sguatteri alla due conduttrici mentre Brigitta e Filo Sganga decidono di dedicarsi ad una nuova moda televisiva, la ristrutturazione della case con il loro nuovo programma "Extreme House Demolition" (dove, con l'aiuto di Paperoga, tendono più alla demolizione).

CuriositàModifica

  • Paperetta Caroti e Anatrella Asparagi sono caricature delle due conduttrici televisive Benedetta Parodi e Antonella Clerici che hanno condotto famosi programmi di cucina.
  • "Extreme House Demolition" è una citazione al programma televisivo "Extreme Makeover: Home Edition".

Pubblicazioni italianeModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.