FANDOM




Eta Beta l'uomo del 2000
Uomo del 2000
Informazioni generali
Nome originale:The Man of Tomorrow
Codice Inducks:YM 110
Sceneggiatura:Bill Walsh
Disegni:Floyd Gottfredson
Prima uscita:22 settembre - 27 dicembre 1947
Prima uscita italiana:Aprile 1949,

Topolino 1

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:84
Lingua originale:Inglese
Casa editrice:Walt Disney Company


"Se potessi trascinarlo fuori da questa caverna gli scienziati potrebbero studiarlo. Ohibò sembra che sia lui a voler studiare me!"
Primo incontro tra Topolino ed Eta Beta

Eta Beta l'uomo del 2000 (in originale The Man of Tomorrow) è la storia di debutto di Eta Beta, un uomo del futuro, ma terrestre, proveniente dall'anno 2447. La storia è stata realizzata dagli autori Bill Walsh e Floyd Gottfredson e pubblicata sulle strisce quotidiane dal settembre a dicembre 1947, ed è stata pubblicata in Italia solo dal 1949 sui numeri 1-5 di Topolino.

TramaModifica

Topolino e Pippo, dopo aver trascorso una piacevole gita in montagna, sono colpito da un temporale e sono costretti a rifugiarsi in una grotta lì vicino, che ha fama di essere un luogo da dove nessuno è mai uscito vivo. Inoltrandosi nella caverna, Topolino cade in una buca dove incontra uno strano essere che, dopo un primo momento di paura reciproca, mostra loro una strana sveglia regolata 500 anni in avanti esattamente nel 21 ottobre 2447.[1] Questo dimostra che l'omino proviene da un lontano e ingnoto futuro. Topolino decide di portare a casa sua lo strano personaggio anche se non è bene accetto dal cane Pluto che lo morde ad una gamba, né tanto meno da Pippo, che non vuole credere alla sua esistenza. In città la coppia è protagonista di una serie di gag causate dall'ignoranza di Eta Beta verso tutta la tecnologia dell'età moderna. Dopo un po' di tempo l'uomo del 2000 viene rapito dallo scienziato Claudio Attatay e dal suo collaboratore Camillo che, avendo realizzato numerosi studi e una ricostruzione di come presumibilmente potrà apparire l'essere umano 500 anni, si sono accorti che Eta Beta è proprio identico al loro modello. I due lo catturano proprio per studiarlo ed analizzarlo.
All fine della storia Topolino riesce a salvare l'amico del futuro inoltre Pippo stringe finalmente amicizia con Eta perché, nonostante si ostinasse a credere che non potesse esistere una creatura siffatta, quando gli salva la vita non può che affermare il contrario. Comincia quindi una lunga amicizia tra i due personaggi.

AnalisiModifica

Primo incontro tra Eta Beta e Topolino

Primo incontro tra Eta Beta e Topolino.

L'affascinante ipotesi di Walsh e Gottfredson è che nel centro della Terra, esista un mondo dove il tempo scorre più veloce e che Eta sia il tipico rapppresentante del popolo che vi abita. È sicuramente più evoluto rispetto agli uomini moderni (Eta ha poteri mentali e fisici che sconfinano nel paranormale), ma è certamente anche più ingenuo e puro. Eta Beta rappresenta ciò che noi uomini potremmo (o dovremmo?) essere nel XXV secolo.

La storia contiene inoltre una profonda riflessione sul futuro dell'umanità, in cui la guerra nucleare (la storia è uscita nel 1947 in piena Guerra Fredda) potrebbe causare disastri inimmaginabili al pianeta che costringerebbero l'uomo a rifugiarsi tra le viscere della Terra, dove subirebbe un processo evolutivo proprio simile a quello di Eta Beta. Gli autori inoltre trattano anche il tema della distruzione della società e dell'imbarbarimento della civiltà. La gente di Eta Beta, nonostante si trovi nel futuro, vive in una sorta di preistoria e le conoscenze tecnologiche sono andate perdute. Non era la prima volta che Gottfredson affrontava, in maniera più o meno esplicita,il delicato tema dell'energia atomica. Nella storia Topolino e il mistero dell'uomo nuvola viene introdotto il brillante scienziato Enigm, trasposizione disneyana di Albert Einstein che espone al lettore i suoi dubbi riguardo la capacità dell'uomo di utilizzare una forma di energia, molto vantaggiosa, ma dotata di un potenziale distruttivo enorme.

CuriositàModifica

  • La storia è stata pubblicata sui numeri 1-5 di Topolino rimontando le strisce apparse sui quotidiani statunitensi, ma la redazione italiana fece qualche errore e alcune vignette devono essere messe dopo le successive per ridare senso alla storia. Nelle successive ristampe si è ovviamente provveduto a correggere questo errore.
  • Il comportamento che Pippo assume in questa occasione verrà ripreso dagli autori italiani nel filone di storie con Nocciola, in quanto egli si dimostrerà irremovibile nel non credere alla magia così come all'esistenza di Eta Beta.

NoteModifica

  1. Bisogna ovviamente tenere conto che la storia è stata pubblicata nel 1947, quindi i cinquecento anni sono conteggiati da quella data.
Storia precedente Eta Beta l'uomo del 2000 Storia successiva
Topolino babysitter 29 dicembre 1947-7 febbraio 1948 Topolino ed Eta Beta l'indovino

Topolino ed Eta Beta l'indovino

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.