FANDOM


Disambiguazione – Se stai cercando l'aiutante robot di Archimede Pitagorico, vedi Edi.


Edi
Edi (WOM)
Informazioni generali
Specie:droide
Genere:Maschio
Residenza:Sconosciuta
Creato da:
Fumetti
Debutto in:Il dominatore dei mari (2009)


Edi è l'assistente robot di Archimede costruito per tenergli lontano gli insetti mentre lavora. Compare nella saga fantasy Wizards of Mickey ideata da Stefano Ambrosio.

Aspetto e CarattereModifica

La versione Wizards of Mickey di Edi rispecchia in tutto e per tutto la versione classica di Edi. Le uniche differenze notabili sono il suo corpo metallico qui in legno ben saldato con degli ingranaggi e le scarpette a punta. Indossa inoltre anche un cappellino marrone.

BiografiaModifica

Archimede manda una richiesta d'aiuto al suo amico Paperino poichè a seguito dei cambiamenti che stanno avvenendo in tutto il mondo, a causa della disattivazione dei Diamagic dopo la sconfitta di Mirmidon, la biblioteca di Bukara in cui si trova è diventata un'isola circondata dal mare e non sa più come fare ritorno a casa.

Racconta cosi, una volta che i Wizards of Mickey giungono sul luogo per prelevarlo, che si è recato in questa biblioteca per cercare fra gli antichi libri custoditi nella biblioteca il segreto per riattivare il potere dei Diamagic ma nonostante i suoi studi non è riuscito a ottenere nessuna soluzione. Dopodichè gli presenta Edi, la sua nuovissima invenzione, costruita per tenere a bada gli insetti mentre lavora ma che sembra presentare qualche malfunzionamento visto che tende ad allontanare dall'inventore anche i Diamagic.

Il mistero viene presto svelato quando Topolino troverà l'antico tomo che custodisce i segreti dello stregone supremo svelando il vero potere dei Diamagic. Essi sono infatti le uova di Mirmidon. Archimede si scusa con il suo assistente che non era per niente guasto ma percepiva gli insetti custoditi all'interno dei Diamagic.

Farà poi un cameo nell'episodio I custodi della memoria dove sarà impegnato ad aiutare Maestro Nereus a sistemare alcuni manuscritti nella biblioteca del Castello dello stregone supremo.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.