FANDOM


Riga 14: Riga 14:
 
|data = 22 marzo 2011
 
|data = 22 marzo 2011
 
}}
 
}}
{{Citazione 2|No, ho appena visto questi giornali paperopolesi! C'è anche "Gossip", l'inserto di Cronaca Rosa preferito dalla mia fidanzata! E... Be', non sono sicuro che mi convenga tornare a casa!|DoubleDuck}}
+
{{Citazione 2|No, ho appena visto questi giornali paperopolesi! C'è anche "Gossip", l'inserto di Cronaca Rosa preferito dalla mia fidanzata! E... Be', non sono sicuro che mi convenga tornare a casa!|DoubleDuck a Kay K, Head H, Jay J e 8 Otto}}
   
 
'''Il trionfo dell'amore''' è una storia autoconclusiva ambientata a [[Berlino]], tredicesima storia della [[Saga di Doubleduck]].
 
'''Il trionfo dell'amore''' è una storia autoconclusiva ambientata a [[Berlino]], tredicesima storia della [[Saga di Doubleduck]].

Revisione delle 05:25, mar 13, 2020

  • DoubleDuck - Il trionfo dell'amore
  • Commenti


Il trionfo dell'amore
Trionfo

Codice Inducks:I TL 2886-2
Scritta da:Alessandro Sisti
Disegnata da:Francesco D'Ippolito
Personaggi:
Prima pubblicazione:22 marzo 2011
"No, ho appena visto questi giornali paperopolesi! C'è anche "Gossip", l'inserto di Cronaca Rosa preferito dalla mia fidanzata! E... Be', non sono sicuro che mi convenga tornare a casa!"
DoubleDuck a Kay K, Head H, Jay J e 8 Otto

Il trionfo dell'amore è una storia autoconclusiva ambientata a Berlino, tredicesima storia della Saga di Doubleduck.

Trama

Il conte Paolino Guanza di Piuma con la sua fidanzata sono a Berlino a visitare l'Altes Museum, in particolare Il Trionfo dell'Amore del grande Scaravaggio. I due sono in realtà Doubleduck e Kay K in incognito, che devono indagare sul motivo per il quale l'Organizzazione sembra tanto interessata al dipinto. Durante la permanenza nella capitale tedesca Doubleduck viene contatto da Ramiro Burton. Senza dire niente a Kay K, Paperino si presenta all'incontro. Ramiro racconta all'agente segreto che l'Organizzazione è interessata a un'inestimabile formula segreta nascosta in un codice cromatico all'interno del dipinto. Doubleduck si offre di collaborare e di eliminare Kay K, ignaro che proprio in quel momento la sua collega lo sta spiando.

Il dipinto viene imballato e spedito all'estero per essere esposto ad una mostra internazionale. Doubleduck e Kay K essendosi spacciati per facoltosi collezionisti d'arte e potenziali clienti della ditta di trasporti, salgono sul piccolo aereo privato che trasporta il dipinto. In volo Doubleduck rilascia un gas soporifero, ma Kay K, diffidando del compagno si lancia col paracadute dall'aereo portando con sé il dipinto. Anche Doubleduck si lancia, ma senza paracadute. Viene afferrato al volo dalla sua amica e durante la discesa le spiega che che era stato il Grande Capo in persona a volere che lui stringesse accordi con l'Organizzazione. Arrivati a terra vengono attaccati dagli agenti nemici, ma vengono salvati dal loro collega 8-Otto.

A missione conclusa l'Agenzia scopre che non esiste nessun codice cromatico all'interno del dipinto. È Doubleduck stesso a sciogliere il mistero, ricordandosi che gli uomini dell'Organizzazione sembravano più interessati alla custodia piuttosto che al quadro. Proprio all'interno del polistirolo espanso Paperino trova la Kommand key, la chiave della rete informatica nemica che serviva a Buron Ramiro ad assumere il controllo dell'Organizzazione. Tutto è finito bene tranne che Paperino teme la reazione della fidanzata quando vedrà sui giornali paperopolesi la foto del conte in bella compagnia.

Pubblicazioni italiane


Storia precedente Il trionfo dell'amore Storia successiva
Delirio su tela

Topolino 2882

22 marzo 2011 Agente Zero

Topolino 2919

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.