FANDOM




Codice Olimpo
Topolino 2954

Codice Inducks:I TL 2954-1P
Scritta da:Francesco Artibani
Disegnata da:
Personaggi:
Pubblicata su:Topolino 2954-2957
Prima pubblicazione:10 - 31 luglio 2012


Codice Olimpo è la diciassettesima storia della Saga di Doubleduck. È stata pubblicata in quattro episodi su numeri 2954-57 di Topolino. In allegato con i quattro fumetti vi erano i pezzi per costruire la DDcar, ovvero l'automobile sparatutto di Doubleduck. La storia è ambientata a Londra durante la XXX edizione dei giochi olimpici.

TramaModifica

I episodioModifica

Il Codice Olimpo, un misterioso apparecchio destinato all'ambasciata della Repubblica di Belgravia di Londra viene rubato da Gizmo dai laboratori dell'Agenzia.

Jay J non può credere che Gizmo li abbia traditi ed invia Kay K e DoubleDuck proprio nella capitale britannica per collaborare coi servizi segreti inglesi (MI-XX) e tentare di recuperare l'apparecchio rubato. Ai due viene affiancato il migliore agente d'oltremanica Daniel Sinclair, un individuo piuttosto presentuoso che entra subito in competizione con DoubleDuck.

Per i servizi inglesi dietro al furto c'è l'Organizzazione decisa a colpire Belgravia durante lo svolgimento delle Olimpiadi. Tutti i possibili obiettivi sono messi sotto sorveglianza. Alla squadra composta da DD, Kay e Sinclair è affidato il villaggio olimpico dov'è ospitata la squadra di Belgravia. I tre si infiltrano come inservienti.

II episodioModifica

Jay J discute col direttore dell'MI-XX, Edmund Tower, ed il suo secondo, il Professor Brain, che mettono in dubbio la fedeltà di Gizmo sostentendo che lavori segretamente per la Repubblica di Belgravia. Nel frattempo DoubleDuck, Kay e Sinclair continuano a tenere d'occhio gli atleti senza ricavare nulla e la ragazza è sempre più infastidita dall'agente inglese che tenta di sedurla inutilmente e denigra il suo compagno.

DoubleDuck durante una pausa vede uno degli sportivi della piccola repubblica che viene avvicinato da due agenti dell'Organizzazione. Tempestivamente arriva anche Kay e i due inseguono l'atleta per ottenere informazioni. L'inseguimento però, si conclude in maniera drammatica: Doubleduck e lo sportivo precipitano dal Tower Bridge, non riemergendo più dalle torbide acque del Tamigi.

III episodioModifica

DD è sopravvissuto alla caduta e assieme all'atleta si è nascosto in un rifugio segreto dell'Agenzia. Kay, infatti, non si fida dei colleghi inglesi e vuole far loro credere che Doubleduck sia spacciato per sempre.

Lo sportivo rivela che il prof. Popotchka ha costruito una macchina in grado di alterare geneticamente gli individui dotandoli di capacità superumane. La trasformazione però, è instabile e dopo dodici ore regredisce, serve il Codice Olimpo per renderla irreversibile. Lo scopo reale di Belgravia non è vincere medaglie olimpiche, ma creare un supersoldato invincibile. Kay e DD si intrufolano negli spogliatoi di Belgravia, dove scoprono un laboratorio segreto. Tuttavia vengono scoperti e sono costretti alla fuga. In aiuto di Kay interviene Sinclair, che si rivela essere un traditore. Difatti, cattura e prende in ostaggio la papera portandola nella macchina della sua complice e amante, la segretaria Miss Pennymon.

IV episodioModifica

DD segue la traccia della frequenza d'emergenza della sua collega e riesce a localizzarla sfruttando anche i congegni dell'auto fornita dall'Agenzia. Sinclair si trova su un dirigibile con Pennymoon ed il professor Brain (anche lui un traditore) e stanno sorvolando la capitale. Doubleduck attacca l'aerostato, ma il suo tentativo di liberare l'amica fallisce e anche lui è fatto prigioniero. I due vengono rinchiusi nella stiva del pallone dove trovano Gizmo, prigioniero di Sinclair da due settimane. Era stato proprio Sinclair, travestito da Gizmo, a introdursi nei laboratori dell'Agenzia e sottrarre il Codice Olimpo per riconsegnarlo alla Repubblica di Belgravia.

I tre uomini dell'Agenzia tentano di liberarsi, ma durante la lotta un colpo colpisce la macchina che alterava il codice genetico degli atleti. Vi è un'esplosione e il dirigibile precipita nel Tamigi. Una motovedetta della polizia, chiamata da Doubleduck, arriva in loro aiuto arrestando i tre traditori. La missione è conclusa e Il Codice Olimpo è andato distrutto e Belgravia, almeno per ora, non potrà creare un esercito di supersoldati e si ritira anche dai giochi.

A Paperopoli, Paperino si riposa sulla sua amaca mentre i suoi parenti dentro casa assistono alla cerimonia d'apertura dei giochi.


Storia precedente Codice Olimpo Storia successiva
La macchina delle nuvole

Topolino 2939

10 - 31 luglio 2012 Pole Position

Topolino 2962

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.