FANDOM




Don Paperigo
Don Paperigo
Informazioni generali
Residenza:Un castello sulle rive del Lago di Como
Data di nascita:Imprecisata (da supporre nel secondo Cinquecento)
Prima apparizione:I promessi paperi (19 settembre 1976)
Creato da:


Famiglia
Coniuge:Nessuna (ma si suppone che dopo la fine della storia sposerà Gertruda da Monza)


Don Paperigo è un personaggio della banda Disney creato da Edoardo Segantini e Giulio Chierchini, comparso in un'unica storia, la parodia Disney I promessi paperi. È chiaramente ispirato a Paperon de' Paperoni.

Storia

Don Paperigo è il signorotto di una località imprecisata sulle rive del Lago di Como, ricchissimo e temutissimo dai cittadini del luogo. L'unica persona in grado di spaventarlo è Gertruda da Monza, assillante dama intenzionata a sposarlo benché lui sia uno scapolo incallito e detesti Gertruda in particolare (che ha soprannominato "la rompiscatole lombarda" e "l'incubo in gonnella").

Per evitare il matrimonio, Paperigo cerca di incastrare lo sprovveduto menestrello Paperenzo Strafalcino, in modo che sia lui a sposare la monzese; ma il suo piano viene sventato da Gertruda stessa, che anzi lo costringe a una temutissima verifica fiscale, in seguito alla quale il signorotto, noto evasore, viene condannato alla berlina. Al termine della condanna non avrà più modo di sfuggire al matrimonio con Gertruda, che presumibilmente per lui è una pena ancora più grave della berlina.

Parentele

Don Paperigo non ha parenti noti e, benché chiaramente ispirato a Paperon de' Paperoni, non è chiaro se si debba considerare un antenato dei paperi moderni. In teoria non è impossibile che discenda da un ramo del Clan de' Paperoni vissuto in Spagna nel Quattrocento[1], dato che nella Lombardia sottoposta al dominio spagnolo molti signori feudali erano appunto di origine iberica; tuttavia rimane solo un'ipotesi.

Aspetto fisico

Don Paperigo è in tutto simile a Paperon de' Paperoni tranne che per l'abbigliamento: indossa una giacca nera con colletto e polsini ricamati e calza grossi stivali con fibbie. Come il papero moderno, porta occhiali a stringinaso.

Carattere

Don Paperigo è attaccatissimo al denaro, ma non ha poi molto a che spartire con Paperon de' Paperoni da cui prende spunto quasi solo per l'aspetto fisico. È un piccolo tiranno che vive in completa solitudine (se si eccettuano i suoi scagnozzi, i Bravotti, che peraltro detesta e tiene con sé solo perché eseguano i suoi ordini e allontanino gli intrusi) ed ha un carattere irascibile, perfino malvagio, ad esempio progetta la morte dei suoi sottoposti dopo che hanno commesso un errore e non arriva a tanto solo per i costi che ciò comporterebbe, odia tutti gli altri personaggi della storia, dal primo all'ultimo ma comunque li sfrutta senza remore se ciò gli può servire e non ha nessun legame di parentela o di amicizia. Non ha riguardi per nessuno ed è interessato solo alle sue monete. Anche se è la parodia di Don Rodrigo, a parte la natura malvagia non ha alcuna correlazione con lui, anche se il farsi aiutare dai Bravotti, è un'evidente parodia dei Bravi.

Note

  1. Cfr. Paperin de la Scalogna e il re dell'arena, Storia e gloria della dinastia dei paperi.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.