FANDOM




Don Cicciondio
Don Cicciondio
Informazioni generali
Residenza:un paese sulle rive del Lago di Como
Data di nascita:Imprecisata (da supporre alla fine del Cinquecento)
Prima apparizione:I promessi paperi (19 settembre 1976)
Creato da:


Famiglia
Coniuge:Nessuna
 
"IL MANGIATUTTO!"
Don Paperigo vedendo Don Cicciondio recarsi in cucina

Don Cicciondio è un personaggio della banda Disney creato da Edoardo Segantini e Giulio Chierchini, comparso in un'unica storia, la parodia Disney I promessi paperi. È chiaramente ispirato a Ciccio e potrebbe trattarsi di un suo antenato, anche se la circostanza non viene chiarita.

Storia Modifica

Don Cicciondio vive nel Seicento presso il Lago di Como ed è il tutore di Gertruda da Monza, assillante dama intenzionata a sposare il signorotto locale Don Paperigo. Il tutore accompagna di buon grado la sua pupilla nelle sue visite al nobile, in quanto, perennemente affamato, ne approfitta per dare fondo alle provviste alimentari di Don Paperigo. Per il resto di lui si sa poco: potrebbe addirittura essere un prelato come il Don Abbondio a cui si ispira almeno nominalmente, in quanto ha il titolo di don (che però all'epoca era usato anche dai nobili) e veste di nero, ma la questione rimane dubbia anche per la spiccata tendenza a non rappresentare i membri del clero nel mondo Disney.

CaratteristicheModifica

Don Cicciondio è in tutto simile a Ciccio tranne che per l'abbigliamento: indossa una giacca nera, calza grossi stivali con fibbie e porta un cappello anch'esso nero che ricorda quello dei sacerdoti. Il suo carattere non è ben definito, se non per l'appetito insaziabile: parla poco, non interviene direttamente nelle vicende della storia, e in generale sembra piuttosto tardo, sempliciotto e poco sveglio, risultando ancor più vorace e imbranato di quanto non fosse lo stesso Ciccio.

A parte il nome, non ha nulla in comune con il Don Abbondio manzoniano: si può considerare anzi uno dei casi più tipici in cui un personaggio delle Parodie Disney sembra inserito nella vicenda in maniera puramente formale, senza che gli sceneggiatori abbiano neppure tentato di conciliare le caratteristiche del personaggio letterario con i protagonisti del mondo Disney (operazione che invece apparirà molto più sostanziale nel caso del Don Pippondio della successiva parodia del romanzo manzoniano, I promessi topi).

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.