FANDOM



Dieci piccoli caimani
Dieci piccoli caimani
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2885-2
Sceneggiatura:Teresa Radice
Disegni:Stefano Turconi
Prima uscita:15 Marzo 2011

Topolino 2885

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:29
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Dieci piccoli caimani è l'ottavo capitolo della serie Pippo Reporter. È stata scritta da Teresa Radice e disegnata da Stefano Turconi ed è stata pubblicata per la prima volta il 15 Marzo 2011 su Topolino 2885.

Oltre a far parte della serie di Pippo Reporter, la storia è la parodia di Dieci piccoli indiani, celebre romanzo giallo considerato il capolavoro di Agatha Christie.

TramaModifica

Pippo, Claire, Mr Blackspot e altre quattro persone vengono invitate sull'isola caimano, dove è stata assunta anche Minni come cameriera, insieme ad una cuoca e a un maggiordomo, da un misterioso individuo che si firma I.G Noto. Gli invitati sull'isola sembrano non conoscere il mittente della lettera ma accettano ugualmente l'invito poiché in ogni lettera viene scritto che saranno presenti sull'isola anche alcuni vecchi amici che non vedono da moltissimo tempo. Giunti tutti sul luogo dell'appuntamento, vengono portati da una barca alla maestosa villa, in mezzo al mare, che si trova all'interno dell'isola caimano, che ha detta del barcaiolo può restare irraggiungibile per settimane, e dove Pippo e Claire ritrovano la loro amica Minni.

Minni pensando che il Signor Noto, di cui nessuno conosce l'identità, si farà vivo a breve accompagna tutti gli ospiti nella sala da pranzo dove gli invitati scorgono sopra al tavolo dieci piccole statue a forma di caimano e poi nelle loro stanze, anch'esse dieci per l'esattezza, all'interno delle quali trovano una filastrocca per bambini composta da dieci rime.

Prima della cena il maggiordomo comunica che il Signor Noto non si presenterà a causa di un contrattempo ma che ha dato lo stesso disposizioni per servire la cena agli ospiti e mentre la cena è servita tutti si domanderanno chi sia mai questo Signor Noto che li ha convocati sull'isola con l'inganno. All'improvviso però le luci si spengono e il Signor Noto si fa presto sentire avvisandoli che li farà sparire a uno a uno dopo aver provato di sapere ogni cosa di loro. Dopo un imbarazzante silenzio Pippo decide di andare a scoprire dove si nasconde il proprietario della voce appena sentita ma scoprirà ben presto insieme agli altri ospiti trattarsi di una voce pre-registrata inserita dal maggiordomo che ha seguito quanto dettogli. Convinti di essere vittime di un tranello si danno tutti appuntamento per la mattina seguente per lasciare l'isola.

Al mattino però, al loro risveglio, si accorgono che manca già una persona all'appello: il colonnello sparito durante la notte mentre faceva uno spuntino notturno. Pippo che ricorda benissimo i versi della filastrocca dei dieci piccoli caimani trovata in camera inizia a recitarli facendo intuire al resto del gruppo che il misterioso individuo che vuole farli sparire sta seguendo alla lettera i versi di quella filastrocca. E cosi uno dopo l'altro iniziano a scomparire tutti finché non resta più nessuno.

Il vero colpevole, il maggiordomo, si rivela scrivendo la sua confessione. Da piccolo a nascondino doveva sempre stare sotto a contare ed essendo molto imbranato non riusciva mai a trovare nessuno, da grande dopo essersi fatto poliziotto non riusci a catturare mai nessuno ma grazie a quella professione è riuscito a prendere numerosi informazioni su moltissime persone con grandi capacità nel nascondersi cominciando cosi a meditare la sua vendetta. Dopo aver scelto con cura le sue vittime firmandosi come Signor I G Noto e averle attirata sull'isola, ereditata da una prozia, usando una pozione soporifera li ha eliminati uno per volta per poi nasconderli in vari angoli remoti della casa pensando di sparire anche lui per non destare sospetti e agire indisturbato. Poi alla fine del lavoro avrebbe denunciato la loro scomparsa e all'arrivo della polizia li avrebbe aiutati a ritrovarli tutti ricevendo tante lodi.

Il maggiordomo butta via il messaggio in bottiglia in mare che però viene trovata poco dopo da Pippo che manda a monte i piani del maggiordomo poiché dopo essersi risvegliato dal suo pisolino aveva ancora sonno e andando a cercare altri anfratti dove riposare in pace ha trovato gli altri ospiti svegliandoli tutti prima che il maggiordomo possa pigliarsi i meriti del ritrovamento. Minni pensa che quella confessione in bottiglia possa essere un buon articolo per il Morning Blot, che una volta uscito farà l'ennesimo boom di vendita, mentre il direttore Mr Blackspot fa il galante con la cuoca Agatha che sogna di diventare scrittrice pigliando spunto da questa faccenda.

RistampeModifica

Storia precedente Dieci piccoli caimani Storia successiva
Scuola di volo

Scuola di volo

15 Marzo 2011 Il pianista suonato

Il pianista suonato