FANDOM



Dragpo
Conte Dragpo 2
Informazioni generali
Specie:Iperborei
Genere:Maschio
Residenza:Agarthi
Creato da:Casty
Fumetti
Debutto in:Topolino e l'impero sottozero (2015)
Parenti più stretti:


Il Conte Dragpo è un personaggio inventato da Casty per la storia Topolino e l'impero sottozero.

È il principe consorte di Tabìa Anirudda sovrana del popolo dei Crion. È fortemente ostile agli esseri umani, nei quali vede una minaccia per l'esistenza del suo popolo, per questo motivo si allea con lo stato dittatoriale della Gelonia al fine di imporre il dominio del popolo degli Iperborei su tutto il mondo.

Aspetto fisico e carattereModifica

L'aspetto di Dragpo, così come quello di Tabìa a è particolare per il fumetto Disney, poiché è fortemente antropomorfo. È un ragazzo massiccio, con una muscolatura molto sviluppata. Ha una folta chioma bionda e la carnagione azzurro pallido, tuttavia quando deve relazionarsi con gli esseri umani indossa una maschera integrale che nasconde il suo vero volto.

Dragpo è mosso da un forte patriottismo. Teme che l'umanità possa rappresentare una seria minaccia per gli Iperborei e per il regno di Tabìa, per questo cerca di imporre il dominio dei Crion su tutta la Terra.

StoriaModifica

Conte Dragpo

Tabìa smaschera il Conte Dragpo

Gli iperborei sono sempre vissuti in simbiosi con i cambiamenti ciclici del clima, addormentandosi sotto i ghiacciai durante il disgelo e ridestandosi con l'arrivo del freddo. Tuttavia l'uomo aveva portato con sé il fuoco, che minacciava l'esistenza stessa dei Crion e così il Conte Dragpo decise di dare battaglia agli esseri umani, ma proprio quando stava vincendo arrivò il disgelo e Tabìa richiamò tutti i Crion ad Agarthi per prepararsi al letargo millenario. Dragpo però riuscì a evitare il sonno millenario e per anni lavorò a un cannone potentissimo in grado di ghiacciare completamente la Terra. Nel 1709 il Conte attivò il suo cannone e marciò sull'Europa con la sua armata di Almas, gli automi di ghiaccio. Gli storici ricordano questa ondata di gelo come la Piccola era glaciale[1].

Tabìa riuscì a fermare il piano del conte, disattivando il crio-cannone. Così il caldo lo sorprese improvvisamente in pieno deserto e Dragpo con tutto il suo esercito si liquefecero. Tabìa lo abbandonò in una caverna, dopo avergli sottratto il ricordo della localizzazione di Agarthi e del loro amore. Fu lì che trecento anni dopo il ministro Aljoska lo ritrovò e lo convinse a collaborare al suo progetto.
Dragpo si prodigò per fornire alla Gelonia la tecnologia iperborea, convinto di riuscire a sottomettere l'umanità e assicurarvi per sempre il dominio dei Crion. Tuttavia alla fine ritrova il ricordo del suo amore per Tabìa e capisce il suo grave errore, rimediando ai suoi errori aiutando Topolino e Atomino a fermare le mire espansionistiche di Aljoska.

CuriositàModifica

  • Casty ha preso il nome Dragpo proprio dal mito di Agarthi. Secondo il mito, Dragpo, detto il corrucciato con la ruota, sarebbe il futuro sovrano della leggendaria città[2].

NoteModifica

  1. [1] Ondata di freddo 1709 - Wikipedia.it
  2. [2] Topolino 3093 - Approfondimento a Topolino e l'impero sottozero pagg 50-55
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.